Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Lazio-Roma 0-0: dal derby un punto per la Champions

ROMA - Lazio e Roma avanzano a braccetto. Il derby capitolino finisce con un pareggio a reti bianche che permette alle due squadre di mantenere il terzo posto in coabitazione. I biancocelesti convincono di più sotto il profilo del gioco, ma i giallorossi - in superiorità numerica nell'ultimo quarto d'ora per l'espulsione di Radu - collezionano le migliori occasioni e possono recriminare per i due legni colpiti. Di Francesco, dunque, non riesce a sfruttare fino in fondo l'onda lunga dell'entusiasmante successo in Champions contro il Barcellona, mentre Inzaghi ottiene una convincente risposta dopo il tracollo di Salisburgo in Europa League.
ANDERSON PREFERITO A LUIS ALBERTO - I pochi dubbi di Simone Inzaghi vengono sciolti in favore di Luiz Felipe in difesa e Felipe Anderson a supporto di Immobile, preferiti rispettivamente a Bastos e Luis Alberto. Di Francesco conferma l'assetto tattico proposto contro il Barcellona: l'unica novità è Bruno Peres a destra, con Florenzi in panchina dopo l'attacco influenzale delle scorse ore. In avanti Schick, che ha la meglio su Under, e Nainggolan sono chiamati a muoversi in appoggio a Dzeko.
MEGLIO LA LAZIO IN AVVIO - Il ritmo è subito vertiginoso: le squadre si affrontano con aggressività e costringono il direttore di gara a interrompere spesso il gioco. La Lazio parte meglio e mette in apprensione la Roma grazie soprattutto alla rapidità di uno sgusciante Felipe Anderson. Gli uomini di Di Francesco mantengono alta la linea difensiva e fanno scattare la trappola del fuorigioco per arginare gli scatti in profondità di Immobile. Sfruttando una percussione centrale proprio del bomber di Torre Annunziata, al 7' Parolo arriva al tiro dall'interno dell'area: la conclusione è potente, ma non inquadra la porta.
CRESCE LA ROMA, PALO DI PERES - Nonostante la squadra di Inzaghi si confermi più tonica fino almeno alla mezz'ora, il match rimane molto intenso e tattico, con poche occasioni da rete. Nel finale di frazione, però, i giallorossi alzano il ritmo e costruiscono la migliore palla gol. Al 38', infatti, Nainggolan serve con il contagiri Bruno Peres, il cui diagonale si stampa sul palo. Pochi secondi dopo è Kolarov a far venire i brividi al popolo laziale con un cross forte e teso, sul quale Dzeko manca l'impatto a centro area.
ESPULSO RADU - Il secondo tempo inizia sulla stessa falsariga del primo: la Lazio appare più determinata. La compagine di Inzaghi, mostrando un'ottima tenuta atletica, fa la partita e costringe la Roma sulla difensiva. Al 66' Milinkovic inventa un delizioso tocco sotto che smarca Immobile, ma il tiro dell'attaccante sfila sul fondo. Il punteggio non si schioda dallo 0-0 e a dare una scossa al finale del match è il rosso a Radu che riduce i biancocelesti in inferiorità numerica a dieci minuti dal 90'. Di Francesco getta nella mischia El Shaarawy e passa al 4-2-3-1. Pur con l'uomo in meno è la Lazio ad avere una clamorosa chance, quando il tiro a botta sicura di Marusic, servito da una sponda i petto di Lucas Leiva, viene deviato in angolo da El Shaarawy.
GIALLOROSSI NON SFRUTTANO L'UOMO IN PIU' - Il finale è tutto di marca giallorossa: la Roma si riversa in avanti e nello spazio di appena un minuto e mezzo colleziona tre ottime opportunità per conquistare l'intera posta in palio. Dzeko colpisce due volte di testa da centro area e si vede dire di no prima da Strakosha, poi dalla traversa. Poco dopo ci prova con un bolide da fuori che manca lo specchio di un soffio. L'ultimo sussulto lo regala Milinkovic-Savic che prova a sorprendere, senza fortuna, Alisson da distanza siderale. Ognuna delle due contendenti avrà le sue buone ragioni per rammaricarsi, ma tutto sommato il punto le accontenta entrambe e consente di tenere dietro l'Inter.
LAZIO-ROMA 0-0

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic (14′ st Lukaku); Felipe Anderson (14′ st Luis Alberto); Immobile (37′ st Bastos). In panchina: Guerrieri, Vargic, Caceres, Wallace, Basta, Murgia, Di Gennaro, Lukaku, Nani, Caicedo. Allenatore: Inzaghi.

ROMA (3-4-2-1): Alisson; Fazio, Manolas (29′ st Florenzi), Juan Jesus; Peres (37′ st El Shaarawy), Strootman, De Rossi, Kolarov; Schick (10′ st Under), Nainggolan; Dzeko. In panchina: Skorupski, Lobont, Capradossi, Lo. Pellegrini, Silva, Florenzi, Lu. Pellegrini, Gonalons, Gerson, Antonucci. Allenatore: Di Francesco.

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.

NOTE: serata umida, terreno in buone condizioni, spettatori 50.000. Ammoniti: Leiva, Juan Jesus, Luiz Felipe, Radu, Strootman. Espulso al 34'st Radu per doppia ammonizione. Angoli: 7-2 per la Lazio. Recupero: 0′; 3′.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031