Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Lazio, Inzaghi: ''Presto per fare i conti, a Firenze serve una grande gara''. Immobile in dubbio

ROMA - Il derby è stato un sospiro di sollievo, il pareggio ha permesso alla Lazio di ripartire e mettere alle spalle la delusione di Europa League. Una prestazione positiva, a cui Inzaghi ora vuole dare seguito già con la Fiorentina per concludere al meglio questo finale di stagione e centrare un posto nella prossima Champions League: "Sappiamo cosa rappresenti la stracittadina per noi, per la città e i nostri tifosi. I ragazzi sono stati bravissimi, non era semplice, in meno di 72 ore da una grande delusione, abbiamo fatto un ottimo derby. Abbiamo messo in campo cuore ed energia, tutti hanno dato quello che potevano. Fino all'espulsione di Radu stavamo giocando bene, sono arrivate risposte positive".
INZAGHI E IL DUBBIO IMMOBILE: "DECIDERÒ NELLE PROSSIME ORE" - Il tecnico però non intende fare tabelle, meglio pensare una partita per volta e concentrarsi esclusivamente con la Fiorentina: "Le tabelle non le ho mai fatte. Non bisogna pensare alle 6 partite, ma a quella che viene: è la cosa più importante. Dobbiamo fare una grande gara a Firenze, è presto per fare i conti. La Fiorentina ha preso un gol nelle ultime 7, veniva da 6 vittorie consecutive, poteva vincere anche con la Spal. Hanno ceduto giocatori importanti, ma ne hanno comprati tanti. L'allenatore lo conosco, è bravo, preparato, ha dato una fisionomia alla squadra". Per l'occasione, tra l'altro, potrebbe avere dei problemi in attacco, visto che Immobile è in forse: "Ha preso una bruttissima botta nel derby sul collo del piede, stamattina ha lavorato in acqua, abbiamo escluso infrazioni, è sicuramente tra i convocati, vedremo come starà lui e come staranno gli altri. A correre non ha problemi, potrebbe averne con il pallone. Si recupera fisicamente riposando, abbiamo un obiettivo importante. Se non dovesse partire titolare, ho Caicedo e Nani che sono due giocatori di livello e la scelta cadrà su uno dei due. Eccetto Radu e Patric sono tutti convocati, domani dopo il risveglio muscolare sceglierò la formazione migliore. Lulic? Ha giocato partite ravvicinate, anche lui si è allenato. È uno di quelli che ha speso tanto, dovrò valutare bene. Anche Lukaku negli ultimi giorni è riuscito ad allenarsi con continuità. Vedremo".
"A OGNI SQUADRA SERVONO EQUILIBRI: GUARDATE LA JUVENTUS" - Sul ballottaggio a tre per due posti tra Milinkovic, Luis Alberto e Felipe Anderson: "Per me non è difficile, probabilmente lo è più per loro. A Udine hanno giocato insieme, ma in generale penso che una squadra debba avere degli equilibri. Anche le altre che hanno tanti giocatori importanti scelgono di volta in volta, la Juventus è una caso lampante: ogni volta fa lo stesso con Higuain, Dybala e Mandzukic. Se un giocatore rimane fuori non vuol dire che non sia importante, penso che non ci si debba far influenzare solo dall'undici iniziale". Dal primo minuto partirà sicuramente Caceres: "È un giocatore che ho voluto fortemente, perché ci può aiutare tantissimo. Lo ha fatto nel primo mese, poi ha avuto un problema fisico. Lui è molto generoso, non si è mai fermato e ha continuato ad allenarsi anche se obiettivamente non era al massimo. Da 15 giorni si allena nel migliore dei modi e penso che con la Fiorentina possa partire dall'inizio".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Апрель 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30