Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Basket, Nba: Boston riparte col fiatone, vola Toronto e riscatto Golden State

Basket, Nba: Boston riparte col fiatone, vola Toronto e riscatto Golden State
(ap)
NEW YORK - E' sempre più testa a testa fra Boston e Toronto per il comando della Eastern Conference nel campionato Nba. Dopo il ko nel confronto diretto al vertice martedì sul parquet canadese, i Celtics rialzano la testa riuscendo a prevalere, dopo un supplementare, per 110-104 sul campo dei Washington Wizards: Kyrie Irving, con 28 punti, di cui 13 tra quarto tempo e overtime, ha preso per mano i verdi, supportato da Jaylen Brown (18 di bottino personale), mentre l'esordiente Greg Monroe, arrivato da Phoenix, ha cominciato la sua nuova avventura segnando 5 punti.
TORONTO TRAVOLGE NEW YORK E INSIDIA BOSTON - Con quest'affermazione Boston mantiene la prima posizione con un bilancio di 40 successi e 16 sconfitte, respingendo per il momento l'assalto dei Raptors (38-16 il loro record fin qui in regular season), capaci di imporsi senza particolari problemi (113-88) sui New York Knicks. Alla formazione della Grande Mela non sono bastati i 21 punti di Michael Besley, che rimpiazzava Kristaps Porzingis, per impedire il quarto successo consecutivo al team canadese, in un momento assai positivo: Jonas Valanciunas, autore di 18 punti e 10 rimbalzi, e Pascal Siakam (14 punti) i migliori per Toronto.
RIPARTE GOLDEN STATE, ALTRA MULTA PER GREEN - Nella Western Conference riparte dopo due stop di fila Golden State, che davanti al proprio pubblico travolge per 121-103 i Dallas Mavericks fanalino di coda (17-38), puntellando la leadership (42-13, con due successi in più di Houston). Dopo un avvio un po' macchinoso, sono Kevin Durant (24 punti) e Steph Curry (20) a prendere per mano i Warriors campioni in carica, che hanno potuto contare anche su 18 punti di Klay Thompson, mentre ne ha firmati 12 Daymond Green, con anche 10 rimbalzi, 6 assist e 2 stoppate. Green però è incappato nell'ennesima sanzione, con una multa di 50.000 dollari per frasi "inappropriati e aggressive verso l'arbitro": si tratta del 14esimo provvedimento nei confronti del giocatore del team californiano, che se arriverà a quota 16 sanzioni verrà automaticamente squalificato.
OKLAHOMA CEDE AI LAKERS, PORTLAND PIEGA CHARLOTTE ALL'OVERTIME - I Lakers per la seconda volta in cinque giorni hanno sconfitto gli Oklahoma City Thunder (106-81) privi di Westbrook. Sfortuna e rammarico per gli Hornets, battuti dopo che il loro gioiello Walker ha segnato ben 40 punti e dopo essere arrivati alla fine del tempo regolamentare sul 97 pari con Portland. All'overtime però un paio di distrazioni di troppo hanno lasciato campo libero ai Trail Blazers (30-25, sesto posto a Ovest), che si sono imposti per 109-103.
ORLANDO DI MISURA SU ATLANTA SENZA BELINELLI - Gara equilibrata anche ad Orlando, dove i Magic sono riusciti a piegare per 100-98 gli Atlanta Hawks, con Marco Belinelli tenuto a riposo e alla fine rimasto in Georgia. A far esultare i quasi 17mila dell'Amway Center è Evan Fournier, capace di contribuire al successo dei suoi con 22 punti; tra gli ospiti ne realizzano 19 Taurean Prince e Dennis Schroder.
I RISULTATI: Toronto Raptors-New York Knicks 113-88; Orlando Magic-Atlanta Hawks 100-98; Washington Wizards-Boston Celtics 104-100 d1ts; Portland Trail Blazers-Charlotte Hornets 109-103 d1ts; Golden State Warriors-Dallas Mavericks 121-103; Los Angeles Lakers-Oklahoma City Thuder 106-81.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728