Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli, nell'ufficio di Ancelotti: "Ecco perch? vinceremo e Koulibaly non andr? via"

Napoli, nell'ufficio di Ancelotti: "Ecco perch? vinceremo e Koulibaly non andr? via"
(ansa)
La foto cattura subito lo sguardo. Cè Ancelotti in maglia rossonera che prova a rubare palla a Diego Armando Maradona. El Diez ha lo scudetto sul petto e lazzurro è griffato Mars. Credo sia una sfida a San Siro. Di scatti ce ne sono davvero tanti: lui con la maglia della Roma, ma anche a Parma come allenatore. Ed ancora: il Real Madrid ed il Bayern Monaco. È una wall of fame privata. È nel suo studio al centro tecnico di Castel Volturno. Glielha regalata il presidente Aurelio De Laurentiis con la collaborazione di suo figlio Davide che ha scelto i momenti più significativi di una carriera importante, prima da centrocampista poi da tecnico che ha vinto dappertutto. Il Napoli non cè ancora. Non ce nè bisogno. Lo vive quotidianamente. Il tavolo centrale è lideale per le riunioni con lo staff tecnico. Sullo sfondo la lavagna con uno schema (rigorosamente il 4-4-2) che è labito tattico scelto per la sua squadra. La maggior soddisfazione dice Ancelotti è il fatto di trovarmi bene. È lo stesso anche da parte della società. Non era affatto scontato.
È il primo allenatore che ha una sintonia totale con il progetto del presidente De Laurentiis. E le promesse di un matrimonio lungo non sono affatto campate in aria. Otto anni glieli garantisco volentieri, dice col sorriso di chi sa che il suo ciclo è appena cominciato. Ha messo radici e la sua stanza è il cuore pulsante del mondo Napoli. I margini di crescita sono enormi. Lossatura della squadra già cè. Abbiamo portieri forti, un difensore fenomenale come Koulibaly, centrocampisti di livello come Fabian, Allan e Zielinski, e tante possibilità in attacco con Milik, Insigne e Mertens. Punti fermi del Napoli del futuro targato Carlo Ancelotti che non teme partenze eccellenti questestate. Non ne abbiamo bisogno, servono solo investimenti mirati per migliorare ancora.
E magari impensierire la Juve. In questo campionato non è mai accaduto: il -15 è un fardello che non piace neanche a lui. Avremmo dovuto avere qualche punto in più, ma il ritmo dei bianconeri è stato insostenibile. Hanno grandi risorse e il Napoli non ha vinto ancora finora solo per una questione economica. Il fatturato incide molto nel calcio moderno, quindi ci proveremo secondo il nostro modello. Ovvero giovani forti e di personalità alla Meret e Fabian. Ancelotti è convinto che questa sia la strada giusta per regalare soddisfazioni ai tifosi, un po anestetizzati dopo la grande cavalcata dello scorso campionato.
Il San Paolo pieno è stato leccezione e non la regola. Quando si viene da una grande delusione, non è facile smaltirla. Anche la squadra ha accusato leliminazione in Champions. Adesso è tutto passato. Allorizzonte cè lArsenal, una sorta di finale anticipata di Europa League: Penso solo alla Roma per blindare il secondo posto. Con Ranieri ho un ottimo rapporto. Ma il Napoli deve accelerare per poi godersi la sfida con i Gunners. Il San Paolo indosserà labito della festa. Noi non abbiamo uno stadio di proprietà come la Juve. È un aspetto che fa la differenza. Il presidente è pronto a farne uno nuovo, ma serve lappoggio delle istituzioni e della città. Mi pare ci sia la volontà di migliorare il San Paolo, un aspetto molto positivo per crescere. I presupposti ci sono. Ancelotti ha già cancellato tutti i luoghi comuni sulla città. La cartolina ammirata da lontano è la sua quotidianità.
Napoli è bellissima nonostante le contraddizioni, che esistono. Mi trovo a mio agio: il traffico non è insostenibile. Frequento tanti posti, vado nei ristoranti e la gente non è invadente. Gomorra? Lho vista e la vedrò ancora. Ma Napoli non è questo. Provare per credere. Ancelotti lha fatto.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2019    »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930