Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Facebook gi? in molte aree dell'Europa: utenti disconnessi

ROMA - Un blocco che sembrava come altri, da risolvere nel giro di poco, ma che invece ha preso tutta un'altra piega. Facebook rassicura i suoi utenti di stare indagando sul "down" riscontrato dagli utenti e fornirà un aggiornamento "il prima possibile". Ma gli iscritti sono preoccupati, temendo un attacco hacker. E su Twitter si è subito diffuso l'hashtag #FacebookDown. Secondo Downdetector, sito che traccia gli inconvenienti sulle maggiori piattaforme online, ad alcune ore dall'inizio degli inconvenienti, i problemi sono tutt'altro che risolti: si stanno riscontrando sia su app che tramite mobile e versione web.
Alcuni utenti, oltre a segnalare di essere stati espulsi dalla piattaforma, avrebbero tentato di modificare la password senza riuscirci. Il social network non invierebbe i codici di conferma necessari per cambiare la chiave d'accesso. La mappa di Downdetector, che indica quali sono le aree più colpite, concentra le segnalazioni in tutte le maggiori città europee (cioè nei centri più popolosi, come Londra e Parigi). Il che conferma che si tratta di un blocco diffuso in tutta Europa. Particolarmente colpite sono anche Varsavia, Birmingham e Amsterdam. A differenza dell'ultimo "Facebook down" dello scorso 20 novembre, non sono coinvolti altri continenti. Diverse sono anche le modalità: se quindici giorni fa le pagine non si aggiornavano o lo facevano con lentezza, oggi gli utenti vengono disconnessi dalla piattaforma.
Tutto è cominciato verso le14,30 quando centinaia di utenti sui social network hanno segnalato di essere stati disconnessi da Facebook e di aver dovuto eseguire nuovamente il login. Nella decina di casi che è stato possibile verificare, la disconnessione è avvenuta dalla versione web della piattaforma, anche se su Twitter alcuni utenti segnalano di aver dovuto inserire nuovamente nome utente e password anche su messenger e su smartphone.L'ultima volta che è successo, il 28 settembre del 2018, l'azienda aveva dovuto ammettere che si trattava di una misura per la protezione degli utenti in seguito a un attacco informatico che ha esposto informazioni di 50 milioni di account.
Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un'altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.
Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31