Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Sampdoria-Verona 2-0, tre punti 'europei' per i blucerchiati

GENOVA - Chi semina raccoglie. A 'Marassi' contro il Verona la Sampdoria domina nel primo tempo e coglie i frutti nella ripresa grazie alle reti di Barreto e Quagliarella (su rigore) che valgono il 2-0 finale. Ma il risultato sarebbe stato più rotondo se gli uomini di Giampaolo non avessero peccato di cinismo davanti a un Nicolas in versione Spiderman. Viviano, al contrario, non si sporca mai i guantoni: la squadra di Pecchia in attacco non si vede mai. Inizio tambureggiante dei blucerchiati, che si presentano davanti al portiere brasiliano per tre volte in un quarto d'ora. Apre le danze Caprari già al 2' con una conclusione da fuori su sponda di Zapata, Nicolas devia in angolo. Al 7' l'ex Pescara veste i panni dell'assistman e serve dalla destra un rigore in movimento a Linetty ma sul sinistro del centrocampista polacco Nicolas compie un autentico miracolo. All'11' ancora sugli scudi l'estremo difensore scaligero: numero a centrocampo di Torreira che lancia il solito Caprari, apertura sulla destra per Quagliarella che calcia in diagonale col destro, Nicolas allunga in corner con la punta delle dita. Quando finalmente riesce a superare il portiere ospite, la Samp sbatte contro Vukovic sulla strada del vantaggio: al 17' Caprari va via sulla sinistra e mette al centro per Quagliarella che colpisce di testa a botta sicura ma centra in pieno il difensore serbo che devia sul palo. E' un dominio della squadra di Giampaolo: due minuti dopo Nicolas scivola e sbaglia il rinvio, Quagliarella offre un cioccolatino da scartare a Zapata ma il colombiano calcia addosso al portiere. Dopo il ritmo infernale dei primi venti minuti la Samp inevitabilmente rifiata ma il Verona non ne approfitta per provare a pungere Viviano, mentre dall'altra parte il predominio territoriale dei padroni di casa si fa più sterile.
Si va al riposo sullo 0-0. Per centrare il meritatissimo vantaggio i padroni di casa devono aspettare pochi minuti dal rientro in campo. Azione a ventaglio dei blucerchiati: lancio di Torreira sulla destra per Quagliarella, cambio di campo per Caprari e traversone del numero 9 a premiare l'inserimento di Barreto, liberissimo in area piccola, che corregge facilmente in rete. La Samp non molla la presa: all'11' fuga dell'imprendibile Caprari e lancio in campo aperto per Quagliarella, la difesa scaligera respinge corto, sul pallone si avventa Barreto che serve in profondità Zapata sul filo del fuorigioco ma il tocco sotto del centravanti a scavalcare Nicolas in uscita finisce sopra la traversa. E' l'ultima azione del colombiano: al suo posto Giampaolo sceglie Kownacki, mentre Pecchia prova ad alzare il baricentro dei suoi con Verde per l'impalpabile acquisto invernale Aarons, in prestito dal Newcastle, e Calvano per Petkovic. I ritmi si abbassano ma la squadra di Pecchia non riesce proprio a concludere verso la porta di Viviano. Ci pensa il cannoniere Quagliarella a mettere in ghiaccio il risultato dal dischetto: sgambetto di Valoti in area su Kownacki, rigore ineccepibile e l'attaccante di Castellammare di Stabia firma la 17esima marcatura della sua stagione da record.

Dopo un altro paio di occasioni mancate da Kownacki (troppo egoista) e Quagliarella (che sbatte ancora contro l'ottimo Nicolas) Pairetto decide che basta così. La Samp tiene a distanza il Milan e allunga sull'Atalanta rinsaldando il sesto posto. Verona sempre penultimo.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031