Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

F1, Vettel pronto per la Cina: "Ottimisti, ma equilibri saranno diversi"

SHANGHAI - Col bottino pieno dopo le prime due gare del Mondiale di Formula 1, Sebastian Vettel si presenta in Cina come leader della classifica iridata e uomo da battere. La folle strategia adottata in Bahrain che ha permesso al tedesco di stare davanti alle Mercedes ha reso ancora più forti le certezze della scuderia di Maranello che a Shanghai punta al tris. Il tedesco, però, predica prudenza e si coccola la sua 'Loria'. "Le ultime gare sono andate bene, ma è inutile guardare indietro, cerchiamo di fare il nostro lavoro, vogliamo sempre fare bene e siamo noi stessi a metterci sotto pressione per essere all'altezza delle aspettative".
IN CINA CAMBIA TUTTO - "Abbiamo imparato delle lezioni e cercheremo di metterle in pratica - sottolinea Vettel pensando al passato -. Qui è tutto diverso, le condizioni sono diverse, è una pista piuttosto unica e ovviamente cambia il bilanciamento della macchina, le gomme da montare. Nel complesso, comunque, dovremmo andare bene anche se è difficile fare previsioni. Ma questo valeva anche per le prime due gare per cui aspettiamo e vediamo cosa succede".
VERSTAPPEN RISPONDE AD HAMILTON - Il Gran Premio del Bahrain ha mostrato un certo nervosismo da parte del campione del mondo, Lewis Hamilton, che aveva criticato nei giorni scorsi la guida di Max Verstappen dopo il contatto con la Red Bull. "Le frecciate di Hamilton? Solo perché è semplice dare la colpa al pilota più giovane, ma non per questo cambierò il mio modo di guidare". La seccata replica dell'olandese. "Credo sia stato un incidente normale, nulla di troppo rischioso - aggiunge in conferenza stampa alla vigilia delle prove libere del Gp di Cina-. Solo che a me è andata male. In Messico la manovra aveva funzionato, stavolta non ci siamo dati spazio a sufficienza. Ma sono le gare. Se sarà necessario parlerò con Lewis, ma non penso di aver fatto nulla di sbagliato. Ho cercato di superare e ho preso un rischio calcolato. Non vedo perché dovrò modificare il mio stile di guida e non capisco perché tutti siano così interessati a questo argomento".
HAMILTON PER RICUCIRE LO STRAPPO - E il quattro volte campione del mondo prova a concetrarsi solo sulla rincorsa a Vettel: "Non credo che la Ferrari sia superiore in termine di strategia - ha spiegato Hamilton -. Ha fatto un lavoro migliore, ha costruito una macchina più aggressiva e credo sia impossibile per chiunque dire che noi siamo più veloci di loro o che loro sono più veloci di noi, è una questione di millimetri, di frazioni di secondo e loro hanno fatto meglio di noi nelle prime due gare".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031