Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Calcio, ? morto a 49 anni Phil Masinga: l'ex attaccante del Bari stroncato da un tumore

Calcio, ? morto a 49 anni Phil Masinga: l'ex attaccante del Bari stroncato da un tumore
Phil Masinga in campo con la maglia del Bari
Lutto nel mondo del calcio. E' morto l'ex attaccante di Bari e Salernitana Phil Masinga. Lo ha reso noto la Federazione sudafricana, comunicando la scomparsa del giocatore che vantava 58 presenze e 18 reti proprio con la maglia della Nazionale RSA.
Masinga aveva 49 anni ed era ammalato di tumore da tempo. Sconcerto e dispiacere nel mondo dei tifosi biancorossi, che già avevano pianto la morte di altri due simboli del Bari di quegli anni: il centrocampista svedese Klas Ingesson, poi passato al Bologna e al Lecce con cui chiuse la carriera, e il portiere Franco Mancini.
Prima della gara contro la Sancataldese (alle 14,30 per il campionato di serie D) un minuto di silenzio per ricordarlo. Per i tifosi del Bari era Mazinga, con la z al posto della s, a segnalare come ai loro occhi quel gigante di ebano, dinoccolato nei movimenti, ma estremamente efficace, fosse una sorta di robot venuto da tanto lontano.
Venne accolto con un certa diffidenza, ma il centravanti del Bari di Fascetti seppe conquistare tutti, diventando un vero e proprio idolo. La notizia della scomparsa, all'età di 49 anni, ha provocato un grande dolore in chi lo ha conosciuto nella sua lunga esperienza barese, iniziata nel 1997 e finita nel 2001, con il ruolino di marcia di 24 gol in 75 partite.
"Sono incredulo. Phil era un bravissimo ragazzo. Sembrava stesse sempre sulle sue, ma era simpaticissimo e buono. Per me, un grande giocatore, perché non solo segnava, ma sapeva rendersi assai utile alla squadra", le parole di Gigi Garzya, il capitano di quel Bari bello e maledetto, vista la scomparsa prematura di Masinga che segue quele di Mancini e Ingesson.
Masinga entrò nel cuore dei tifosi segnando il gol del successo al Meazza contro l'Inter, quando ad un quarto d'ora dal termine spinse con forza oltre la linea bianca la palla che Pagliuca aveva respinto su un suo colpo di testa. Il suo arrivo è stato una delle grandi intuizioni di Carlo Regalia, che lo notò quando da avversario giocò con la maglia della Salernitana al San Nicola.
Con il Bari segnò anche 11 reti in una sola stagione, ma gol a parte era il classico attaccante che faceva reparto da solo. Era un mito anche nel suo Paese, per avere segnato il gol contro il Congo che qualificò i Bafana Bafana ai Mondiali del '98.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Январь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031