Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

MotoGp, Yamaha chiede scusa a Rossi e Vinales: "Non abbiamo lavorato bene"

ZELTWEG - "Vogliamo chiedere scusa ai nostri piloti: non abbiamo lavorato bene, ci sono dei problemi e non siamo ancora riusciti a trovare la soluzione. Manchiamo di accelerazione, ci sono problemi nell'elettronica, le prestazioni sono basse. Sapevamo che questo non era il circuito più adatto alle nostre moto, Vinales ha avuto anche delle difficoltà tecniche. Ci impegneremo di più, sperando di tornare competitivi. Dopo questa gara è in programma un test a Misano, dopo quella di Silverstone un altro ad Aragon. Perdonateci". Kouji Tsuya, ingegnere responsabile del progetto Yamaha, parla a sorpresa a nome dell'azienda giapponese: si scusa pubblicamente, è emozionato mentre si rivolge ai giornalisti che attendono di parlare con Rossi e Vinales. "Uno dei nostri giorni più difficili, abbiamo toccato il fondo", dicono alla Yamaha.
Valentino che domani parte in quinta fila, Vinales in quarta: non vincono da 20 gare. Un disastro. "Le scuse vanno bene, grazie. Ma sarebbe meglio arrivassero i risultati", taglia corto il Doc. "Speriamo già domattina di fare un piccolo passo avanti, di limitare i danni in gara e prendere qualche punto". Maverick tira un lungo sospiro: "Abbiamo il potenziale ma la moto non va, è più di un anno che noi piloti lo diciamo. Speriamo di trovare presto una soluzione".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31