Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli, De Laurentiis: ''Deluso da Verdi. Politano? Sarebbero stati soldi buttati''

NAPOLI – ”Voto al nostro mercato? 10, abbiamo fatto acquisti per il futuro. Verdi mi ha deluso e per Politano sarebbero stati soldi buttati”. Aurelio De Laurentiis riassume così il mercato invernale del Napoli, cercando di scacciare i malumori dopo i mancati arrivi di Verdi, Politano e Younes.
”VERDI MI AVEVA DETTO SI”’ – In particolare ha fatto scalpore il rifiuto del jolly offensivo del Bologna: ”Eravamo d’accordo – confessa De Laurentiis -, avevamo già preparato i contratti sia con il Bologna sia con il giocatore, ma quando è arrivato il momento di chiudere è arrivata una telefonata di Branchini, che mi disse che non sapeva cosa fare e che aveva già chiamato Giuntoli, dicendogli che il ragazzo non voleva più venire”.
Fumata nera anche per Politano, ma il presidente azzurro non fa drammi: ”Non ha la qualità di Verdi e non può ricoprire i tre ruoli. Sarebbero stati soldi buttati”. Eppure sembrava tutto fatto. Ecco la ricostruzione dei fatti: ”Il Sassuolo era disponibile ad un prestito biennale a 8 milioni, con gli altri 20 milioni da pagare nei tre anni successivi. Ma Carnevali non mi scrive nulla di Ounas e allora io lo devo chiamare: discutiamo per dieci minuti e alle 22.15 io e il dottor Chiavelli, ad della Filmauro, creiamo una quarantina di pagine di contratto. Alle 22.48 o 22.51 lo inviamo via pec a Carnevali, il quale mi dice che ha le linee occupate e che non gli arriva nulla, ma poi mi arriva un contratto di Ounas senza timbro e senza firma. Quindi non capisco: direi che è misteriosa questa cosa, no?. Ma non mi interessa, io sono un fatalista e voglio pensare che evidentemente Politano non doveva venire a Napoli”.
”TOGLIEREI CLAUSOLA DI SARRI” – E allora, senza l’arrivo di rinforzi, a De Laurentiis non resta che sperare nei “titolarissimi” e in particolare in Maurizio Sarri. ”Mi dispiacerebbe moltissimo se qualcuno ce lo portasse via, però non posso costringerlo a restare: se c’è una clausola rescissoria (di 8 milioni, ndr) ne dovremo prendere atto. La cancellerei volentieri”.
”JUVE-NAPOLI NON DECISIVA” – Per lo scudetto è ormai lotta a due con la Juventus. De Laurentiis è però convinto che lo scontro diretto del 22 aprile a Torino non sarà decisivo: ”Il tricolore dipenderà dalla costanza con cui affronteremo ogni partita come se fosse quella della vita”. Testa quindi al posticipo di domenica in casa del Benevento: ”Non dobbiamo sottovalutarli, avranno il supporto di un pubblico straordinario. Dovremo essere guardinghi, attenti, ma amo Sarri perché prepara ogni gara come se fosse una partita a sé, c’è una sofferenza nella preparazione che ti fa andare allo scontro convinto che ce la potrai fare”.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031