Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli, in settemila al Meazza per crederci ancora. Reina sfida il suo futuro

NAPOLI - L'arma in più del Napoli è il ritrovato entusiasmo, onda lunga della rimonta quasi incredibile di domenica scorsa con il Chievo, che ha avuto un effetto tonificante sul morale dei tifosi e soprattutto dei protagonisti. La marcia di avvicinamento alla sfida contro il Milan è infatti scivolata via in un clima molto disteso, leit motiv della intera settimana di allenamenti e pure della seduta di rifinitura a Castel Volturno, alla vigilia della partenza con un volo charter per l'aeroporto di Linate. Tra i convocati ci sono di nuovo anche Albiol e Jorginho, che hanno scontato le rispettive squalifiche e si riprenderanno a San Siro il loro posto tra i titolari, permettendo dunque a Maurizio Sarri di mandare in campo quasi la formazione migliore. L'unica staffetta è prevista in difesa, dove toccherà a Maggio prendere numericamente il posto di Mario Rui, fermato a sua volta per un turno dal giudice sportivo. Il veterano azzurro sarà schierato sulla destra, però, col trasloco su quella sinistra (sguarnita per l'assenza forzata del portoghese) di Hysaj. È quasi sicura invece la conferma in attacco del diffidato Mertens, che non sta attraversando un periodo brillante di forma. Ma Milik non ha ancora i 90' nelle gambe e in ogni caso il turn over sarà rimandato al turno infrasettimanale di mercoledì notte al San Paolo contro l'Udinese, che almeno sulla carta sembra un po' più abbordabile.
Sullo sfondo c'è già la imminente super sfida del 22 aprile a Torino contro la Juve. Prima ci sono però da giocare altre due partite e il Napoli è consapevole di non poter commettere errori a San Siro, per non compromettere in anticipo le sue ultime chance di lottare per il tricolore. Ne sono convinti pure i tifosi, che hanno preparato una maxi carovana per la trasferta a Milano, dove dovrebbero essere circa in 7 mila. La rimonta contro il Chievo ha dato la carica a tutto l'ambiente azzurro, riaccendendo di colpo le speranze della squadra di Sarri di coronare il sogno scudetto. Ma molto dipenderà dal pomeriggio di fuoco allo stadio Meazza, particolarmente emozionante soprattutto per Reina. Il portiere s'è infatti promesso per la prossima stagione ai rossoneri ed è atteso dunque da 90' ancora più intensi, specialmente dal punto di vista emotivo. Nella cena di giovedì scorso con i compagni il leader spagnolo ha tuttavia promesso di dare fino alla fine il suo massimo contributo alla causa, per poi salutare a testa alta. Il futuro può e deve attendere. Ci sono prima da affrontare le ultime sette finali.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Апрель 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30