Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Volley, Superlega: Perugia prende il largo, Modena ok solo al quinto

ROMA - L'atmosfera della grande classica contro lo storico avversario Piacenza, galvanizza la Diatec Trentino. Dal confronto già andato in scena in passato tre volte in finale scudetto, la formazione gialloblù al PalaTrento ha raccolto i tre punti che inseguiva per restare in corsa per il quarto posto e ritrovato la vittoria casalinga in campionato che le mancava da poco più di un mese. Dopo la bella prestazione offerta a Latina, una importante conferma per i ragazzi di Lorenzetti, che nella nona giornata di ritorno di Superlega hanno piegato gli emiliani con un 3-0 (25-22, 25-19, 27-25) assolutamente legittimo nonostante l'avversario abbia lottato alla pari con i padroni di casa per due set, il primo ed il terzo. A maggior ragione la soddisfazione per aver chiuso la contesa in appena tre set è quindi grande, anche perchè la soluzione col massimo punteggio di scarto consente di guadagnare qualche punto decimale nel quoziente set rispetto a Verona (a segno a Monza per 3-1). Trascinata da Hoag (mvp del match con 17 punti, un muro, un ace ed il 56%), che evidentemente trae giovamento dal modulo con tre schiacciatori, la Diatec Trentino ha messo in mostra un attacco di squadra molto efficace (58% di squadra) ed un muro particolarmente compatto (9 block), che ha consentito numerose ricostruite. Con Kovacevic e Lanza altrettanto incisivi, per Giannelli è stato quindi più semplice variare il gioco e coinvolgere poi anche Zingel e Eder.
La Wixo LPR deve recriminare sull'aver dilapidato il promettente vantaggio acquisito in apertura di terzo set, ma Fei e Clevenot da soli non sono riusciti a contrastare la bella prestazione del gruppo gialloblù. Nell'anticipo di ieri, la Sir Safety Conad Perugia aveva ribadito la sua supremazia stagionale superando al PalaEvangelisti i campioni d'Italia della Cucine Lube Civitanova per 3-1 (23-25, 25-22, 25-19, 25-20), allungando a +7 in classifica sui marchigiani. L'Azimut Modena si conferma la terza forza della graduatoria ma deve soffrire contro la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, piegata per 3-2 (29-31, 20-25, 25-14, 25-21, 17-15). Successi casalinghi per la Bunge Ravenna, che batte la Taiwan Excellence Latina per 3-0 (25-17, 25-18, 28-26), e la Kioene Padova, che sempre per 3-0 (25-13, 25-21, 25-17) regola la BCC Castellana Grotte. Affermazioni esterne, infine, per la Calzedonia Verona, che espugna per 3-1 (25-21, 16-25, 25-20, 25-23) il campo della Gi Group Monza, e la Revivre Milano, che passa per 3-0 (25-22, 25-22, 25-16) davanti al pubblico della Biosì Indexa Sora.
Risultati della nona giornata di ritorno della Superlega:


Sir Safety Conad Perugia-Cucine Lube Civitanova 3-1 (23-25, 25-22, 25-19, 25-20) giocata sabato;

Gi Group Monza-Calzedonia Verona 1-3 (21-25, 25-16, 20-25, 23-25);

Diatec Trentino-Wixo LPR Piacenza 3-0 (25-22, 25-19, 27-25);

Azimut Modena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-2 (29-31, 20-25, 25-14, 25-21, 17-15);

Bunge Ravenna-Taiwan Excellence Latina 3-0 (25-17, 25-18, 28-26);

Biosì Indexa Sora-Revivre Milano 0-3 (22-25, 22-25, 16-25);

Kioene Padova-BCC Castellana Grotte 3-0 (25-13, 25-21, 25-17).
Classifica: Sir Safety Conad Perugia 60 punti, Cucine Lube Civitanova 53, Azimut Modena 51, Calzedonia Verona 42, Diatec Trentino 42, Revivre Milano 37, Wixo LPR Piacenza 35, Bunge Ravenna 35, Kioene Padova 33, Gi Group Monza 22, Taiwan Excellence Latina 22, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 13, BCC Castellana Grotte 10, Biosì Indexa Sora 7.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2018    »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728