Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Cagliari-Lazio 2-2, Var ancora protagonista. Una magia di Immobile evita la beffa

CAGLIARI - Il pareggio (2-2) alla fine, non è un grande risultato per nessuna delle due, per la Lazio impegnata nella lotta per la Champions League, e per il Cagliari coinvolto nella lotta per la salvezza. Partita rocambolesca, dura, fallosa, mai perfettamente controllata dall'arbitro Guida, con due episodi da rigore (uno per la Lazio non dato senza nemmeno chiedere aiuto alle immagini e uno per il Cagliari dato solo dopo consultazione della moviola in campo) con l'applicazione e la metodologia di uso del Var ancora al centro delle polemiche. Botta e risposta per 90' con il bellissimo gol di tacco di Immobile (34 reti in stagione, eguagliato il primato di Chinaglia nell'anno dello scudetto) alla fine a siglare il pari finale.
Inzaghi, anche per coprire maggiormente la Lazio in difesa, ha scelto una squadra più conservativa. Anzitutto non ha rinunciato a De Vrij, di cui era programmato un turno di riposo in vista del difficile ritorno di Europa League a Kiev, e soprattutto coinvolto nel caso della convocazione davanti all'agenzia antidoping. E poi ha messo in panchina due dei tre fantasisti di cui dispone: fuori Milinkovic Savic e Felipe Anderson, confermato invece Luis Alberto accanto a Immobile. Mentre Lopez, orfano di Joao Pedro, sospeso dall'antidoping, mette Padoin regista e schiera in attacco la coppia Han-Pavoletti. Per entrambe le squadre modulo 3-5-2 a specchio.
Dopo una ventina di minuti di studio con una Lazio un po' più sciolta e decisa nel possesso palla che per altro frutta solo un tiro poco fuori di Luis Alberto, è il Cagliari ad andare in vantaggio (25'). Cavalcata incontrastata sulla sinistra di Miangue, che brucia Basta, crossa in area un bel pallone su cui svetta Han, sovrastando Radu, e colpisce di testa la traversa. Sul rimbalzo Pavoletti mette dentro.

La Lazio colta di sorpresa si rovescia rabbiosa nell'area del Cagliari. Immobile finisce a terra in un corpo a corpo con Ceppitelli, schiacciato tra il difensore e Barella. Probabilmente accentua un po' la caduta e l'arbitro Guida sorvola e anzi ammonisce Immobile anche per le fortissime proteste. Nessun dubbio comunque da parte dell'arbitro che non va nemmeno a consultare il Var. Facendo infuriare i biancocelesti. Per la Lazio comunque il gol è soltanto rimandato. Al 35' Luis Alberto dalla destra batte una punizione lunga e tesa su cui si avventa Leiva, Cragno non interviene in uscita e pressato dal centrocampista della Lazio Ceppitelli finisce col fare autogol di testa (1-1).
Per cercare di forzare la partita e ritrovare la vittoria nel secondo tempo Inzaghi manda dentro Felipe Anderson e Milinkovic Savic. Ma non c'è nemmeno il tempo di risistemarsi che la partita si ferma per un rigore a favore del Cagliari da rivedere al Var. C'è un fallo netto di Luiz Felipe che ostacola Pavoletti in uno scontro a tutta velocità. Sul momento l'arbitro Guida lascia correre, poi nel tumulto dello stadio e fra le proteste del Cagliari va a consultare il Var per almeno tre minuti. Si decide per il rigore, che Barella realizza portando il Cagliari sul 2-1.
La Lazio ha cercato disperatamente di riprendere la partita ma ha fatto anche errori clamorosi con Luiz Felipe che hanno perfino rischiato di inasprire il risultato. Alla fine però Immobile, che aveva cercato con grande testardaggine il gol, ha indovinato un clamoroso colpo di tacco al volo, azzeccando un pallonetto che si è infilato alle spalle di Cragno, non proprio ben piazzato, per il 2-2. Alla fine strette di mano a denti stretti, ma anche fischi e grande nervosismo.
Cagliari-Lazio 2-2 (1-1)

Cagliari (3-5-2): Cragno, Romagna, Ceppitelli, Castan; Faragò, Ionita (22' st Deiola), Barella (45' st Dessena), Padoin, Miangue; Han (36' st Farias), Pavoletti (1 Rafael, 26 Crosta, 3 Andreolli, 19 Pisacane, 38 Caligara, 7 Cossu, 24 Ceter, 9 Giannetti). All. Lopez

Lazio (3-5-1-1): Strakosha, Luiz Felipe, De Vrij (31' st Nani) Radu; Basta, Parolo (20' st Milinkovic-Savic), Leiva, Lulic, Lukaku (20' st Felipe Anderson); Luis Alberto, Immobile (23 Guerrieri, 25 Vargic, 15 Bastos, 4 Patric, 13 Wallace, 88 Di Gennaro, 66 Jordao, 96 Murgia, 20 Caicedo). All. Inzaghi

Arbitro: Guida di Torre Annunziata

Reti: nel pt 25' Pavoletti, 35' aut. Ceppitelli. 29' st Barella su rigore, 50' st Immobile

Recupero: 3' e 5'

Angoli: 4 a 1 per la Lazio.

Ammoniti: Lulic, Leiva, Ionita, Deiola, Radu per scorrettezze, Immobile per proteste.

Var: 1

Spettatori: 14.241.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31