Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Mercato, Napoli-Politano sfuma in extremis. Anche l'Inter a bocca asciutta con Pastore

ROMA - E' stato il mercato del vorrei ma non posso o non riesco. Le principali squadre italiane chiudono la finestra di gennaio con un pugno di mosche in mano. Basti pensare che la cifra spesa dai club di Serie A non supera i 27 milioni, ovvero il 6% del giro d'affari che c'è stato in Premier League (414 milioni) o il 16% della cifra investita dal solo Barcellona per assicurarsi le prestazioni del brasiliano Coutinho (160 miloni). Gennaio 2018 verrà ricordato soprattutto come il mese dei 'no' incassati dal Napoli. Gli azzurri hanno a lungo provato a convincere Verdi a lasciare Bologna, ad ottenere subito dall'Ajax Younes, a prendere Klaassen in presto dall'Everton o, in extremis, a strappare Politano al Sassuolo (con un ultimo tentativo da 37 milioni). Nulla da fare: porte chiuse almeno fino a giugno su ogni versante. Insomma Sarri si dovrà accontentare di rimettere in forma prima possibile Milik. La rosa, in compenso, si è addirittura ristretta viste le partenze di Maksimovic e Giaccherini. Ma è pur vero che la loro assenza difficilmente verrà notata, considerato il pochissimo utilizzo in stagione.
INTER, SFUMA ANCHE PASTORE - Mkhitaryan, Ramires, Lamela, Deulofeu e infine, Pastore: l'Inter ha provato a far sognare per 31 giorni i propri tifosi. Ma l'impossibilità di movimentare risorse (per l'ex Palermo l'operazione è saltata in giornata perché alla fine il PSG voleva almeno 5 milioni per il prestito) ha fatto svanire la nuvola d'illusioni. Già è tanto che alla fine Ausilio e Sabatini, a fronte delle cessioni di Joao Mario e Nagatomo, siano riusciti a portare a casa in prestito Rafinha e Lisandro Lopez. Spalletti aveva chiesto espressamente un mediano fisicamente prestante da piazzare davanti alla difesa. Non è stato possibile accontentare neppure lui.
ROMA: VIA EMERSON E MORENO, ECCO SILVA - Discorso simile per la Roma che a lungo, per rispettare i parametri imposti dal Fair Play Finanziario della Uefa, ha provato a imbastire la doppia cessione Dzeko-Emerson con il Chelsea per 60 milioni complessivi. Alla fine è partito solo l'esterno sinistro, per la felicità di Di Francesco che almeno non vede smembrarsi una squadra che già fatica a tenere il passo delle prime quattro. Per 6 milioni è andato via in extremis anche Moreno, ceduto oggi alla Real Sociedad, mentre come vice-Kolarov è stato ingaggiato, in prestito con diritto di riscatto dallo Sporting Lisbona, l'argentino Jonathan Silva, uno che non gioca da novembre per un intervento al collaterale del ginocchio. A Roma già temono il remake di un altro affaire-Karsdorp.
JUVE, CEDUTI DEFINITIVAMENTE LIROLA E MATTIELLO - Le altre big, volenti o nolenti, si sono limitate praticamente a guardare. La Lazio ha puntellato la difesa prendendo Caceres dal Verona e l'attaccante di belle speranze Progon Maloku, 18 anni da compiere, dal Bayern. Il Milan, visto il vuoto di cassa, ha soltanto salutato Gabriel e Paletta. La speranza è di cedere anche Gustavo Gomez in Argentina entro le 20 di domani visto che il Boca Jrs ha rilanciato offrendo 6,5 milioni. La Juve, assicuratasi già per luglio Emre Can, dopo aver mandato Pjaca a giocare a Gelsenckirchen con lo Schalke, si è dedicata alla compravendita di giovani: si è assicurata Leandro Fernandes, gioiellino proveniente dalle giovanili del PSV, e ha ceduto a titolo definitivo Lirola al Sassuolo e Mattiello all'Atalanta. Un modo virtuoso per incassare altri 1,7 milioni.
FIORENTINA-SASSUOLO, SCAMBIO BABACAR-FALCINELLI - L'ultimo giorno ha registrato tanti movimenti minori. Il Sassuolo ha acquistato dalla Fiorentina Babacar dandogli in prestito Falcinelli. I viola, dal canto loro, hanno venduto Sanchez all'Espanyol. Il Bologna si è fatto girare dall'Atalanta il prestito di Orsolini, giocatore di proprietà della Juve. In più ha imbastito con l'Empoli lo scambio di difensori Maietta-Romagnoli. Il Torino ha sfoltito la rosa dando Boyé al Celta Vigo, con la formula del prestito con diritto di riscatto. La Samp ha scambiato con il Benevento i portieri Puggioni e Belec. I campani, inoltre, hanno preso il difensore d'esperienza Alin Tosca, classe '92, dal Betis Siviglia.
VERONA: VIA PAZZINI E BESSA, ECCO AARONS - Il Verona ha salutato Pazzini, venduto al Levante, e Bessa, dato al Genoa, e ha accolto Aarons, attaccante giamaicano naturalizzato inglese prelevato dal Newcastle. Il Genoa, oltre a Bessa, ha rinforzato il centrocampo riabbracciando Hiljemark, di ritorno dall'esperienza al Panathinaikos. La Spal ha migliorato il parco difensori con l'innesto di Simic dall'Empoli. Cremonesi va a giocare nell'Entella. Il Chievo, detto dell'arrivo di Giaccherini, ha salutato Frey (prestito al Venezia) e Garritano (al Carpi). Alla corte di Maran è approdato in extremis Strahinja Tanasijevic, 20enne difensore serbo proveniente dal Rad Belgrado. Il Cagliari, infine, viste le ottime prestazioni, ha fatto tornare anticipatamente in Sardegna il coreano Han, dato in prestito a inizio stagione al Perugia. Il Crotone, infine, proprio all'ultimo minuto, è riuscito a chiudere per Moussa Diaby, 18enne promettente esterno offensivo del PSG.
ARSENAL: COLPO AUBAMEYANG, GIROUD AL CHELSEA - Se in Italia il mercato ha chiuso senza l'atteso acuto, all'estero sono state 24 ore di colpi d'artificio. L'ipotizzato triplo scambio tra Arsenal, Chelsea e Borussia Dortmund di gradi attaccanti alla fine è andato in porto: Wenger si è assicurato Aubameyang per 64 milioni. I gialloneri sperano di non rimpiangerlo con l'arrivo del belga Batshuayi, preso in prestito dai blues che, a loro volta, contano di far felice Conte con l'innesto del centravanti titolare della nazionale francese Olivier Giroud, pagato 20 milioni all'Arsenal. Difficile che possa bastare per ricucire un rapporto, quello tra l'ex ct azzurro e Abramovich, deterioratosi da mesi. Colpo, infine, anche del Tottenham che ha preso Loucas Moura dal PSG per 28,5 milioni.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728