Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Genoa, Ballardini e la ricetta per il Milan: ''Corsa e intensit?''

Genoa, Ballardini e la ricetta per il Milan: ''Corsa e intensit?''
Davide Ballardini (agf)
Mister Ballardini, il Genoa deve ripartire dopo il passo falso di Bologna ma arriva il Milan che Gattuso ha saputo rilanciare.

"L'avversario più difficile. Assieme a Juventus e Napoli è la squadra che sta dando la maggiore dimostrazione di forza. Tatticamente sono estremamente chiari, per come si schierano in campo e per come giocano e per l'umiltà che dimostrano. Il Milan è anche estremamente motivato. Il Genoa non avrà alternative: correre e faticare molto con grandissima intensità. Sottolineo corsa e intensità, due caratteristiche dalle quali non potremo assolutamente prescindere".

Il Milan si batte solo correndo di più?

"Intanto quello deve essere il punto di partenza. Dopo una corsa occorrerà subito farne un'altra perché magari ci sarà da raddoppiare su un compagno e poi un'altra ancora per andare in sovrapposizione o a rubare un pallone. Tutte cose però che il Genoa in più di un'occasione ha dimostrato di saper fare. Sono fiducioso, il gruppo lavora sempre con grande attenzione e siamo una squadra bella da vedere anche in allenamento. Credo anche che faremo tesoro di quello che è successo a Bologna. Gli errori li fanno tutti: allenatore, giocatori, giornalisti. Noi abbiamo la fortuna di avere giocatori che non sono presuntuosi, sanno che l'errore ci può stare e che bisogna fare in modo che non si ripeta"

Corsa e intensità e poi?

"Grande chiarezza nelle due fasi di gioco. Non basterà solo difendere bene, anche la fase offensiva dovrà essere svolta con la stessa attenzione e pulizia. Senza dimenticare che di fronte ci sarà un avversario che ha una ventina di nazionali. Penso a Suso ma anche a Biglia, Bonaventura, Bonucci, Romagnoli e Rodriguez. Ne pensi uno e te ne viene in mente subito un altro. Ma è normale che il Milan abbia giocatori così, ci sarebbe da stupirsi del contrario".

È la fascia destra il settore dove lei non è ancora riuscito a trovare la soluzione giusta. Chi sceglierà questa volta. Rosi, Lazovic oppure Biraschi, un difensore?

"Posso solo dire che chi andrà in campo dovrà fare bene la fase difensiva chiudendo tutti gli spazi e poi dovrà essere bravo a ripartire con e senza il pallone. Ma questo vale anche per chi giocherà a sinistra e in mezzo al campo".

Lei e Gattuso siete gli allenatori che da subentrati avete la media punti più alta. Chi dei due sta facendo meglio?

"Non lo so e non sta a me dirlo, anche perché io sono abituato a guardare in casa mia. E poi le situazioni sono completamente diverse. A inizio stagione il Mlan aveva ambizioni di Champions e ora che, dopo una partenza difficile, la squadra si è assestata, i valori stanno venendo fuori. Il Genoa? So cos'era quando siamo arrivati e so cos'è adesso, ma questo non devo dirlo io".

Come mai Preziosi non le ha ancora proposto di rinnovare il contratto?

"Non è giusto parlare da parte mia di queste cose. La mia attenzione deve andare solo ed esclusivamente alla partita".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930