Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Atalanta, con la Juve senza Gomez. Gasperini: ''Non dite che ci scansiamo''

BERGAMO - Tanta voglia di stupire ancora, anche per alimentare il sogno europeo. E' quella che anima l'Atalanta, pronta a recuperare mercoledì il match in casa della Juventus valido per la ventiseiesima giornata di campionato, settima di ritorno. Una sfida sulla quale saranno puntati tanti occhi, considerando l'importante che riveste nella corsa scudetto che vede protagonisti i campioni d'Italia e il Napoli.
GASPERINI: "L'ATALANTA NON SI E' MAI SCANSATA" - "Capisco l'esigenza di tenere il campionato aperto, ma se facciamo risultato è per noi stessi - chiarisce l'allenatore Gian Piero Gasperini nella tradizionale conferenza stampa della vigilia -. Non ci siamo mai scansati nelle tre competizioni, su questo non devono esserci dubbi. Arriviamo bene a questa partita: la vittoria di Bologna è stata una bella iniezione di morale e fiducia, oltre ad aver migliorato la nostra classifica. Sappiamo che ci aspetta una gara difficile, anche perché la Juve in questo momento ha il morale a mille per essere tornata in testa e ha i numeri che parlano per lei, ma se riuscissimo a fare risultato ci avvicineremmo a chi ci sta davanti".
"NELLE ULTIME SFIDE CE LA SIAMO GIOCATA CON LA JUVE" - Il tecnico dei nerazzurri bergamaschi è consapevole che servirà la migliore Atalanta per fermare i campioni d'Italia, ma anche che la sua squadra nel recente passato ha fatto soffrire i bianconeri di Allegri. "Nelle ultime sfide con la Juve ce la siamo giocata. Dobbiamo mettere la stessa attenzione e concentrazione viste nell'ultima partita contro di loro in coppa, sapendo che stavolta abbiamo due risultati su tre - spiega l'allenatore piemontese -. Per l'Europa ci sarà battaglia tra tante squadre: ci sono ancora molte partite, non è il momento di fare tabelle. Dobbiamo pensare solo a noi stessi. Abbiamo bisogno di fare un certo numero di vittorie per agganciare chi ci sta davanti".
GOMEZ A RIPOSO: "IMPOSSIBILE NON CAMBIARE CON 3 GARE IN UNA SETTIMANA" - Alla luce dei numerosi impegni ravvicinati Gasperini farà ricorso a un po' di turn over. E tra gli assenti dovrebbe esserci anche Gomez, il leader della squadra. "Giocando tre partite in una settimana, compresa quella di domenica a Verona, è normale cambiare qualche giocatore. Gomez ha un risentimento alla coscia, un postumo della partita di Bologna giocata su un campo molto pesante, anche Petagna è da verificare insieme a Rizzo e Bastoni - spiega il tecnico nerazzurro, che nega comunque un caso 'Papu' - Ha avuto episodi sfortunati contro il Borussia e la Juventus in Coppa Italia: se fossero entrati quei palloni si direbbe di lui come di un campione straordinario. Domenica invece l'ho visto in calo morale, da capitano deve reagire: per raggiungere l'Europa League ci servono la testa sgombra e il miglior Papu".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930