Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Crotone-Sampdoria 4-1: doriani irriconoscibili, Trotta li punisce

CROTONE - La voglia di salvezza rianima il Crotone che riscatta alla grande i capitomboli con Benevento e Spal, schiantando (4-1) una irriconoscibile Samp. Non c'è stata partita allo Scida. I doriani sono rimasti negli spogliatoi nei primi 45' regalando, di fatto, il match agli avversari che hanno segnato 3 reti e poi, nella ripresa, hanno sostanzialmente gestito il risultato. Cosa sia successo alla squadra blucerchiata proverà a capirlo in settimana Gaimpaolo. Quel che è certo è che, nel frattempo, Zenga si gode un Crotone ritrovato, sia nel gioco che nel morale. Una boccata d'ossigeno importantissima in vista dei prossimi difficili impegni con Roma e Fiorentina.
ZENGA RILANCIA TROTTA... - Perso per infortunio Budimir, Zenga ha rilanciato Trotta al centro dell'attacco. Poi, rispetto alla gara con la Spal: ha preferito Faraoni a Sampirisi e ha piazzato Stoian al posto di Barberis a centrocampo mandando Mandragora in cabina di regia. Sul fronte opposto Giampaolo, costretto a rinunciare all'indisponibile Bereszynski ha inserito Salaa destra e dato spazio alla stessa squadra che ha sconfitto l'Udinese preferendo di nuovo Linetty e Caprari a Praet e Zapata.
...E LUI LO RIPAGA SEGNANDO DOPO APPENA 6′ - La Samp non è mentalmente scesa in campo. Che non fosse giornata si è capito subito: al 5' Ferrari si è addormentato su un lungo rinvio di Cordaz e ha costretto Viviano a deviare in angolo un destro ravvicinato di Trotta, presentatosi solo davanti al portiere. Ma il gol è stato solo rinviato di pochi istanti. Sull'angolo seguente, infatti, Ceccherini di testa ha involontariamente deviato la palla sui piedi dell'accorrente Trotta che con un bel tiro d'esterno sinistro ha insaccato il pallone a fil di palo alla destra di Viviano.
SAMP INESISTENTE, CROTONE AVANTI 3-0 AL 36′ - La Samp ha accusato il colpo e al 23' ha incassato il raddoppio. Sala ha ingenuamente spinto in area Nalini dopo essersi fatto saltare e ha indotto Mazzoleni a decretare il rigore. Viviano ha respinto la conclusione forte ma centrale dagli 11 mt di Trotta ma nulla ha potuto sul successivo tap-in di Stoian. Giampaolo ha provato a cambiare qualcosa togliendo uno spento Ramirez e inserendo Zapata ma la musica non è cambiata. Il Crotone ha continuato a spingere e al 36' ha triplicato: su una respinta di testa dello stesso Zapata, Benali dal limite ha costretto a Viviano a volare sulla sinistra; sulla respinta è piombato Trotta che di esterno sinistro in diagonale ha insaccato. Il gol è stato inizialmente annullato da Mazzzoleni su segnalazione del guardalinee ma poi il Var ha sanato l'errore.
LAMPO DI ZAPATA, VIVIANO FA PATATRAC - Punta nell'orgoglio, la Samp ha tentato una reazione nella ripresa ma si è svegliata solo dopo aver rischiato per due volte di incassare il 4-0 sulle conclusioni di Nalini e Mandragora. L'avvisaglia del gol al Crotone l'ha mandata Quagliarella, impegnando per la prima volta Cordaz al 65'. La Samp, che nel frattempo ha perso per infortunio Sala, rimpiazzato sulla fascia da Barreto, ha insistito e al 69' ha ridotto le distanze: Murru ha pescato in area Zapata che, dopo un bel controllo di petto ha battuto di sinistro in girata il portiere rossoblu. Le ultime speranze degli uomini di Giampaolo solo svanite al 76' quando un destro di Quagliarella è stato alzato di un soffio oltre l'incrocio con un piede da Martella. La Samp s'è arresa e a completare la giornata no ci si è messo anche Viviano, l'unico oltre la sufficienza, che, dopo aver compiuto una prodezza per deviare sul palo un pallonetto di Simy lanciato in contropiede, ha maldestramente gettato la palla in rete, ostacolato dall'accorrente Silvestre. Per i doriani l'immagine emblematica di un pomeriggio da dimenticare in fretta.
CROTONE-SAMPDORIA 4-1 (3-0)

Crotone (4-3-3): Cordaz 6; Faraoni 6.5, Ceccherini 7, Capuano 7, Martella 7.5; Stoian 6.5 (17′ st Barberis 6), Mandragora 7, Benali 6.5; Ricci 6.5 (39′ st Sampirisi sv), Trotta 7.5, Nalini 7 (25′ st Simy 6.5). In panchina: Figliuzzi, Viscovo, Diaby, Pavlovic, Zanellato, Markovic, Crociata, Ajeti. Allenatore: Zenga.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 6.5; Sala 4 (14′ st Praet 5.5), Silvestre 4.5, Ferrari 4, Murru 4.5; Barreto 5.5, Torreira 5 (10′ st Capezzi 5.5), Linetty 5; Ramirez 4 (31′ pt Zapata 6); Quagliarella 5.5, Caprari 4.5. In panchina: Belec, Tozzo, Andersen, Alvarez, Strinic, Regini, Verre, Kownacki. Allenatore: Giampaolo.

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 6.

Reti: 6′ pt, 38′ pt Trotta, 23′ pt Stojan, 25′ st Zapata, 40′ st Viviano (autorete).

Ammoniti: Murru, Linetty, Martella.

Angoli: 9-3 per la Sampdoria.

Recupero: 3′; 4′.

Spettatori: 9 mila circa.

Note: giornata di sole, terreno in discrete condizioni. Durante il minuto di silenzio per Davide Astori giocatori abbracciati sulle note di "Le rondini" di Lucio Dalla. Al 13′ lungo applauso da parte di tutto lo stadio "Scida".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31