Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Basket Nba: Gallinari trascina i Clippers, pesanti ko per Golden State e Cleveland

ROMA - Il Gallo torna a cantare. I Los Angeles Clippers si godono il miglior Danilo Gallinari della stagione, decisivo nel 103-113 rifilato ai Chicago Bulls. L'azzurro, che sta recuperando la migliore condizione dopo il lungo stop per l'infortunio al gluteo, sfodera una prestazione da 24 punti e 9 rimbalzi i 30 minuti, con un prezioso 3/5 dall'arco. Ottimo anche l'ingresso di Tobias Harris nelle rotazioni di coach Doc Rivers: l'ex Detroit, arrivato nello scambio che ha portato Blake Griffin ai Pistons, ha messo a segno 24 punti. "Tobias e Danilo sono stati fenomenali stanotte - ammette Rivers - e sto ancora cercando di immaginare cosa possono portarci questi due ragazzi in coppia. Ci hanno permesso di giocare benissimo in campo aperto".
CAVS KO, FURIA JAMES - Ennesimo capitombolo per i Cleveland Cavaliers (0 vittorie e 8 sconfitte nelle partite trasmesse in diretta nazionale per i vice campioni Nba), spazzati via dagli Houston Rockets di coach Mike D'Antoni (120-88). La furia di LeBron James si è abbattuta sui suoi compagni al termine della gara con i texani: "Sono senza parole. Dovrebbero smettere di trasmetterci in diretta nazionale per il resto della stagione, visto che ogni volta veniamo battuti nettamente". La panchina di coach Tyronn Lue, nonostante i risultati, non è ancora in discussione. L'attacco di Houston ha fatto quello che ha voluto per tutto il match, chiudendo la pratica in tre quarti da 32, 33 e 32 punti. Non è servito il miglior Harden (16 punti in 31 minuti), Chris Paul è stato il top scorer con 22 punti e 11 assist. Cade anche Golden State, sconfitta dai Denver Nuggets 108-115: non bastano i 31 punti di un fantascientifico Kevin Durant (12/16 al tiro), si impongono Jokic e compagni con i 25 punti di Barton e la doppia doppia di Lyles (15 e 10 rimbalzi).
Basket Nba: Gallinari trascina i Clippers, pesanti ko per Golden State e Cleveland

La delusione di LeBron James
Condividi
RUBIO STENDE SAN ANTONIO - Continua il momento esaltante di Ricky Rubio. Il playmaker spagnolo degli Utah Jazz mette a referto 34 punti e 9 assist nel 120-111 con cui la franchigia di Salt Lake City sbanca il parquet di San Antonio. Gli Spurs, ancora senza Leonard, si aggrappano inutilmente ad Aldridge (31 punti per lui). Minnesota supera New Orleans (107-118) nella notte dell'esordio con la canotta dei Pelicans di Nikola Mirotic: non bastano i 18 punti e 12 rimbalzi dell'ex Bulls, destinato a formare la coppia titolare con un Anthony Davis da 38 punti e 9 rimbalzi nella notte, ulteriormente responsabilizzato dall'infortunio di Cousins. Ma l'attacco dei T'Wolves gira a meraviglia, Butler ne segna 30, Towns 22 con 16 rimbalzi e la vittoria spetta ai padroni di casa.
VINCONO I NUOVI PISTONS - Blake Griffin sta cercando di prendere le misure all'interno del roster dei Pistons, vittoriosi contro Miami 107-111 con una grande prestazione del centro Andre Drummond (23 punti e 20 rimbalzi). Per l'ex Clippers, 16 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, a dimostrazione di un bagaglio offensivo sempre più ampio. "Sono un po' stanco, l'adrenalina è scesa dopo una settimana ma è bellissimo vedere i miei compagni giocare così bene". Per i Pistons anche i 25 punti di Ish Smith. Indiana stende Philadelphia (92-100), vittoria comoda per Washington contro Orlando (115-98), mentre lo scontro tra due delle peggiori squadre della Western Conference sorride ai Dallas Mavericks (106-99) contro i Sacramento Kings.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031