Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

MotoGp, Le Mans, Rossi pensieroso: "Siamo indietro, essere tra i primi 5 ? un'impresa"

LE MANS (FRANCIA) - "Ci siamo avvicinati molto negli ultimi giorni. Mancano pochi dettagli". Andrea Dovizioso e la Ducati sono pronti a rinnovare per altri 2 anni. Alla vigilia del gp francese il numero 4 sembra motivato, nonostante l'incolpevole disastro di Jerez. "Marquez ha 24 punti di vantaggio, ma non sono preoccupato: anche lui commette degli errori, potrà accadere ancora. Io però devo solo concentrarmi sulle mie gare: e andare forte in quelle piste dove lo scorso anno abbiamo avuto qualche problema". Quella di Le Mans, ad esempio? "La nuova carena potrà darci dei vantaggi, ma molto dipenderà dal grip e dalle gomme. Sono fiducioso".
LORENZO: "POSSIAMO VINCERE QUALCHE GARA" - Il suo compagno di squadra Lorenzo giura di essere arrivato in Francia "molto convinto". E spiega: "I nuovi pezzi hanno 'calmato' l'aggressività della Rossa. "Adesso la Gp18 è più stabile e tranquilla, va bene per il mio stile di guida. Possiamo finalmente trovare quei risultati che prima ci sono stati negati dalla sfortuna".
Il maiorchino è ventesimo in classifica con solo 6 punti. "Non ce lo meritiamo. Però ad Jerez sono andato forte, e i test del Mugello sono stati positivi: so che da qui alla fine della stagione non potrò vincere il mondiale, ma qualche corsa sì". Anche lui vorrebbe rinnovare con Borgo Panigale. Chissà. Gli chiedono se davvero potrebbe fermarsi per un anno sabbatico. "No. Se mi fermo, lo faccio definitivamente".
UN VALENTINO POCO OTTIMISTA - "Ci vorrà un po' di tempo per avere quelle novità che ci servono per migliorare. Ma vediamo se nelle piste per noi storicamente 'buone' - tipo qui a Le Mans e al Mugello - possiamo comunque fare meglio. Ma essere nei primi 5 è sempre un'impresa", confessa il Doc. "Dopo la pausa estiva del 2017 la Honda ha fatto un grande passo avanti, la Ducati lo aveva già fatto, la Suzuki è migliorata questo inverno. E noi? Aspettiamo", tira un sospiro il pesarese.
Dicono che con la Vr46 potrebbe fare subito un team in MotoGP, grazie alle Yamaha non ufficiali. "Sarebbe bello, ma non riusciamo a fare in tempo. E poi, non adesso che sto correndo io. Forse quando smetterò. Comunque vada, parliamone tra 2 anni". Non sembra molto ottimista - "Non, in generale non lo sono. Nei test abbiamo provato poche cose, conosciamo troppo bene i nostri limiti. Ma sono sicuro che - prima o poi - troveremo un rimedio".
ZARCO: "QUESTO È IL MOMENTO GIUSTO" - Iannone dopo i due podi consecutivi ci ha preso gusto. "Vicino alla vittoria? Dipende dal tracciato. Se fossimo in Australia, sarei molto ottimista. Qui in Francia ve lo saprò dire nei prossimi giorni".
Chi sorride sempre è il solito Marquez. Anche se Le Mans non è una posta tradizionalmente favorevole alle Honda. "La prima parte della stagione è andata molto bene. Qui in Francia negli anni passati perdevamo molto in accelerazione, un problema che però abbiamo risolto. Mi sento bene, i test sono stati interessanti. Voglio ancora di più".
Zarco gioca in casa, tutti dicono che è il grande favorito. "Arrivo qui in una situazione perfetta, decisamente meglio di quanto mi aspettavo. Dovrò fare le cose giuste al momento giusto. Il mio obiettivo è lottare per il titolo: se succede quest'anno, perché no?".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031