Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Violenza negli stadi, in Serie A aumentano feriti e arrestati. Quelle di Lazio e Napoli le tifoserie pi? 'agitate'

ROMA - Serie A croce e delizia del calcio. Se da una parte lo scontro per il titolo tra Juventus e Napoli è probabilmente il più avvincente in Europa, il massimo campionato italiano è la pecora nera per quanto riguarda la violenza negli stadi. Rispetto alla passata stagione, infatti, le partite con feriti sono passate da 8 a 20 (tornando ai livelli del 2013-2014, quando i match con feriti furono 21), le persone arrestate aumentate da 3 a 15 e quelle denunciate da 80 a 215. L'unico segnale positivo è l'aumento dei biglietti staccati.
La serie B, invece, migliora su tutti i fronti: calo degli incontri con feriti (da 6 a 4), degli arrestati (da 10 a 5) e dei denunciati (da 181 a 58). I numeri arrivano dal report dell'Osservatorio del Viminale e riguarda il girone di andata dei campionati professionistici. Un'analisi che, come detto, registra una ripresa, seppure contenuta, di comportamenti "incivili" o "delinquenziali" dei tifosi che si mettono in viaggio, sulle autostrade o con il treno, per raggiungere gli stadi. Le tifoserie più agitate sono quelle di Lazio e Napoli.
Il documento mette a confronto la stagione in corso con quella precedente, tenendo in considerazione che quella attuale annovera meno incontri: 923 rispetto a 990. Nelle partite di serie A l'aumento di feriti si registra sia tra i civili che tra le forze dell'ordine e gli steward: si passa rispettivamente da 9 a 21, da 2 a 9 e da 1 a 2. Nella serie B le stesse voci fanno invece registrare un calo: rispetto alla scorsa stagione non ci sono feriti tra i civili (erano 2 nel 2016-2017) e tra le forze dell'ordine i feriti scendono da 7 a 4. Quest'anno uno steward è rimasto ferito, a differenza dello scorso anno dove nessuna pettorina gialla aveva subito danni.
Quanto alla Lega Pro, i dati si confermano in linea con quelli della scorsa stagione, fatta eccezione per le persone denunciate che quasi raddoppiano: da 82 salgono a 158.
A essere protagonisti di "comportamenti improntati all'illegalità", oltre agli accaniti supporter di Lazio e Napoli (9 "casi" a testa), secondo il report che esce dal Viminale e prende in considerazione i gironi di andata di serie A, B e C, le altre tifoserie da bacchettare per il comportamento tenuto in autostrada e negli autogrill, sono quelle di Foggia (5 episodi), Inter (5), Pisa (4), Siracusa (4), Benevento (3) e Roma (3). Altri 25 inconvenienti sono da attribuire, nel complesso, a un'altra ventina di tifoserie. Sui treni si sono registrate quattro condotte incivili da parte di alcuni sostenitori di Roma, Pisa, Brescia e Lucchese.
Dall'Onms non arrivano soltanto numeri. Il bilancio offre l'occasione per richiamare all'ordine società calcistiche e Leghe "carenti" nel controllo delle tifoserie. Manca "una vera collaborazione nella tutela dei profili legati alla sicurezza, fondamentale per compiere l'auspicato salto di qualità culturale" denuncia l'Osservatorio. "Il modello fino qui monitorato non è ancora quello descritto nel Protocollo del 4 agosto scorso, che vorrebbe un'azione congiunta del mondo dello Sport e di quello delle Istituzioni, bensì - è la constatazione - una 'versione' che, al momento, si sta reggendo su una sola gamba".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Апрель 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30