Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Real Madrid, il mea culpa di Zidane: "Un momento inaccettabile, io sono il responsabile"

MADRID - Estremo realismo e consapevolezza, fino ad assumersi tutte le colpe per il momento non brillantissimo dei blancos, ma anche ottimismo alla luce dei segnali di reazione in Liga dopo la 'manita' rifilata alla Real Sociedad. Non si nasconde dietro a un dito, insomma, Zinedine Zidane, tecnico di un Real Madrid che sta vivendo una stagione al di sotto delle aspettative (in campionato a -17 dal Barca, anche se con una partita in meno, e già fuori dalla Coppa del Re).
ZIDANE: "IO IL RESPONSABILE DI QUESTO MOMENTO DIFFICILE" - "Non stiamo rispettando le nostre ambizioni e la condizione attuale non è accettabile - riconosce Zizou intervenuto ai microfoni di Rtl France -. Mi sento il responsabile, ma ho il dovere di supportare i miei giocatori e stare al loro fianco qualsiasi cosa succeda. Al momento sono l'allenatore del gruppo e farò di tutto per restare qui. Ho preso la decisione di allenare questa squadra e quando le cose non vanno bene, che cosa faccio, dico che è colpa loro? No, sono io il responsabile di tutto questo. E' una situazione diversa da ciò che ci aspettavamo, ma bisogna viverla, fa parte del lavoro: dobbiamo accettarla e guardare avanti perché ci attendono delle partite importanti".
"GUIDARE IL REAL MI PIACE MA NON DURERA' IN ETERNO" - Alle porte c'è la sfida di andata degli ottavi di finale di Champions League contro lo 'stellare' Psg, ma l'allenatore francese non vuol sentire parlare di match da dentro o fuori per il suo futuro. "Cosa fare per mettere a tacere le critiche? Vincere le partite, non c'è altro da fare. Alla fine conta solo il risultato: o vinci o sei criticato, soprattutto nei grandi club - aggiunge Zidane, due Champions e una Liga negli ultimi due anni tra le altre cose -. Guardo a questa partita senza pensare alla prossima stagione. Guidare il Real mi piace molto, anche se so che questo non durerà in eterno, quando sarà il momento penseremo ad altro. Magari ad una terza vita, per prendersi veramente cura degli altri".
"IL PSG? MIGLIORANO OGNI ANNO, MBAPPE' E' ECCEZIONALE" - Sul prossimo avversario il timoniere delle merengues spende solo parole al miele. "E' una squadra ed un club che stanno cambiando. Stanno migliorando anno dopo anno e stanno facendo una stagione incredibile, non sono sorpreso. La gestione di Unai Emery è buona, sono i risultati a parlare per lui - conclude il marsigliese -. Ritengo che Mbappè sia un giocatore eccezionale".
RONALDO: ''CON PSG FAREMO VALERE ESPERIENZA'' - Dopo una stagione altalenante del Real Madrid, Cristiano Ronaldo nella doppia sfida Champions contro il Paris Saint Germain (mercoledì al Bernabeu l'andata degli ottavi di finale ndr) vuole dimostrare di essere ancora il protagonista indiscusso della competizione continentale. "Provo sempre ad essere al top ma, alle volte, le cose non vanno come vorremmo. L'esperienza mi ha insegnato che bisogna lavorare duro per raggiungere i nostri obiettivi", prosegue in una intervista al sito web 'Goal' il portoghese, unico giocatore ad essere andato in gol in ogni partita della fase a gironi. La sfida col Psg ha una carica simbolica importante con il Real a rappresentare la 'vecchia guardia' che opposta a una squadra giovane e di talento con Neymar e Kylian Mbappé. "Affrontiamo una squadra che ha in rosa giocatori eccellenti e che rispettiamo, ma abbiamo già dimostrato in passato di avere un gruppo forte e unito, con grande esperienza in questa competizione".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031