Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

L'Inter stende l'Atletico Madrid: Lautaro Martinez piega i colchoneros

MADRID - L'Inter chiude la prestagione con una sfida dal sapore di Champions. Al Wanda Metropolitano, che ospiterà la prossima finale della Coppa Campioni, i nerazzurri hanno sfidato e vinto 1 a 0 contro l'Atletico Madrid, che a Ferragosto sarà in campo a Tallin contro il Real per la Supercoppa Europea. Luciano Spalletti si affida al 4-2-3-1 con Brozovic in mediana accanto a Vecino, alle spalle di Icardi, Politano a destra, Lautaro al centro e Asamoah a sinistra. L'Inter inizia concentrata e in cerca del gol prima con Icardi (11') poi con Brozovic (14').
L'atletico cerca di alzare il ritmo, ma le iniziative di Correa e Lemar non sorprendono la linea difensiva della squadra di Spalletti. L'Inter c'è e trova anche la rete del vantaggio (31'). La firma è quella di Lautaro Martinez: cross di Asamoah dalla sinistra, Martinez si lancia sul secondo palo e con un destro al volo batte Oblak. L'Inter c'è, l'Atletico è in difficoltà. Nel finale del primo tempo da segnalare un gol annullato ai padroni di casa con il Var: un errore di Miranda favorisce un gol di Correa.
Ma il Var segnala la posizione irregolare dell'attaccante: gol annullato. Nella ripresa i padroni di casa alzano il ritmo, i nerazzurri attendono e pungono in contropiede. La formazione del Cholo Simeone ci prova con Godin e Juanfran. Ma Handanovic non si fa sorprendere, neanche nel finale da un colpo di testa pericoloso di Vitolo. L'Inter chiude l'International Champions Cup con un solo gol subito.
Spalletti può sorridere e dedicarsi a preparare la prima di campionato tra sette giorni in trasferta a casa del Sassuolo. I nerazzurri rientrano in Italia con una vittoria ma con il sogno Modric che sta per sfumare: il croato è infatti entrato in campo nel trofeo Bernabeu contro il Milan accolto da un'ovazione. Ma, fino a lunedì, nulla è da dare per scontato.
Del possibile arrivo del centroampista croato ha parlato anche Spalletti a fine gara: "Modric? Non lo so, se ne occupa il direttore - ha detto il tecnico - ma già il fatto che uno che ha vinto la Champions possa essere interessato a vestire la maglia dell'Inter mi riempie già di gioia. Penso sia difficile prendere giocatori come quelli, ma è stata brava la società a creare l'interesse giusto per lui".
INTER DOUBLEFACE, SPALLETTI FURIOSO - "Sì, va bene un bel gol quello di Lautaro Martinez, ma lui deve essere bravo a dialogare coi compagni, se no il gol che hai fatto serve a poco", ha aggiunto Spalletti, visibilmente irritato, a fine gara. Il tecnico ha analizzato il match: "Tra i due tempi c'è stata una differenza. Nel primo tempo è stata un'ottima Inter, nel secondo è stata un'Inter che deve migliorare". E ancora: "La mia sensazione è quella di aver saputo gestire la partita nel primo tempo, poi l'Atletico ha messo giocatori che in un decimo di secondo sanno capire se puntare o scaricare dietro, sanno leggere se andare tra le linee e sono capaci di succhiarti la posizione. Bisogna lavorare sulla completezza, la qualità e l'insistenza. Nel secondo tempo siamo calati molto, loro sono fortissimi".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031