Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Diritti tv, Mediapro versa in Lega 64 milioni: ora il bando e le trattative

Diritti tv, Mediapro versa in Lega 64 milioni: ora il bando e le trattative
(agf)
ROMA - Diritti tv, un passo avanti forse decisivo. E' stato notificato infatti alla Lega di serie A il versamento dell'acconto per il triennio 2018-21 da parte di Mediapro. Il gruppo audiovisivo spagnolo, vincitore del bando in qualità di intermediario indipendente, ha accreditato l'importo dovuto (50 milioni di euro più Iva) con un giorno di anticipo sulla scadenza fissata. Si tratta del 5 per cento del corrispettivo relativo alla prima stagione di licenza: la cifra esatta, Iva compresa, è pari infatti a 64.050.061 euro. Cifra che adesso tranquillizza i presidenti di serie A, assai preoccupati nei giorni scorsi. I dirigenti di Mediapro sono stati a Milano la settimana scorsa: si sono incontrati con Gaetano Miccichè, nuovo presidente della Lega, con l'avvocato Paolo Nicoletti, subcommissario, con Luigi De Siervo, ad di Infront che è l'advisor, e con i legali sia di Lega che di Infront. Sono stati chiariti tutti i dubbi sul provvedimento dell'Antitrust e Mediapro ha mantenuto così la parola, addirittura con un un giorno di anticipo.
La data scadeva infatti domani, martedì 27 marzo, quando a Roma, al salone d'onore del Coni, è convocata un'assemblea di serie A, voluta da commissario Giovanni Malagò, particolarmente attivo in questi giorni. Ora Mediapro ha due settimane per garantire una fidejussione da un miliardo più Iva, ma avendo ormai versato la caparra non si potrà più tirare indietro (rischierebbe cause miliardarie...). Anzi, nei prossimi giorni i dirigenti catalani presenteranno subito un bando che rispetta le linee guida della Agcm e potranno iniziare, in qualche caso continuare, le trattative con le emittenti e con tutti quelli che possono essere interessati al prodotto. Che farà Sky? Aspetterà la fidejussione o inizierà a trattare? Il nodo è proprio Sky che dovrebbe versare la cifra più consistente, 650 milioni circa, e che finora ha avuto l'atteggiamento più duro. Poi Mediaset Premium (200 milioni) e gli operatori del web (Perform, Tim?) e della telefonia (Vodafone?). Mediapro ha garantito alla Lega 1 miliardo e 50 milioni l'anno, per tre stagioni, e adesso deve rientrare dell'investimento. Se le cose andranno via lisce, ma ci vorrà ancora molto tempo, allora la Lega metterà in cassa circa 1400 milioni all'anno (venduti già i diritti esteri per 370 milioni e da vendere ancora Coppa Italia e Supercoppa per una cinquantina di milioni), un incremento del 25 per cento rispetto al passato. Un colpo eccezionale per il calcio italiano.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031