Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Palermo, la difesa del club: "Noi tranquilli. La squadra verra iscritta"

Palermo, la difesa del club: "Noi tranquilli. La squadra verra iscritta"
Un momento della conferenza stampa
"Sono sudato per il caldo e non per la situazione che non ci preoccupa affatto". Con il volto meno sereno del solito, ma pronto come sempre a ribattere alle domande dei cronisti, Salvatore Tuttolomondo si è difeso dall'accusa di non avere iscritto il Palermo al campionato di B. Il responsabile finanziario di Arkus Network ha ribadito che per lui la situazione è chiara. "La polizza fideiussoria - dice - sta arrivando via pec alla B e a noi. Ribadisco che non nutriamo preoccupazione alcuna riguardo l'iscrizione. Dagli organi federali non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione di segno contrario, il problema nasce da un asserito problema tecnologico. E stamani alle 10,17 abbiamo ricevuto il messaggio dall'agenzia che deve emettere la fideiussione con la notizia che il guasto è stato risolto". Abbiamo una pec inviata ieri alle 17,05 alla Lega di B con tutti i documenti, nessuno ci potrà smentire. Dal punto di vista tecnico l'iscrizione è conforme alla normativa. E la società che ha fatto la fideiussione ha informato del problema già ieri la Lega. Che deve pensare la città? Quello che ha pensato fino ad oggi e fino ad oggi noi abbiamo mantenuto ogni impegno. Perché ci siamo ridotti alle 23,59? Fino a quaranta giorni fa nessuno avrebbe rilasciato la fideiussione perché avevamo tante cose da sistemare. Rischiamo di perdere i 12 milioni già spesi, ma fa parte del rischio imprenditoriale. I soldi intanto andavano cacciati. Non ho chiuso occhio tutta la notte per tutte le conseguenze negative che potrebbero accadere. Ci siamo confrontati con tutti gli avvocati e ci confortano che a queste condizioni siamo perfettamente adempienti agli obblighi".
Tuttolomondo ha anche ammesso che il Palermo si è rivolto a un broker per trovare un'agenzia disposta a sottoscrivere la fideiussione e ha spiegato perché la scelta è ricaduta sulla bulgara Lev Ins Insurance Company Ad. "Ci siamo affidati al broker Camilleri - dice Tuttolomondo - perché ci siamo trovati di fronte a più compagnie che hanno rifiutato di fare la fideiussione al Palermo. Le ultime vicende del club hanno pesato. Il broker ha fatto delle proposte e fra le varie, l'unica che ha dichiarato disponibilità a farla è stata questa. Noi abbiamo verificato e alle 21,12 di ieri mi sono fatto mandare il rating: BB+ A- che è compatibile con le norme Federali".
Adesso la palla passa alla Covisoc che dovrà esaminare le richieste d'iscrizione arrivate alla Lega di Serie B. La commissione fra il 3 e il 4 luglio verificherà le domande e invierà eventuali contestazioni a chi non è in regola. I ricorsi potranno essere presentati entro l'8 luglio, ma varranno solo per contestazioni formali: non si potranno integrare i documenti presentati entro i termini. L'ultima parola sarà pronunciata dalla Covisoc l'11 luglio con la comunicazione al Consiglio federale dell'elenco delle squadre in regole. Il giorno dopo sarà data comunicazione ufficiale delle partecipanti al campionato di B e il Palermo spera di farne parte.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829