Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Basket, Nba: Houston strapazza San Antonio, Toronto e Oklahoma ko

WASHINGTON – Il derby del Texas va a Houston. Troppo forte la squadra di coach D’Antoni per i San Antonio Spurs (34-20) in grande difficoltà. Gli speroni, infatti, si arrendono in casa 91-102 senza mai essere realmente in partita. I Rockets (37-13) dominano dal primo all’ultimo minuto portandosi col vantaggio in doppia cifra già nel primo quarto senza mai abbandonarlo. Harden è devastante (28 punti e 11 rimbalzi), Chris Paul è ovunque e Capela contribuisce al successo con una gara impeccabile nel pitturato, sia in difesa che in attacco: 14 punti, 13 rimbalzi e 5 stoppate. Davvero troppo per i padroni di casa per una sera non trovano in Aldridge il trascinatore della squadra, solo 16 punti per lui. Ne segna più Danny Green con 22 punti sul tabellone. Il +10 del primo quarto, salito a +16 nella seconda frazione e a +19 a inizio ripresa la dicono lunga sull’andazzo del match. Gli Spurs accennano una reazione nell’ultimo parziale (-6), ma un mini-break di Paul (6-0) riporta l’armata di coach Popovich a distanza di sicurezza fino alla sirena finale.
HARRIS BEFFA OKLAHOMA SULLA SIRENA – San Antonio resta terza a Ovest, ma vede avvicinarsi Minnesota (33-22) che spazza via Milwaukee (27-23) per 108-89 con 28 punti di Jimmy Butler e la 46esima doppia doppia in carriera di Karl-Anthony Towns (24 punti e 11 rimbalzi). Per i Bucks 21 punti di Middleton e 17+15 di Antetokounmpo ma anche il 37,6% dal campo e 15 palle perse. Una tripla di Gary Harris (25 punti) sulla sirena condanna Oklahoma (30-22) alla sconfitta. Denver, guidata da un Murray da 33 punti, si impone 127-124 al termine di un match che ha visto i Nuggets avanti anche di 15 lunghezze alla sirena del riposo lungo. Gli ospiti trovano la forza di reagire con Westbrook che sforna assist ovunque, ben 21, ai quali aggiunge anche 20 punti e 9 rimbalzi, e Paul George in serata di grazia: 43 punti. E’ sua la tripla del 124-124 a 1.4” dalla sirena. Il tempo per Harris di tirare dall’arco e piazzare il definitivo +3.
TORONTO KO NELLA CAPITALE – A Est debutto col botto per Blake Griffin in maglia Pistons. Detroit supera Memphis 104-102 con 24 punti e 10 rimbalzi dell’ex Clippers e prova così a riavvicinarsi alla zona play-off. Il secondo posto della Conference continua a essere occupato da Toronto (34-16), battuta però 122-119 da Washington. Mattatore assoluto Bradley Beal che sigla 25 dei suoi 27 punti nel secondo tempo con i Wizards (29-22), privi di Wall operato al ginocchio, che mandano otto giocatori in doppia cifra. Lowry sigla 17 dei suoi 29 punti nell’ultimo quarto, ma fallisce due liberi nel finale che potevano mandare la partita all’overtime.
I RISULTATI – Detroit Pistons-Memphis Grizzlies 104-102; Washington Wizards-Toronto Raptors 122-119; Minnesota Timberwolves-Milwaukee Bucks 108-89; San Antonio Spurs-Houston Rockets 91-102; Denver Nuggets-Oklahoma City Thunder 127-124.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031