Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Juventus, Khedira: "Non facciamoci travolgere dalla rabbia"

Juventus, Khedira: "Non facciamoci travolgere dalla rabbia"
(agf)
TORINO - Guardare avanti per non farsi travolgere dalla delusione e dalla rabbia: "La stagione non è ancora finita". I postumi della delusione Champions League continuano a condizionare l'umore della Juventus, beffata nel finale da "un rigore non chiaro e per questo da non fischiare": ma nella testa di Sami Khedira, intervistato da Sky e Mediaset, "le scorie non faranno inceppare l'ingranaggio Juve, ancora in corsa per conquistare il settimo scudetto in fila e la quarta Coppa Italia consecutiva, "impresa mai riuscita a nessuno".
TRA LE GRANDI D'EUROPA - Nell'urna di Nyon alle 13, le palline delle semifinaliste erano soltanto quattro, eppure sul campo la Juventus ha ampiamente dimostrato di potersela giocare alla pari con il Real nonostante il tracollo dell'andata: "Giocare al Bernabeu e rimontare è quasi impossibile - prosegue il centrocampista tedesco -, l'abbiamo fatto per 90 minuti, ma a volte le partite durano di più". Naturale la delusione a fine partita, dopo aver percepito il profumo dell'impresa salvo vederla evaporare con il rigore realizzato da Ronaldo: "Anche oggi è dura dopo quella partita fantastica, che nessuno si aspettava. Abbiamo dimostrato di essere una delle migliori squadre d'Europa. Ma il calcio è così e noi dobbiamo accettarlo e congratularci con il Real, pur essendo orgogliosi di quanto fatto, anche se siamo rimasti a mani vuote. Piangerci sopra e cercare scuse non serve, ora dobbiamo guardare avanti e concentrarci sullo scudetto e la Coppa Italia che sono due grandi obiettivi".
RIGORE NON CHIARO - Inutile cercare e addurre scuse, anche se quel rigore a tempo quasi scaduto non è stato ancora assimilato ed elaborato dai bianconeri: "Si poteva dare il rigore, ma non bisogna farlo, all'ultimo minuto devi essere sicuro al 100% che ci sia un fallo e l'arbitro non era sicuro, ha aspettato due o tre secondi prima di decidere. E per concederne uno all'ultimo minuto di una partita così importante non devi avere dubbi. Per questo a fine partita eravamo tutti arrabbiati".
GUARDARE AVANTI - Fondamentale quindi guardare avanti, per non vanificare anche il cammino in Italia, chiudendo un girone da imbattuti visto che l'ultima sconfitta risale all'andata contro la Sampdoria, avversaria di domenica all'Allianz Stadium. "Nei primi due giorni si può essere feriti, dal terzo si deve guardare avanti: la stagione non è finita - ha spiegato Khedira -, dobbiamo ritrovare la concentrazione, possiamo fare qualcosa di speciale vincendo il settimo scudetto e la quarta Coppa Italia consecutiva, impresa mai riuscita a nessuno". Contro la Sampdoria di Giampaolo, "un'ottima squadra", sarà necessario conquistare i tre punti, puntando poi il Crotone arrivando nel migliore dei modi alla sfida del 22 aprile con il Napoli: "Sarà una grande partita per tutti gli amanti del calcio e i nostri tifosi ci daranno una grossa mano".
EMRE CAN E VAR - Dopo averlo criticato ad inizio stagione, il Var è stato invocato mercoledì sera in Europa dai bianconeri, svolta necessaria per aumentare l'equità del calcio: "Se devo essere onesto a inizio stagione non ne ero entusiasta, perché era nuovo e interrompeva il gioco per troppo tempo, ma ora sta migliorando e può aiutare il calcio a essere più giusto". Chiudendo con un giudizio sul suo compagno di nazionale, Emre Can, vicino all'approdo in bianconero: "L'ho sentito ma non so che decisione prenderà per il suo futuro. Però sicuramente è un profilo molto interessante ed è giusto per la Juventus del futuro".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930