Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Inter, Icardi torna in dubbio per il Bologna: la decisione in extremis

Inter, Icardi torna in dubbio per il Bologna: la decisione in extremis
Mauro Icardi (agf)
MILANO - La speranza di vedere in campo Mauro Icardi contro il Bologna si è affievolita con il passare delle ore. Tant'è che, in casa Inter l'ottimismo ha lasciato spazio a qualche piccolo dubbio di poter schierare la punta. Dunque, per l'argentino, che oggi si è allenato a parte, diventa cruciale la seduta di allenamento di domani, durante la quale il tecnico Luciano Spalletti prenderà la decisione finale. Intanto, Danilo D'Ambrosio, nonostante l'assenza di vittorie (l'ultima il 3 dicembre contro il Chievo), cerca di vedere con occhi positivi il momento 'no' dell'Inter. "Se non dovessimo battere il Bologna sarebbe il periodo senza vittoria più lungo nella storia dell'Inter? I numeri lasciano il tempo che trovano. Faremo di tutto per vincere a prescindere dalle statistiche. Non dobbiamo abbatterci, dobbiamo credere di più nelle nostre qualità: questo periodo negativo è ormai alle spalle", dice il difensore a Premium.
D'AMBROSIO, VOGLIO IL RINNOVO - Il pensiero di D'Ambrosio ("Il periodo negativo è alle spalle") deve però trovare conferme nei risultati, perché, per vero, questa Inter sembra uguale a quella dello scorso campionato. "Non vedo analogie tra la scorsa stagione e questa. Quest'anno stiamo facendo un percorso di crescita e questa squadra è diversa. Stiamo attraversando un momento difficile però se a inizio del campionato ci avessero detto che a questo punto della stagione saremmo stati a un punto dalla terza in classifica, tutti sarebbero stati contenti", sottolinea il nerazzurro proseguendo: "E' inutile guardare indietro a quello che avremmo potuto fare, dobbiamo solo rimboccarci le maniche e riprenderci il terzo posto che fino a poche settimane fa era nostro". E ancora "La pressione? Sono cose normali quando si gioca in un grande club, si è attaccati da tutti ma siamo addestrati anche per questo. Gli attacchi social non ci riguardano, sono uscite delle cose non vere ma il gruppo è compatto, siamo tutti dei bravi ragazzi, forse fin troppo bravi. Tutti queste cose che sono uscite sui giornali o in tv hanno unito ancora di più il gruppo: per noi, per la società e per Spalletti conta solo raggiungere il nostro obiettivo. Futuro? Sono onorato di vestire questa maglia e non mi accontento del rinnovo di un anno fa. Voglio vestire questa maglia e restare in questa famiglia per il maggior tempo possibile".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728