Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli, nuovo stop per Ghoulam: frattura della rotula del ginocchio destro. Gi? operato

NAPOLI - La vigilia del Napoli, atteso dalla delicata sfida contro la Lazio allo stadio San Paolo, è stata turbata da una notizia choc. Durante la seduta di rifinitura a Castel Volturno ha infatti ceduto di nuovo il ginocchio destro di Faouzi Ghoulam, che era stato operato lo scorso 3 novembre per la rottura del legamento crociato. Stavolta si tratta della frattura della rotula. Il difensore algerino è stato operato a Villa Stuart Roma dall'ortopedico Mariani. "Faouzi Ghoulam è stato operato a Villa Stuart dal professor Mariani per una frattura trasversale di rotula destra -recita un comunicato del club-. L'intervento è perfettamente riuscito. Faouzi inizierà domani la riabilitazione. Sarà valutato tra 15 giorni e dovrebbe ritornare in campo per gli allenamenti tra un mese". Sotto choc anche Sarri e i compagni, attesi oltretutto da un ciclo di gare decisive.
Tre sfide in otto giorni al San Paolo, contro Lazio, Lipsia e Spal. Sulla carta sembrerebbe un bel vantaggio, per gli azzurri, tenendo conto del giustificato entusiasmo che circonda la capolista e del pienone annunciato soprattutto per lo scontro al vertice con la squadra di Inzaghi, a cui assisteranno almeno 45 mila spettatori. Dai numeri emerge però un dato statistico in controtendenza, visto che il gruppo di Maurizio Sarri ha volato per ora specialmente in trasferta, conquistando a Fuorigrotta appena 26 punti dei suoi 60 totali in classifica. In trasferta Hamsik e compagni vantano infatti un bilancio provvisorio di 11 vittorie e appena un pareggio, a Verona contro il Chievo. Decisamente inferiore la media nelle partite giocate in casa, con 8 successi, 2 pari e una sconfitta, subita oltretutto nello "spareggio" di andata per lo scudetto contro la Juventus, a novembre. Ce n'è dunque abbastanza per dare un peso solo relativo al fattore campo, anche se il dodicesimo uomo ce la metterà tutta per essere decisivo, congelando per il momento la amarezza per l'inatteso flop sul mercato invernale. Solo la curva A ha infatti contestato l'operato della società e del presidente Aurelio De Laurentiis.
Ma la stragrande maggioranza dei tifosi ha deciso di restare accanto al Napoli, anteponendo giustamente il sogno scudetto a qualunque altro discorso. Sta di fatto però che la coperta corta rimane un problema, a maggiore ragione dopo il nuovo ko di Ghoulam e con Milik ancora in convalescenza, per il gravissimo infortunio al ginocchio subito a settembre. Nel frattempo le scelte per gli azzurri sono quasi obbligate. La settimana di Sarri è stata infatti complicata dalle notizie in arrivo dall'infermeria, con ben 4 titolarissimi alle prese con qualche acciacco. Solo Callejon ha recuperato al cento per cento, Mertens stringerà i denti, per Albiol (affaticamento muscolare) e Hysaj (influenza) sarà presa una decisione in extremis. Al suo posto eventualmente dovrà essere utilizzato con la Lazio il veterano Christian Maggio, 35 anni e mezzo. È lui l'unica alternativa di ruolo, in un organico che può contare su rincalzi di notevole livello solamente nel reparto di centrocampo. La capolista è in emergenza.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728