Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Nuoto, Assoluti: Pellegrini, vittoria e dubbi. Paltrinieri super negli 800

Nuoto, Assoluti: Pellegrini, vittoria e dubbi. Paltrinieri super negli 800
Gregorio Paltrinieri (lapresse)
RICCIONE - C'è la firma di Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, due delle stelle di prima grandezza del nuoto italiano, nella terza giornata dei campionati assoluti primaverili UnipolSai in svolgimento allo Stadio del Nuoto di Riccione. Cinque giorni di gare sulla Riviera romagnola che servono per qualificare gli azzurri ai campionati europei di Glasgow dal 3 al 9 agosto. La campionessa veneta, portacolori del circolo canottieri Aniene, conquista il titolo nei 100 stile libero imponendosi con il non strepitoso crono di 54″42, davanti ad Erika Ferraioli (55″33) e Laura Letrari (55″63), mentre il 23enne di Carpi - oro europeo a Londra 2016 e Berlino 2014, argento e bronzo iridato a Kazan 2015 e Budapest 2017, nonché campione olimpico, mondiale e continentale dei 1500 stile libero - vince gli 800 stile libero in 7'45"53.
PELLEGRINI: "NON MI SPIEGO UN TEMPO COSI' ALTO" -"Non mi spiego come ho fatto a nuotare un tempo così alto, non so cosa dire. Stamattina ho fatto lo stesso crono senza faticare, nel pomeriggio in gara secca non mi sono praticamente migliorata e non riesco a spiegarmelo", commenta delusa la Divina, seguita al Centro Federale di Verona dal tecnico Matteo Giunta, riferendosi al tempo che è oltre un secondo più lento del suo record italiano di 53″18. "Ad Atlanta in pieno carico ho fatto decisamente meglio, ora devo studiarlo insieme al mio staff", aggiunge la campionessa di Spinea ai microfoni di Rai Sport.
PALTRINIERI: "HO TROVATO LE RISPOSTE CHE CERCAVO" - In precedenza Paltrinieri aveva nuotato la miglior prestazione stagionale, con passaggi in 26"96, 55"68, 1'24"47, 1'53"81, 2'23"10, 2'52"76, 3'22"00, 3'51"65, 4'21"09, 4'50"60, 5'19"83, 5'49"46, 6'19"91, 6'48"65 e 7'15"59. "Onestamente il tempo non mi interessa più di tanto in questa fase della stagione - spiega superGreg, tesserato per Fiamme Oro e e Coopernuoto e allenato al Centro Federale di Ostia da Stefano Morini - Cercavo risposte sulla nuotata che sono arrivate. Mi sono sentito più potente nelle gambe ed è un'ottima indicazione. Dopo il raduno in Australia, sono rientrato da poco in Italia e non posso essere al top: sono comunque molto soddisfatto".
CUSINATO SFIORA RECORD NEI 200 MISTI: "ARRIVERA' A GLASGOW" - Emozioni anche nella finale dei 200 misti al femminile, con Ilaria Cusinato, già prima nei 400 misti, che si impone con la miglior prestazione italiana in tessuto in 2'11"26 ad un centesimo dal record italiano griffato da Alessia Filippi il 29 maggio 2009 a Pescara. La 19enne di Cittadella - tesserata per Fiamme Oro e Team Veneto, bronzo continentale in vasca corta a Copenaghen - abbassa di oltre un secondo il primato personale (era 2'12"71) e sale al secondo posto tra le performer europee stagionali, lasciandosi alle spalle Sara Franceschi (2'13″36) e Carlotta Toni (2'14″33). "Peccato per il record, arriverà a Glasgow: è nelle mie corde - afferma Cusinato, che studia cinese e portoghese ed è attesa dalla maturità - Questo tempo mi trasmette grande fiducia, confermando che il percorso che ho intrapreso è giusto".
LO JUNIOR CECCON A SEGNO NELLA GARA MASCHILE - Nella corrispondente gara maschile secondo titolo e secondo record italiano juniores, dopo quello nei 100 dorso, per Thomas Ceccon (2'00″43). L'enfant prodige di Thiene - tesserato per Leosport, allenato da Alberto Burlina e Riccardo Wenter - tocca in 2'00"43, abbassando di sessantadue centesimi il 2'01"05 registrato da Alberto Razzetti (terzo in questa gara in 2'01″08) lo scorso 2 agosto a Roma e staccando di cinquanta il capitano azzurro Federico Turrini (Esercito/Nuoto Livorno) secondo in 2'00"93. "Non mi pongo limiti e non so ancora quale gara mi piaccia di più - afferma il 17enne veneto, che diventa il quinto performer italiano - Sono stanco ma carico".
MIRESSI BRUCIA DOTTO NEI 100 STILE - Tra i maschi prepara lo zaino per Glasgow Alessandro Miressi che conquista il titolo con il personale 48"36 (23"58), cancellando il 48"71 stampato ai primaverili dello scorso anno. Il 19enne di Torino - tesserato per Fiamme Oro e CN Torino e preparato da Antonio Satta - sale al quarto posto tra i nuotatori italiani. "E' una emozione incredibile e non mi aspettavo proprio questa vittoria - sottolinea Miressi - In questi giorni mi sentivo bene, le sensazioni erano ottime: sono felicissimo". Gara di altissimo livello. Scende sotto il limite tabellare (48"7) anche il recordman italiano Luca Dotto. Il 28enne di Campospiero - campione europeo dei 100 e semifinalista olimpico dei 50, nonché argento iridato a Shanghai nel 2011 - chiude in 48"56. Ma salgono sull'aereo per gli Europei anche Ivano Vendrame (Esercito/Larus), terzo in 48"98, e Lorenzo Zazzeri (Esercito/FlorentiaNuotoClub), quarto in 49"07, per una staffetta 4×100 stile libero che proverà a difendere l'argento conquistato a Londra nel 2016.
QUADARELLA AGLI EUROPEI NEI 1500 DONNE - Missione compiuta in prospettiva continentale anche per Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene), che detta legge nei 1500 stile libero femminili toccando in 15'57"66, con a completare il podio Martina De Memme (Esercito/Nuoto Livorno) con il personale di 16'15"33 , e Giulia Gabbrielleschi (Fiamme Oro/Nuotatori Pistoiesi) in 16'19"52.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031