Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Ciclismo, Tirreno-Adriatico: Landa vince in salita, Caruso nuovo leader

SASSOTETTO - Un capolavoro tattico di Mikel Landa illumina la quarta tappa della Tirreno-Adriatico. Lo spagnolo della Movistar, quest'anno libero dagli "ordini di scuderia" che in passato lo costringevano a primo gregario di Chris Froome nel Team Sky, ha battuto Majka e Bennett sul traguardo in salita di Sassotetto. Quarta piazza per Fabio Aru, a sei secondi di distanza, mentre è un altro italiano a sorridere: Damiano Caruso è il nuovo leader, con un secondo di vantaggio su Kwiatkowski, 11″ su Kelderman e 20″ proprio su Landa.
DUMOULIN SI RITIRA - Giornata particolarmente turbolenta, con il ritiro del vincitore del Giro d'Italia 2017, Tom Dumoulin, in seguito a una caduta: l'olandese ha riportato solamente diverse contusioni e abrasioni a petto, mano, braccio e gamba. Nessuna frattura per lui. A Landa è bastato uno scatto potente nell'ultimo tratto della salita per seminare il panico. "Ho deciso di attaccare dopo aver aspettato un po', vincere è il modo migliore per iniziare una stagione con una nuova squadra", ha dichiarato Landa, che ha messo in crisi il suo vecchio compagno ed ex leader della corsa, Geraint Thomas, frenato da un problema meccanico all'ultimo chilometro.
LA GIOIA DI CARUSO - Ne ha approfittato Damiano Caruso, nuova maglia azzurra della corsa: "Non mi aspettavo di riprendere la maglia ma oggi stavo bene, sapevo di poter fare una buona gara. Per me è un bel risultato, domani avremo un'altra tappa molto dura e potrebbe essere una buona opportunità per Van Avermaet". La Corsa dei Due Mari si concede un omaggio nobile nella quinta tappa, terz'ultima frazione in programma: si va da Castelraimondo a Filottrano, uno dei luoghi simbolo della carriera di Michele Scarponi, che proprio lì perse la vita nell'aprile del 2017. Landa ha dedicato la vittoria odierna proprio a Scarponi.
YATES "VEDE" LA PARIGI-NIZZA - Simon Yates ipoteca la vittoria finale della Parigi-Nizza. Il britannico della Mitchelton-Scott si aggiudica la settima e penultima tappa della corsa, da Nizza a Valdeblore La Colmiane, prendendo anche la maglia di leader. Un assalto nato sull'ultima salita, lunga 16.2 km con una pendenza media superiore al 6%: Yates ha rifilato un distacco di otto secondi al belga Teuns della Bmc e allo spagnolo Izagirre della Bahrain-Merida. Crollo improvviso per il precedente leader della corsa, Luis Leon Sanchez, arrivato al traguardo con un ritardo di oltre 4 minuti. Yates potrà quindi festeggiare dopo la passerella di domani, 110 km con partenza e arrivo a Nizza. Si è ritirato Arnaud Demare, che ha deciso di riposare in vista della Milano-Sanremo.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930