Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Basket, playoff Nba: partenza falsa Cleveland, Harden trascina Houston

WASHINGTON – Colpaccio Indiana in casa di Cleveland e LeBron per la prima volta in carriera conosce il sapore della sconfitta all’esordio nei play-off. Il Prescelto aveva fin qui collezionato 12 successi su 12 alla prima uscita della postseason, ma Victor Oladipo (32 punti) trascina i Pacers al 98-80 sui Cavs. Indiana costruisce la sua impresa nel primo quarto, dove si porta sul +21, gap che i Cavs non riusciranno a colmare nonostante la tripla doppia di James (24 punti, 12 assist e 10 rimbalzi). Sulla sconfitta dei Cavs pesano le serate negative di Green (0/7 dal campo) e di Love (appena 9 punti).

BOSTON OK ALL’OVERTIME – Restando a Est, Boston riesce a piegare Milwaukee solo all’overtime (113-107) con 24 punti e 12 rimbalzi di Horford che cancella così la tripla della disperazione a 0″6 dalla sirena con cui Middleton (31 punti per lui) aveva firmato il 99-99 prolungando la sfida. Fra i Celtics bene anche Rozier (23 punti) e Tatum (19 punti e 10 rimbalzi), ai Bucks non basta un Antetokounmpo da 35 punti, 13 rimbalzi e 7 assist. E’ proprio il greco, con l’apporto di Middleton, a firmare il 96-96 a 10” dalla sirena prima del +3 di Rozier che sembra porre fine alle ostilità. Middleton, però, manda tutti all’overtime. I Bucks, spunti dall’entusiasmo volano sul +4 prima del ritorno prepotente dei padroni di casa che con Horford, Rozier e Tatum chiudono i giochi in gara-1.

HARDEN MORDE I WOLVES – A Ovest sale in cattedra James Harden (44 punti) e Houston si porta sull’1-0 contro Minnesota al termine di una gara tutt’altro che facile: 104-101 il risultato finale della prima sfida, con Butler che manca il pari a un secondo e mezzo dalla fine. I T-wolves, infatti, nonostante l’ottavo posto in regular season fanno tremare la miglior squadra della Lega con Wiggins (18) e Rose (16) che compensano alla serataccia di Towns limitato al minimo indispensabile da un ottimo Capela, autore poi di 24 punti e 12 rimbalzi.

GEORGE-WESTBROOK, I THUNDER CI SONO – Oklahoma lancia un messaggio alla Western Conference: 116-108 sugli Utah Jazz con un Paul George mostruoso, autore di 36 punti con otto triple e il 65% dal campo, coadiuvato dal solito immenso Russell Westbrook, a segno con 29 punti, 13 rimbalzi e 8 assist. Dopo la partenza a razzo dei Jazz (16-4) i Thunder, trascinati da Carmelo Anthony, ricuciono lo strappo e chiudono la prima frazione in parità (25-25). Il sorpasso arriva nel secondo quarto con George che inizia il suo personale show con 14 punti e un parziale chiuso sul 54-48. Nella ripresa sale in cattedra anche Westbrook e con quei due al comando Oklahoma prende il volo per non essere più ripresa.

WESTERN CONFERENCE

Oklahoma City Thunder-Utah Jazz 116-108 (1-0);

Houston Rockets-Minnesota Timberwolves 104-101 (1-0).

EASTERN CONFERENCE

Boston Celtics-Milwaukee Bucks 113-107 ot (1-0);

Cleveland Cavaliers-Indiana Pacers 80-98 (0-1).
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Апрель 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30