Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Serie C: un altro passo verso la meta per Livorno, Padova e Lecce

Serie C: un altro passo verso la meta per Livorno, Padova e Lecce

ROMA - Un altro "weekend lungo" favorevole alle prime della classe. E' quello mandato in scena dal campionato di serie C, giunto alla 24esima puntata stagionale. Quindi niente scherzi di Carnevale particolari nella quattro giorni di sfide, che si conclude lunedì sera con il posticipo Triestina-Mestre (girone B), ultimo atto del cartellone di questo turno.
PISTOIESE SPAVENTA LIVORNO, SIENA REGGE AD ALESSANDRIA - Situazione inalterata in vetta al girone A, dove il Livorno primo della classe mantiene sei lunghezze di vantaggio sulla Robur Siena dopo i rispettivi pareggi con lo stesso risultato (1-1). La Pistoiese, avanti sul finire di primo tempo con Ferrari, spaventa i labronici di Sottil, che replicano a un quarto d'ora dal 90' con Murilo, evitando dopo il primo stop interno stagionale una seconda battuta d'arresto che poteva minare certezze importanti in seno al gruppo e ridare spinta alle inseguitrici. Dal canto loro i bianconeri di Mignani superano l'esame Alessandria: al "Moccagatta" una rete in avvio di Vassallo costringe ad inseguire i grigi piemontesi di Marcolini, reduci da sei vittorie consecutive, fino alla marcatura di Gonzalez a poco più di dieci minuti dallo scadere propiziata da una papera del portiere toscano Pane.
GIANA-VITERBESE IN BIANCO, PISA TORNA AL TERZO POSTO - Era impegnata in trasferta anche la Viterbese, che chiude in bianco sul terreno della Giana Erminio, e si vede scavalcata in terza posizione dal Pisa, che sfrutta a dovere il turno casalingo con il Cuneo (match winner Negro) per rosicchiare punti alle dirette concorrenti. La sfida playoff tra Carrarese e Monza va agli apuani: decide il timbro di Coralli. L'Olbia cade a Pontedera: è Maritato a regalare ai granata tre punti fondamentali in prospettiva salvezza. Al decimo posto sbuca la matricola Arzachena che stampa un tris al Piacenza firmato Vano, Sanna e La Rosa. In parità invece il testa a testa toscano Lucchese-Arezzo (botta e risposta Capuano e Cutolo) che inaugurava la quinta giornata di ritorno, fra due compagini a caccia di un posto play-off
GAVORRANO E PRATO SI ANNULLANO A VICENDA - Finisce con un nulla di fatto anche la sfida tra le ultime: Moscati e Zucchetti decidono l'1-1 tra Gavorrano e Prato ed entrambe avanzano a 15 punti, a -6 però dalla terzultima.

Girone A, 24/a giornata: Alessandria-Robur Siena 1-1, Arzachena-Piacenza 3-0, Carrarese-Monza 1-0, Gavorrano-Prato 1-1, Giana Erminio-Viterbese 0-0, Lucchese-Arezzo 1-1, Pisa-Cuneo 1-0, Pistoiese-Livorno 1-1, Pontedera-Olbia 1-0. Riposava: Pro Piacenza.

Classifica: Livorno 51 punti; Robur Siena 45; Pisa 43; Viterbese 42; Giana Erminio 34; Monza 33; Carrarese 32; Alessandria e Olbia 31; Arzachena e Pistoiese 30; Arezzo (-1) e Piacenza 29; Pontedera 27; Lucchese 26; Pro Piacenza 24; Cuneo 21; Gavorrano e Prato 15.
PADOVA-SAMB 1-1, REGGIANA PIEGA RENATE E COLPO VICENZA A SALO' - Nel girone B supera un altro scoglio pericoloso la capolista Padova, che pareggiando 1-1 in casa con la Sambenedettese conserva otto punti di vantaggio sulla seconda, proprio i rossoblù marchigiani visti i contemporanei ko di Renate e Feralpisalò. Al vantaggio dei biancoscudati di Capello risponde dopo un quarto d'ora Miracoli per la formazione di Ezio Capuano, in grado di reggere il confronto con gli uomini di Bisoli, lanciati verso il ritorno in cadetteria. Anche perché le potenziali concorrenti stanno perdendo colpi. Il Renate infatti torna a mani vuote dalla trasferta sul terreno della Reggiana, che s'impone per 2-1 con i rigori realizzati da Cesarini nel primo tempo e Altinier nel secondo, mentre non basta De Luca ai lombardi di Cevoli. Incappa in uno scivolone interno invece la squadra di Michele Serena, sconfitta per 3-1 da un Vicenza che merita solo elogi per come sta affrontando una delicata situazione societaria: una doppietta di De Giorgio e un gol di Giorno griffano il colpo dei biancorossi, non cambia la sostanza l'autorete di Crescenzi.
VINCONO BASSANO E PORDENONE, ALBINOLEFFE A PUNTO A GUBBIO - Con la Reggiana sulla quinta poltrona si accomoda anche il Bassano, che con Colella in panchina pare aver trovato la quadratura del cerchio e supera anche una compagine in salute come il Sudtirol grazie a una segnatura di Venitucci, ridando corpo alle ambizioni del club giallorosso. Risale anche il Pordenone, capace di fare bottino pieno nella tana del Teramo grazie a Bassoli, agganciando così a quota 30 l'Albinoleffe, che impatta 2-2 a Gubbio un match dai notevoli cambiamenti di situazione: Marchi porta avanti gli umbri, ma nella ripresa i seriani ribaltano il risultato con Nichetti e Agnello, prima del definitivo pari firmato Paolelli. Lunedì sera si chiuderà il programma con il posticipo Triestina-Mestre: gli alabardati di Sannino mancano l'appuntamento con la vittoria da cinque turni, mentre l'undici di Zironelli è reduce dal ko casalingo con la Fermana.
SANTARCANGELO BLOCCA FERMANA, LUNEDI' TRIESTINA-MESTRE - Con le dirette rivali Ravenna e Fano chiamate a riposare, raccoglie un punto pesante in chiave salvezza il Santarcangelo, che con Lesjak a una decina di minuti dal 90' risponde alla marcatura di Da Silva per i padroni di casa, che mancano la chance di portarsi da soli al decimo posto.

