Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Milan, Gattuso: ''Rimonta Champions? Non siamo neanche in Europa League''

MILANO - Il Milan, dopo il doppio confronto con la Lazio tra campionato e Coppa Italia che ha dato maggiore autostima alla squadra, affronta una delle formazioni più in forma del campionato: l'Udinese di Massimo Oddo, ex compagno di Gattuso nel Milan vincente di Ancelotti e nella Nazionale Campione del Mondo del 2006.
Gattuso, Oddo sta facendo un ottimo lavoro a Udine.

"Massimo ha una bella testa e si è anche laureato. Abbiamo condiviso tante cose belle. E qualche volta si è anche preso qualche cinquina in faccia perché scherzava alla vigilia delle partite invece io ero più serio fin dal giorno prima. E' stato un grandissimo compagno e ora è un grande amico. Non è vero che non rispondo mai al telefono come dice lui".

A proposito di un altro ex compagno di squadra, cosa pensa di Costacurta vice-commissario della Figc?

"Sono contento per lui. Adesso ha una bella gatta da pelare perché deve scegliere il ct. Se sbaglia, daranno la colpa a lui. Speriamo che riesca a portare a termine bene il suo compito perché abbiamo bisogno di soddisfazioni e il bene del calcio italiano passa dalla Nazionale".

Tornando alla partita di domani, sarà dura a Udine?

"Dovremo fare una grande partita. Giochiamo contro una squadra che sta molto bene, molto fisica che verticalizza in modo fantastico. Penso davvero che dovremo fare una grande prestazione".

La doppia sfida con la Lazio ha dato più fiducia alla squadra?

"Stiamo facendo bene. La mia bravura è quella di tenere compatto il gruppo. Spero di non toccare con mano l'atteggiamento negativo di chi gioca poco. Non deve succedere di vedere musi lunghi e scarso entusiasmo. Credo fortemente in questa rosa, anche per questo motivo non ho voluto rinforzi dal mercato di gennaio. Ma abbiamo bisogno di tutti, anche di chi non si sente protagonista".

Stanno arrivando tanti complimenti al suo lavoro: è contento?

"No, perché quando arrivano tanti complimenti poi è più facile essere massacrati quando le cose cominciano a non andare bene. Conosco i miei mezzi, ma resto con i piedi per terra. Devo solo pensare a sbagliare meno possibile. E non ci dobbiamo dimenticare quello che eravamo due mesi fa. Non dobbiamo pensare di avere gli occhi azzurri e i capelli biondi e di essere diventati Brad Pitt. Dobbiamo essere tutti brutti, neri come Calimero e con le occhiaie. Sento parlare di rimonta Champions. Ma non siamo nemmeno in Europa League. La Sampdoria è davanti a noi".

Kessié ha posto come suo obiettivo quello di arrivare a 10 gol a fine campionato.

"Per me lui deve darsi come obiettivo quello di correre 15 chilometri a partita. Scherzi a parte, ha nelle corde quel numero di gol. Ma deve arrivare più lucido negli ultimi 20 metri. Deve migliorare negli inserimenti. Deve imparare da Bonaventura".

La prossima sarà l'ultima settimana senza impegni, poi il Milan avrà un ciclo con partite ogni tre giorni: preoccupato per la condizione fisica?

"Darò un giorno e mezzo di riposo dopo Udine proprio per questo motivo. Ma non mi è chiaro questo della mia squadra: come reagisce giocando ogni tre giorni. Contro la Lazio mercoledì sera, ad esempio, siamo cresciuti nel secondo tempo. Credo che sia una questione mentale più che fisica. Atleticamente stiamo meglio, ma possiamo dare ancora di più".

Quando tornerà Conti?

"E' ancora presto. Potrà cominciare a fare tutto con la squadra fra un mese. Per adesso fa il riscaldamento insieme a noi. E' positivo che faccia tutto il lavoro senza soffrire o zoppicare. Ma non deve forzare i tempi. Sarebbe un errore. Ma fino a quando ci sarò io non succederà perché è capitato a me da calciatore e non lascerò fare lo stesso sbaglio a un mio giocatore".

Calabria è in un momento di forma eccellente.

"Ha grandissima voglia. Sembra che abbia 40 anni visto il suo modo di giocare con tranquillità ed esperienza. E ha un'altra grande dote: l'umiltà. Non capita spesso di vedere un giocatore così umile a 20 anni".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031