Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Canottaggio, riabilitazione dal tumore: la federazione lancia un progetto

Canottaggio, riabilitazione dal tumore: la federazione lancia un progetto

ROMA - La Federazione Italiana Canottaggio, insieme a Primi Elementi Onlus, ha presentato il "Progetto Sport2Feel". L'obiettivo, tramite lo sport, è quello di un percorso di riabilitazione fisica e mentale di persone che hanno, o hanno avuto, malattie importanti e invalidanti come ad esempio malattie oncologiche tra cui i tumori al seno e le patologie cronico-invalidanti o progressive. Il canottaggio è emerso come uno degli sport più indicati per le finalità del progetto: il contatto con la natura, il gesto tecnico armonico e modulabile, lo spirito di squadra e il coordinamento necessario tra i componenti di un equipaggio sono fattori che aiutano a ritrovare un benessere generale e un equilibrio con il proprio corpo, con gli altri e con l'ambiente circostante. Il progetto viene avvalorato da diverse strutture sanitarie che si avvalgono delle attività di Sport2Feel con scopi di ricerca scientifica; la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico di Roma, l'Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI, l'Ospedale Cristo Re di Roma e il Centro per la cura del Linfedema di Roma della UOC di Chirurgia Plastica della Fondazione Policlinico Universitario IRCS diretta dalla Prof.ssa Marzia Salgarello.
Il primo protocollo di allenamento è stato sviluppato dal team guidato dal Dott. Roberto Bartoletti del Servizio di Riabilitazione Oncologica e Flebolinfologica dell'equipe sanitaria del Centro per la Cura del Linfedema della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, con la Dott.ssa Tiziana Caliandro, Specialista in Attività Motoria Preventiva e Adattata. L'equipe ha pensato un percorso per persone che hanno subito interventi di chirurgia oncologica e che sono a rischio di complicanze a lungo termine, ritenendo il canottaggio utile alla prevenzione e al sostegno di patologie del drenaggio linfatico, definendo una serie di esercizi e circuiti a corpo libero adatti alle specificità della patologia in questione e creando un percorso di adattamento strutturato alla pratica del canottaggio. Questo programma di sport-terapia segue le più recenti linee guida internazionali ed è svolto sotto la supervisione del Prof. Antonio Spataro, Direttore dell'Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del Coni e Medico Federale della Federazione Italiana Canottaggio. Il programma scientifico di ricerca è oltretutto sviluppato con la collaborazione del Prof. Paolo Tondi, presidente della Società Italiana di Flebo-linfologia ed il monitoraggio e le valutazioni durante la riabilitazione post-operatoria coordinate dal Dott. Girolamo Tartaglione, Responsabile del Servizio di Medicina Nucleare dell'Ospedale Cristo Re di Roma. Il protocollo di allenamento del progetto Sport2feel è strutturato in sessioni di gruppo con frequenza bisettimanale: ogni sessione prevede una fase di attivazione iniziale di riscaldamento, una fase centrale di esercitazione al remoergometro, in vascavoga e in barca, ed una fase finale di allungamento e rilassamento.
Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un'altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.
Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Ноябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930