Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Fiorentina, il dg Corvino: "Azzerato il rosso, adesso possiamo tornare a investire"

FIRENZE - A margine della presentazione dei due nuovi acquisti, Diego Falcinelli e Bryan Dabo, il direttore generale dell'area tecnica viola Pantaleo Corvino ha fatto il punto sulla campagna acquisti appena conclusa e sui prossimi obiettivi.
Mercato chiuso con un altro attivo. La sua riflessione?

"Ci vuole una riflessione più generale. Ho dovuto tenere conto di alcuni aspetti. Tutto quel che abbiamo fatto fino adesso non è figlio solo della campagna acquisti di gennaio. È il dodicesimo anno che sono a Firenze e una cosa me l'ha insegnata questa città: Firenze mi ha sempre chiesto chiarezza, dicendomi di fare quel che dobbiamo fare ma con chiarezza. Se c'è chiarezza, i tifosi ci stanno accanto e me l'hanno sempre detto. Dal primo giorno ho detto che dovevamo ripianare 38 milioni di rosso che avevo ereditato, così come il monte ingaggi da rivedere. Tutti fattori importanti per ripartire e ricominciare. Questi erano i nostri obiettivi e con Freitas ci siamo sforzati in questa direzione. Per certi aspetti mi sento fiero e orgoglioso, ho detto con chiarezza quel che dovevamo fare e oggi non abbiamo più il rosso di 38 milioni ma abbiamo un attivo che ci permetterà di poter comprare fin da domani. Di poter fare anche acquisti da Fiorentina. C'è una parte di quel che abbiamo incassato che è andata sugli investimenti sulle strutture, non solo per la prima squadra ma per il settore giovanile. Vlahovic, Graiciar, Milenkovic, Castrovilli: sono tutti ragazzi che sono stati tolti dalla prima squadra e che saranno nostri calciatori in futuro. Ti senti fiero e orgoglioso ma per certi aspetti anche deluso: perché prendendomi le mie responsabilità non sono riuscito attraverso i calciatori che abbiamo portato, la comunicazione o altri fattori, a far capire questo concetto ai tifosi e ai media. Stiamo gettando le basi per il futuro. Non sono riuscito a far capire che dovevamo per forza fare degli acquisti funzionali a quel che volevamo fare. Ci sono giocatori più bravi di Maxi Olivera e Cristoforo, certo, ma dobbiamo pensare anche agli obiettivi primari".
Poi aggiunge su Babacar, Falcinelli e lo scambio: "Anche in questa campagna acquisti, con Babacar che viene sostituto da Falcinelli che ha fatto 13 gol scorso anno, non ci siamo indeboliti. Non ho mai trovato un allenatore che mi abbia detto che Babacar era il nostro titolare a inizio stagione. La rosa della Fiorentina adesso ci costa circa 34 milioni di euro ed è quel che dovevamo fare per ripartire. Così ho dovuto tenere conto di Dabo, con 3 milioni spesi cedendo Hagi che non era funzionale perché non è mai stato preso in considerazione dagli allenatori. Non voleva rimanere, aveva fretta".
Se siete in autofinanziamento, come è possibile comprare senza cedere prima?

"Andrea Della Valle ha detto che i modelli sono Sampdoria e Atalanta? Ho fatto fare dal nostro segretario i punti fatti dalla famiglia Della Valle in Serie A. Con o senza Corvino: siamo più in alto di decine di punti anche. E io devo prendere spunto da quelle società lì? Da chi, dall'Atalanta? Abbiamo uno dei migliori settori giovanili, ci abbiamo vinto in casa dell'Atalanta. Facendo le cose per bene, da adesso in poi, possiamo anche lottare per andare in Europa. Come fanno Atalanta e Udinese: questo voleva dire il presidente. Altrimenti non calpesto la storia della Fiorentina per queste società qui. Non abbiamo da invidiare loro niente, forse le strutture: per questo abbiamo spesso 55-60 milioni per la prima squadra, poi gli altri sono andati per il settore giovanile e per le strutture".
Sconcerti ha detto che lavora come se fossi ancora a Lecce...

"Mi hanno detto che lavoro come se fossi a Lecce e credetemi che di lui ho un'idea bellissima. È il numero uno, è stato un dirigente e sa che dobbiamo lavorare anche per alcuni obiettivi. Se non sto dentro a quegli obiettivi, è un fallimento. Oggi la famiglia Della Valle vuol fare della Fiorentina una società in autofinanziamento e io devo attenermi a questo. Questo mi porta a fare campagne acquisti che non sono in linea con gli acquisti di una Fiorentina di una volta, però dico con vanto che per me Lecce è stata una tappa straordinaria. Non ho fatto danni a Lecce, quando c'è stato da spendere a Firenze abbiamo raggiunto risultati importanti con calciatori importanti. Adesso dobbiamo fare questo con calciatori che magari non sono da Fiorentina. Speriamo però che questi giocatori possano infiammare anche i tifosi. Penso che Sconcerti volesse dire: compra giocatori da Fiorentina. Ma oggi non posso permettermi di poterlo fare in competizione coi top club. Da adesso in poi ci auguriamo di poter comprare giocatori da Fiorentina anche".
Ha detto che non è un clima sereno questo: cioè?

"Non mi provocate. Sono sceso dopo la gara di Verona per chiedere scusa. Mi sono state fatte due domande. Ho dichiarato il mio rammarico e quello della famiglia Della Valle, l'altra domanda era su come era possibile lavorare in queste condizioni. Non l'ho detto io che non potevamo lavorare così. Mi sono soltanto permesso di dire che mi dispiace di lavorare in questo clima difficile per noi. Sono deluso perché siamo a pochi punti dall'Europa. Per noi è difficile, non per voi. Devo difendere la mia dignità da chi ha scritto il contrario".
Domenica la Fiorentina andrà a Bologna: con quale spirito?

"Spero che dopo la sconfitta di Verona torni la squadra di sempre. Ho detto ai ragazzi che ci hanno dato grandi soddisfazioni dopo la fatica di integrare tutti questi giocatori nuovi. Eravamo a pochi punti dall'Europa e poi, tornati dalle vacanze, ho detto loro che avevano dimostrato di non essere quella Fiorentina. Possiamo anche perdere ma ci hanno sempre messo impegno sudando la maglia".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031