Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Serie B: Empoli pi? vicino alla A, frenano Frosinone, Palermo e Bari

ROMA - L'Empoli è sempre più vicino alla serie A. Batte anche (3-2) la Pro Vercelli e porta a 11 i punti di vantaggio sulla terza. Alle spalle della capolista pareggiano tutti. Palermo e Frosinone restano agganciate al secondo posto facendosi riprendere nel finale, rispettivamente da Cremonese (1-1) e Spezia (1-1). Due risultati di cui, oltre al Parma, bloccato sullo 0-0 nell'anticipo dal Cittadella, non approfitta neppure il Bari che si fa rimontare da 0-2 a 2-2 a Pescara. In chiave playoff finisce con un nulla di fatto (1-1) lo scontro diretto tra Perugia e Venezia, strappa un buon punto il Carpi che raggiunge al 94' (1-1) il Brescia. In coda vittoria d'oro (0-3) della Ternana a Novara mentre finiscono in parità (1-1) gli scontri diretti Entella-Avellino e Salernitana-Cesena. Nell'altro anticipo, netto successo (3-0) del Foggia sul Cesena.
EMPOLI-PRO VERCELLI 3-2

L'Empoli infila contro la Pro Vercelli il 21° risultato utile consecutivo e veleggia verso la promozione. La capolista si fa sorprendere al 9' da Bifulco, bravo a triangolare con Castiglia e a battere Gabriel con un preciso sinistro rasoterra in girata. Palla al centro e arriva, però, l'immediato pari (10'), realizzato da Caputo in tuffo di testa su cross dalla destra di Di Lorenzo. L'Empoli insiste e al 33' ribalta il risultato con Zajc che, smarcato in area da Krunic, supera Pigliacelli con un preciso destro a fil di palo. Gli azzurri non si rilassano e, in avvio di ripresa (47'), calano il tris con un sinistro ravvicinato al volo di Luperto su angolo dalla destra di Pasqual. La Pro non s'abbatte e al 56' accorcia le distanze con Castiglia che devia da due passi un sinistro in scivolata di Raicevic su cross dalla destra di Ghiglione. L'Empoli non si spaventa, controlla senza patemi i disperati assalti dell'ultima in classifica e, nel finale, legittima il successo sfiorando per due volte il 4-2 con il subentrato Traoré che, in una circostanza, colpisce la traversa.
Serie B: Empoli pi? vicino alla A, frenano Frosinone, Palermo e Bari

Palermo-Cremonese 1-1
Condividi
PALERMO-CREMONESE 1-1

Il Palermo si fa riprendere nel finale dalla Cremonese e sciupa l'occasione per staccare il Frosinone. Dopo un primo tempo equilibrato, con un'occasione per parte (Camara e Gnahoré), i rosanero cambiano passo in avvio di ripresa. Mandano altre due avvisaglie a Ujkani con Murawski e Gnahoré e al terzo tentativo sbloccano il risultato (61') con Coronado, lesto a riprendere di testa una corta respinta di Ujkani dopo un tiro di Rispoli. La Cremonese non ci sta e, dopo aver sfiorato il bersaglio con Piccolo, pareggia i conti all'83' con il subentrato Scamacca che irrompe in scivolata sul primo palo su un cross dalla sinistra di Piccolo.
FROSINONE-SPEZIA 1-1

In pieno recupero il Frosinone si fa riprendere dallo Spezia e manca l'opportunità di restare da solo al 2° posto. Dopo un'ora di grande equilibrio, con due occasioni per parte (traversa di Pessina e tiro di poco a lato di Ammari per lo Spezia, conclusioni a fil di palo di Dionisi e Krajnc per il Frosinone), i padroni di casa sbloccano il risultato (57'): il gol lo realizza Dionisi su rigore concesso dall'arbitro Minelli per un tocco col braccio in scivolata di Giani su un tiro dal limite di Koné. Il Frosinone manca il colpo del ko con Citro e Ciano e rianima lo Spezia che, dopo aver fatto le prove generali con Granoche, pareggia con Pessina che trasforma al 93' un secondo rigore, stavolta accordato per un'evidente trattenuta di Crivello su Giani.
Serie B: Empoli pi? vicino alla A, frenano Frosinone, Palermo e Bari

Frosinone-Spezia 1-1
Condividi
PERUGIA-VENEZIA 1-1

Il Perugia respinge l'assalto del Venezia e conserva il 6° posto. Gli umbri partono forte ma mancano per due volte il bersaglio con Germoni e Diamanti. Il Venezia viene fuori alla distanza e, dopo aver mancato una buona occasione con Marsura, sblocca il risultato (57') con un perfetto colpo di testa di Modolo su angolo dalla destra di Stulac. Il Perugia si rimbocca le maniche e, dopo aver fallito una ghiotta opportunità con Di Cesare, pareggia (85') con il subentrato Bonaiuto che raccoglie in area sulla destra un tiro rimpallato di Gustafson e supera Audero con un preciso sinistro in diagonale.
PESCARA-BARI 2-2