Girone B, 24/a giornata: Gubbio-Albinoleffe 2-2, Teramo-Pordenone 0-1, Reggiana-Renate 2-1, Padova-Sambenedettese 1-1, Fermana-Santarcangelo , Bassano-Sudtirol 1-0, Feralpisalò-Vicenza 1-3, Triestina-Mestre (lunedì ore 20.45). Riposavano: Fano e Ravenna.

Classifica: Padova 42 punti; Sambenedettese 34; Feralpisalò e Renate 33; Bassano e Reggiana 32; Südtirol* 31; Albinoleffe e Pordenone* 30; Fermana, Mestre e Vicenza 27; Triestina 26; Gubbio 24; Ravenna e Santarcangelo (-1) 23; Teramo 22; Fano 16. * = 1 partita in meno; Modena escluso dal campionato
LECCE STENDE CATANZARO, CATANIA PASSA AD ANDRIA - Nel girone C continuano a dettare legge Lecce e Catania, sbarazzandosi rispettivamente di Catanzaro e Fidelis Andria. I giallorossi consolidano il primato battendo 3-1 i calabresi, rimasti in partita fino all'autorete di Di Nunzio dopo che Letizia aveva recuperato il vantaggio dei pugliesi con Saraniti, poi nel finale arrotonda Mancosu. Ad Andria gli etnei non si fanno pregare e regolano la Fidelis con Ripa e Mazzarani. In classifica la squadra di Liverani sale a 52, quella di Lucarelli insegue a 48. Il Trapani, terzo a quota 40, riposava.
COSENZA-SIRACUSA SENZA RETI, PARI ANCHE MATERA-MONOPOLI - Reti bianche tra Cosenza e Siracusa, un risultato che cambia poco la classifica: i Lupi della Sila, al nono risultato utile consecutivo, salgono a 34, gli aretusei sono quarti a 36. Risultato a occhiali anche tra Virtus Francavilla e Rende. Chiudono la griglia play off Matera-Monopoli e Juve Stabia-Paganese. I lucani riacciuffano un punticino in casa contro i pugliesi proprio all'ultimo respiro: dopo il vantggio ospite con Salvemini, appena entrato, l'1-1 lo sigla Tiscione al 90′. Le Vespe invece si fanno imbrigliare in casa dalla Paganese penultima: 1-1 con marcatori Cesaretti e Sorrentino.
FONDI BLOCCA REGGINA: SANDERRA DEBUTTA CON 1 PUNTO - Lo scontro salvezza tra Reggina e Fondi finisce 0-0 (esordio positivo per Stefano Sanderra sulla panchina laziale), ne approfitta la Sicula Leonzio che infligge un 3-1 al Bisceglie (protagonisti di giornata per i bianconeri Lescano, Bollino e Arcidiacono dopo l'autorete di Gianola per il momentaneo 1-1) e in classifica stacca il Fondi a 23 raggiungendo gli amaranto a 26. Il fanalino di coda Akragas spreca un'altra chance di rimettersi in gioco e dopo la sconfitta di Pagani fa 1-1 al 'De Simone' contro la Casertana terzultima, in vantaggio con Turchetta e ripresa da Dammacco.

Girone C, 24/a giornata: Akragas-Casertana 1-1, Cosenza-Siracusa 0-0, Fidelis Andria-Catania 0-2, Juve Stabia-Paganese 1-1, Lecce-Catanzaro 3-1, Matera-Monopoli 1-1, Reggina-Racing Fondi 0-0, Sicula Leonzio-Bisceglie 3-1, Virtus Francavilla-Rende 0-0. Riposava: Trapani.

Classifica: Lecce 52 punti; Catania 48; Trapani 40; Siracusa 36; Rende 35; Cosenza e Matera(-1) 34; Monopoli e Virtus Francavilla 31; Juve Stabia 30; Catanzaro (-1) 28; Bisceglie 27; Reggina e Sicula Leonzio 26; Racing Fondi 23; Casertana e Fidelis Andria (-1) 22; Paganese 20; Akragas (-3) 11.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728