Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Pallanuoto al via, il ritorno di Rudic: "Sono molto gasato"

Pallanuoto al via, il ritorno di Rudic: "Sono molto gasato"
Ratko Rudic
ROMA - Il pomeriggio di apertura del centesimo campionato italiano di pallanuoto ha dentro una prima volta che ha quasi dell'incredibile. A Bogliasco è di scena la Pro Recco, e sulla panchina degli Imbattibili siederà Ratko Rudic. Mai prima il tecnico croato, 70 anni, aveva allenato una squadra di club. Per lui dal 1984 solo nazionali: Jugoslavia, Italia, Usa, Croazia e Brasile, con quattro ori olimpici, l'ultimo dei quali a Londra 2012. L'approdo a Recco del grande demiurgo del Settebello dei primi anni Novanta ha un obiettivo primario: la Champions League, che alla Pro del presidente Maurizio Felugo sfugge dal 2015. L'aria in città è elettrica.

Cosa ha visto in queste settimane, Rudic?

"Un entusiasmo incredibile e grande eccitazione. Speriamo di essere all'altezza di tante aspettative. Sappiamo di dover fare meglio della Recco del recente passato, non è facile perché fare meglio significa vincere la Coppa, essere i migliori d'Europa. Ci proveremo".

Com'è allenare un club rispetto a una nazionale?

"Diversissimo, ma non è mai troppo tardi per imparare. Sono molto gasato".

Lei, Larry Brown nel campionato di basket, Velasco nel campionato di volley: è l'annata dei grandi maestri.

"Forse è un caso, forse no. Sono sicuro che tutti e tre metteremo a disposizione tutta la nostra esperienza, i nostri sport non sono cambiati e abbiamo continuato a farlo bene il nostro lavoro, dovunque siamo stati, ci siamo aggiornati, non abbiamo mai smesso di studiare. A Recco semmai abbiamo un problema, uno solo".

Quale?

"Non abbiamo una piscina nella quale allenarci e giocare le partite. Dobbiamo andare a Sori per il campionato e alla Sciorba di Genova per la Coppa. È incredibile, stiamo parlando della squadra che vince ininterrottamente il campionato italiano dal 2006. Andiamo avanti, sarà comunque una gran bella avventura".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31