Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Juventus, la primavera di Dybala: i gol per scudetto e Champions

TORINO - Il termine match point è forse eccessivo, ma mercoledì il campionato potrebbe non essere più così entusiasmante come negli ultimi mesi. La Juventus prepara l'operazione allungo sul Napoli, che potrebbe concretizzarsi dopodomani: la sfida con l'Atalanta rappresenta un'occasione troppo ghiotta per essere sprecata dagli uomini di Allegri. La vittoria con l'Udinese e il pareggio del Napoli a San Siro con l'Inter sono stati il carburante per il tentativo di fuga bianconero: la sfida con i nerazzurri, avversari che Allegri ha sempre rispettato e temuto, potrebbe rappresentare il punto di svolta della stagione.
SQUADRA VERA - Undici vittorie consecutive in campionato, con l'ultimo ko datato 19 novembre a Marassi con la Sampdoria, il sedicesimo sorriso nelle ultime diciassette uscite, con il pareggio per 2-2 con il Tottenham accolto come una mezza sconfitta. La marcia della Juventus è impressionante e la vittoria con l'Udinese ha lasciato il segno per la semplicità con cui è arrivata. "Una partita seria, vinta di squadra" è stata la conferma di Allegri dopo il 2-0 con cui i suoi ragazzi hanno battuto i friulani, risultato che avrebbe potuto essere ancora più rotondo se Bizzarri non avesse disinnescato il rigore di Higuain. "Ora non abbassiamo la guardia, che ci aspettano due partite da cui vogliamo ottenere il massimo": la prima, quella di mercoledì, potrebbe essere lo slancio per il settimo scudetto, la seconda, quella di sabato sera con la Spal, l'ennesimo passo della marcia bianconera.
LA PRIMAVERA DI DYBALA - Il cambio di marcia ricorda sinistramente, per gli avversari naturalmente, la 'dybalamask', l'esultanza di Paulo Dybala ad ogni gol realizzato. Il primo, forse il più pesante di tutti, è arrivato in pieno recupero all'Olimpico di Roma contro la Lazio: un pareggio, rifacendosi alle ammissioni di Allegri a fine partita, sarebbe stato più giusto, ma il gol della Joya ha avuto il merito di gasare e rinvigorire i bianconeri e di abbattere il Napoli, che di lì a poco avrebbe incassato la pesante sconfitta con la Roma. L'intermezzo europeo di mercoledì, con il gol qualificazione segnato a Wembley, ha impreziosito ulteriormente il momento di Dybala, esploso definitivamente con la doppietta di domenica. Un gol su punizione di sinistro, un altro nella ripresa di destro su assist di Higuain: "nel finale di stagione avremo bisogno di Paulo e lui risponderà" aveva vaticinato Allegri. Più che una premonizione, la consapevolezza della forza della propria squadra: la primavera è da sempre il periodo decisivo della stagione e la Juve difficilmente sbaglia. L'ennesima prova del nove arriverà mercoledì e potrebbe avere esiti nefasti per l'equilibrio del campionato.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31