Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Esperto: I piani immediati di Putin: prendere Mariupol e far saltare i negoziati di Minsk-3

Dopo aver firmato il secondo round dei negoziati di Minsk il suono della sparatoria mano mano si spense, ma il destino della citt? di Mariupol, situato a 25 chilometri dalla citt? dal confine russa ? ancora allarmante. Secondo alcune fonti, una parte della cerchia ristretta di Putin vuole occupare il porto e costringere l'Occidente ad accettare gi? il terzo round degli accordi di Minsk.  Lo scrive Jean-Bernard Pinatel, generale e uomo d'affari, un riconosciuto esperto sulle questioni geopolitiche e sulla ricognizione economica

Le informazioni provenienti da Mosca richiamano la mia attenzione al fatto che l?, cos? come a Kiev, c'? un partito molto influente,  "il partito di guerra" nelle alte sfere del potere. In Russia questo partito ritiene che non bisogna rispettare gli accordi di Minsk, anzi,  ? meglio afferrare Mariupol. 

Questi guerrafondai sono sicuri che gli europei non avranno altra scelta che tornare al tavolo dei negoziati e firmare un nuovo accordo di Minsk. In aggiunta, ci sono gi? arrivati i rapporti non confermati dei movimenti di truppe nelle vicinanze di Mariupol.

Cercher? ora di dimostrare che nelle questioni strategiche pi? che mai ? necessario seguire il senso delle proporzioni.

E non agire come il generale britannico Montgomery, che durante la seconda guerra mondiale, non ha potuto resistere alla tentazione di "andare ancora avanti per un altro ponte, il ponte nella direzione di Arnhem." Il piano, che ? stato considerato rischioso anche dai generali coraggiosi come Patton, ebbe un fallimento tragico, che ? costato la vita a 12.000 paracadutisti. 

E tutto perch? Patton aveva sottovalutato le capacit? del nemico.

Perch? Mariupol?

Mariupol si trova a 25 chilometri dal confine con la Russia e rappresenta l'ultimo grande ostacolo alla formazione delle relazioni terra tra la Russia e la Crimea. Inoltre, ? il quarto pi? grande porto in Ucraina con un fatturato di quasi 15 milioni di tonnellate. Inoltre, nella citt? ? sviluppata l'industria pesante e ci sono due grandi fonderie di acciaio (Azovstal e il complesso metallurgico in nome di Illich), cos? come lo stabilimento metalmeccanico "Azovmash".

Perch? la tentazione di impossessarsi di Mariupol pu? trasformarsi in una sconfitta strategica per la Russia?

In contrasto dalla zona attualmente sotto il controllo dei separatisti, il percentuale della popolazione russofona a Mariupol ? meno del 20%. Lesrcito ucraino che ora mantiene Mariupol, gode del sostegno dei residenti locali. 

Inoltre, la citt? ha 450.000 abitanti e si estende su una superficie di 300 chilometri quadrati. Non sar? possibile prendere un territorio cos? grande in pochi giorni se la difesa ha dei buoni armi anticarro e la volont? di combattere. 

Ecco perci? un tentativo di catturare la citt? potrebbe causare le battaglie sanguinose battaglie con le gravi perdite da entrambe le parti, e la morte dei civili, il che non pu? far altro che suscitare il disdegno della comunit? internazionale.

Rischi strategici

Di questo si parla raramente e non molti prestano attenzione al fatto che il secondo round degli accordi di Minsk ? stato firmato senza la partecipazione degli Stati Uniti e (almeno temporaneamente) ha smentito le voci di chi, come la propaganda americana, sostiene che il nuovo zar russo Putin cerca di riconquistare l'impero russo e di annettere l'Ucraina.

Avendo corso il rischio di firma del secondo accordo di Minsk, Hollande e Merkel, infatti, si sono allontanati dalla posizione americana e hanno concordato con il parere che il vero scopo di Putin ? quello di evitare l'espansione della NATO a Kiev e ottenere lautonomia per la minoranza di lingua russa all'interno dello Stato ucraino.

Allo stesso tempo, se Putin consentir? la cattura di Mariupol, dove la popolazione di lingua russa ? in minoranza, e di pi?, tenter? di favorirla, lui seguir? la logica del restauro dell'impero sovietico.

In questo caso, nessuno in Europa non potr? pi? opporsi all'adozione di Kiev nella NATO e l'introduzione delle nuove sanzioni contro la Russia, la situazione economica nella quale si ? gi? formata non in miglior dei modi. 

Per quanto riguarda i rapporti tra l'Europa e la Russia,  qui torner? la logica della guerra fredda, il che sar? vantaggioso solo per gli interessi degli Stati Uniti.

Questa ipotesi mi sembra  poco  improbabile, nonostante la pressione del partito della guerra, che circonda il capo dello stato russo.

Sia come sia, il ruolo della strategia ? quello di coprire il retrofronte in caso dello scenario peggiore. 

Pertanto, Angela Merkel e Francois Hollande hanno bisogno di dire forte e chiaro a Vladimir Putin, al pubblico russo e al partito della guerra, che l'Europa non tollerer? nessun tentativo di prendere Mariupol, e in quel caso nulla impedir? l'ingresso dellUcraina nella NATO, se il suo governo lo chieder?.

Autore: Jean-Bernard Pinatel, generale, uomo d'affari, un esperto di questioni geopolitiche e di intelligence economica

Traduzione: http://inosmi.ru/

 

lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    December 2016    »
MonTueWedThuFriSatSun
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031