Il Bari si fa rimontare due reti all'Adriatico e manca un'opportunità d'oro per riavvicinarsi al 2° posto. Gli abruzzesi falliscono in avvio una buona occasione con Capone e vengono immediatamente puniti (22') da Nené che batte di testa Fiorillo sfruttando un cross dalla destra di Henderson. Il Pescara sciupa il pari con Mancuso e al 32' incassa lo 0-2 da Anderson che va via in contropiede, vince un rimpallo e batte di nuovo il portiere biancazzurro con un preciso destro in diagonale. Il Bari fallisce lo 0-3 con Galano e rinfranca gli avversari che in avvio di ripresa (47') accorciano le distanze con un preciso destro in diagonale di Mancuso, smarcato in area da Valzania. La gara s'accende e le occasioni fioccano. I padroni di casa vanno vicini al 2-2 con Pettinari (3) e Valzania, gli ospiti falliscono il colpo del ko con Cissé e il subentrato Busellato (palo). All'88' il Pescara resta in 10 per l'espulsione, per somma di ammonizioni, di Campagnaro ma non s'arrende e al 93' è premiato: Machin dalla trequarti destra calcia una punizione in area per Pettinari che con un pregevole tocco d'esterno sinistro di controbalzo insacca il pallone a fil di palo alla destra di Mikai.
Serie B: Empoli pi? vicino alla A, frenano Frosinone, Palermo e Bari

Pescara-Bari 2-2
Condividi
BRESCIA-CARPI 1-1

All'ultimo secondo il Carpi riprende il Brescia e porta a casa un punto preziosissimo in chiave playoff. Gara a lungo dominata dai lombardi. La squadra di Boscaglia per un'ora manca occasioni in serie con Furlan, Torregrossa (3) e soprattutto Caracciolo che al 59' scivola sul dischetto calciando malamente a lato un rigore concesso dall'arbitro Guccini per un fallo di Capela su Torregrossa. L'Airone' non s'abbatte e all'81' si riscatta realizzando l'1-0 con un pregevole destro al volo in mezza rovesciata su corta respinta della difesa biancorossa. Sembra fatta e, invece, al 94' arriva l'1-1 del Carpi, realizzato da Melchiorri con un bel destro in girata in diagonale su torre di Garritano.
NOVARA-TERNANA 0-3

La Ternana dà seguito al successo sul Cittadella strappando 3 punti pesantissimi a Novara. Dopo un'occasione per parte (Montalto e Orlandi), sono gli ospiti a passare con un bel colpo di testa parabolico sotto l'incrocio di Carretta su cross dalla sinistra di Signori. La gara resta equilibrata e, dopo un'altra opportunità per parte (Paolucci e Puscas), gli umbri piazzano un micidiale uno-due in 2' che di fatto, chiude la partita: al 58' arriva il raddoppio di Favalli che batte Montipò con un gran sinistro a fil di palo. Quindi, al 60', è Carretta a calare il tris: entra in area sulla destra e piega le mani al portiere con un forte sinistro sul primo palo. Il Novara si riversa in avanti ma non riesce a trovare neppure il gol della bandiera con Orlandi e Di Mariano.
ENTELLA-AVELLINO 1-1

All'Entella non bastano 90' all'attacco per vincere lo scontro diretto con l'Avellino. I liguri sciupano almeno 4 occasioni nel primo tempo con La Mantia, Cremonesi, Aliji e Belli e in avvio di ripresa (52') vengono puniti da Asencio che batte Iacobucci con un perfetto colpo di testa su cross dalla sinistra di Molina. L'Entella si rimbocca le maniche e al 77' pareggia meritatamente con Ceccarelli che si fa trovare pronto sul secondo palo su un angolo dalla sinistra di Aramu, prolungato di testa da De Luca. Gli uomini di Aglietti insistono ma mancano, nel finale una buona occasione per il 2-1 con Cremonesi.
SALERNITANA-CESENA 1-1

La Salernitana riprende il Cesena e si tiene a distanza dalla zona retrocessione. I campani colpiscono un palo con Kiyine e al 18' vengono puniti di Mancini che batte Radunovic con un preciso colpo di testa su cross dalla trequarti destra di Donkor. Gli uomini di Colantuono reagiscono con rabbia ma falliscono diverse occasioni per pareggiare nel primo tempo con Rosina (3) e Bocalon (2). Il Cesena tira un sospiro di sollievo ma non riesce ad approfittarne con Schiavone. Nella ripresa i granata insistono e al 70' vengono premiati: l'1-1 lo realizza Rosina con una perfetta punizione a giro dal limite.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930