Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

MotoGp, Austria: Lorenzo batte Marquez, Dovizioso ? terzo

ZELTWEG - Vince una Ducati, quella di un gigantesco Jorge Lorenzo che la spunta su Marquez al termine di un duello stratosferico, con un'accelerazione da urlo del maiorchino all'inizio dell'ultimo giro e poi un sorpasso all'esterno da libri di storia. Dovizioso sale sul podio, ma con questo 3° posto deve con ogni probabilità dire addio alle ultime speranze di lottare per il mondiale. Ci sono 3 Rosse nelle prime 5 moto sul traguardo, questa è una pista che sembra disegnata per i gioielli di Borgo Panigale (3 successi consecutivi con 3 piloti diversi): Petrucci è 5°. Valentino, in sella ad una Yamaha evidentemente in crisi, è stato il migliore dei suoi: l'umile, coraggiosa sesta posizione al traguardo gli consente comunque di mantenere il 2° posto in classifica. Però i punti del pesarese sono 142, il gap dal Cannibale sale a 59 punti e restano ancora (solo) 8 corse in programma: oggi Marquez ha messo il titolo in cassaforte.
Lorenzo: "Una delle mie più belle vittorie" - Lorenzo, 3° successo stagionale con la Gp18, non sta nella pelle dalla gioia: "Non mi aspettavo che Marc fosse così veloce all'inizio. Ho resistito, cercando di risparmiare gomme e benzina. Io ero più forte in salita, lui in frenata. All'ultimo giro non mi aspettava sull'esterno, sono andato via: è una delle mie più belle vittorie in MotoGP". Marquez sorride: "Ho dato veramente tutto, volevo subito creare un bel vantaggio sulle Rosse ma mi hanno raggiunto, e la differenza si vedeva sul rettilineo. Ci ho provato, oggi era impossibile battere la Ducati". E Dovizioso, podio agrodolce: "Purtroppo non sono riuscito a guidare come avrei voluto e ho finito le gomme. All'inizio ho cercato di passare Jorge, ma forse ho consumato troppo i pneumatici. O magari avevo sbagliato la scelta (2 gomme medie, contro le 2 morbide di Lorenzo), non so. Sono molto deluso perché volevo davvero vincere".
MotoGp, Austria: Lorenzo batte Marquez, Dovizioso ? terzo

Lorenzo taglia per primo il traguardo
Condividi
Una partenza da brividi - Sorpreso al via da Dovizioso, Marquez ha chiuso il forlivese alla prima curva sulla destra: i 2 si sono sfiorati di millimetri lasciando gli spettatori col fiato sospeso e Lorenzo ne ha approfittato per mettersi davanti, ma dopo un giro il catalano ha cominciato a comandare. Il terzetto ha fatto subito il largo rispetto ad un gruppo che dopo 4 giri aveva già 2 secondi e mezzo di ritardo. Tra i protagonisti dell'Altra Gara, Valentino snocciolava sorpassi come un rosario: dalla quinta fila (14°) al 10° dopo 4 giri, a battagliare caparbio. Petrucci benino, con Crutchlow che però gli ha subito soffiato la quarta posizione; Iannone in difficoltà, Vinales ancora peggio.
Il Cannibale prova la fuga - Miglior tempo al 3° e poi 4° giro: il Cannibale ha subito provato l'allungo e con il passare dei minuti il vantaggio sulle Rosse ha continuato ad aumentare. Sette decimi dietro il maiorchino e un secondo il DesmoDovi, dopo un terzo di gara: il forlivese si è reso conto che era arrivato il momento di superare il compagno di squadra per evitare la fuga impossibile di Marquez. Ma Lorenzo non aveva nessuna intenzione di farsi da parte. Dietro, Valentino (8°) ha continuato a migliorare i suoi crono e dopo 13 giri ha infilato anche Pedrosa.
MotoGp, Austria: Lorenzo batte Marquez, Dovizioso ? terzo

Valentino Rossi
Condividi
La battaglia del Dream Team - A metà della corsa il gap delle Gp18 si è ridotto di qualche decimo, al 16° giro il terzetto si è ricompattato, alla tornata seguente Lorenzo ha attaccato feroce il connazionale però poco dopo è andato largo, e Marc ne ha subito approfittato. E' cominciata una sfida furibonda tra i campioni del futuro Dream Team della Honda, con il maiorchino di nuovo in testa e Dovizioso che per evitare un pericoloso contatto ha perso qualche decimo dalla coppia.
La resa del DesmoDovi - Quattro giri alla fine, e il forlivese si è come arreso: 2 secondi di ritardo sui Duellanti, addio alle ultime speranze di tornare in corsa per il mondiale. Lorenzo stava dimostrando che l'idea di montare delle gomme morbide davanti e dietro era tutt'altro che temeraria, ma quando mancavano 3 tornate è andato largo. Marquez si è infilato con un ghigno ed ha provato subito ad aumentare. Tutto finito? Manco per sogno: Jorge ha reagito di rabbia tornando davanti. E Marc gli ha restituito il favore poco dopo. Molto più lontano, Valentino risaliva sino alla sesta piazza. Vinale, il suo compagno di squadra, alla fine chiuderà solo 12°, davanti a un deludente Iannone.
MotoGp, Austria: Lorenzo batte Marquez, Dovizioso ? terzo

Lorenzo festeggia con il suo team
Condividi
Jorge, un sorpasso capolavoro - All'inizio dell'ultimo giro la Ducati del maiorchino approfittava del rettilineo per passarlo ancora, il catalano reagiva con la Honda avanti di centimetri però Lorenzo resisteva e - porfuera! - ritornava primo, e a quel punto il campione del mondo in carica non poteva fare altro che arrendersi al connazionale. Con questo successo, Jorge sale al 3° posto della classifica. Un punticino davanti a Dovizioso, il grande sconfitto di Zeltweg.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31