Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Google lancia G Pay: basta confusione sui pagamenti

CONFUSIONE, daltronde, ce nera parecchia. Android Pay, Google Wallet, altri esperimenti del passato. Adesso Big G riunisce sotto ununica sigla tutti i suoi servizi di pagamento digitale. Si chiameranno, semplicemente, Google Pay. La piattaforma consentirà di effettuare pagamenti in mobilità, sui negozi online via Google Chrome, tramite app e via Pos tradizionali. Un unico brand dietro tutte queste modalità. Il servizio sarà progressivamente messo a disposizione nei diversi mercati in cui sono attivi i sistemi per i pagamenti di Mountain View. In Italia, per esempio, Wallet è disponibile mentre Android Pay non è mai stato lanciato.
Il passo arriva in effetti un po in ritardo. Dal 2011, quando venne rilasciato Google Wallet, Google sta testando e lanciando strumenti di pagamento. Android Pay venne invece presentato quattro anni più tardi ma rimanendo sempre relegato del mercato statunitense per accodarsi ad Apple Pay e Samsung Pay solo lo scorso anno. In un intervento sul blog ufficiale il vicepresidente del settore Pali Bhat ha tuttavia limitato loperazione a un rebranding. Non troppo, se non nulla, dovrebbe cambiare nel funzionamento dei due servizi che vengono ora fusi: quello peer to peer fra utenti (Wallet) e quello simile ad Apple Pay, per i pagamenti in mobilità e altri usi (Android Pay). Insieme a loro altri come gli acquisti su Google Play Store e lautocompletamento sul browser Chrome.
Con Google Pay sarà più semplice utilizzare le informazioni di pagamento salvate sul proprio account Google, in modo da poter concludere rapidamente le operazioni si legge nel post nelle prossime settimane Google Pay arriverà online, nei negozi e su tutti i prodotti Google, così come quando vi scambiate soldi fra amici. Fra i partner selezionati per accompagnare liniziativa ci sono Airbnb, Fandango, HungryHouse e Instacart.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2018    »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30