Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Milan-Lazio 0-0: tutto rimandato alla sfida di ritorno

MILANO - Tutto rimandato alla gara di ritorno. Finisce a reti bianche la semifinale d'andata di Coppa Italia tra Milan e Lazio. I biancocelesti collezionano il maggior numero di palle gol, i rossoneri chiudono in crescendo una sfida molto più vivace nella ripresa che nel primo tempo. Lo 0-0 lascia totalmente in bilico la situazione: la Lazio proverà a sfruttare la spinta dell'Olimpico, il Milan il vantaggio di non aver subito rete in casa.
IMMOBILE RECUPERATO, KALINIC TITOLARE - Rispetto a domenica scorsa Gattuso modifica la formazione per quattro undicesimi: i terzini sono Abate e Borini, preferiti a Calabria e Antonelli, Locatelli trova spazio in mediana, con l'avanzamento di Bonaventura nel tridente offensivo, e Kalinic viene schierato al centro dell'attacco al posto di Cutrone. Simone Inzaghi ritrova Immobile, supportato da Felipe Anderson (Luis Alberto parte dalla panchina), ma deve rinunciare a De Vrij, fermato da un risentimento muscolare. A destra Basta ha la meglio su Marusic, a sinistra Lukaku su Lulic. In difesa esordio per Caceres.
LAZIO PIU' INCISIVA - Nel primo tempo c'è più Lazio che Milan. Entrambe le squadre mostrano grande applicazione in fase difensiva e sono attente a non concedere spazi agli avversari, ma i biancocelesti sviluppano la manovra con maggiore fluidità. Gli uomini di Inzaghi cercano di sfruttare tutta l'ampiezza del campo, coinvolgendo spesso Basta e Lukaku sulle corsie laterali. La prima vera occasione, però, scaturisce da una verticalizzazione di Felipe Anderson per Immobile: il bomber di Torre Annunziata entra in area, salta secco Romagnoli ma calcia male con il macino da ottima posizione.
BORINI SALVA SU LEIVA - L'altra grande chance è ancora di marca laziale, quando al 33' Lukaku pennella il traversone dalla sinistra, Leiva si inserisce con i tempi giusti e colpisce di testa in tuffo, trovando la decisiva deviazione in angolo di Borini. Il Milan gioca sotto ritmo, commette troppi errori di misura e non si affaccia mai con pericolosità dalle parti di Strakosha, ma la retroguardia rossonera lavora bene e aiuta Donnarumma a tenere inviolata la propria porta.
MIRACOLO DONNARUMMA - Nella ripresa la squadra di Gattuso sale di tono e si rende insidiosa con una volée di Locatelli murata da Luiz Felipe. La sensazione che il Diavolo possa prendere il sopravvento dura poco. Inzaghi inserisce Luis Alberto e la Lazio guadagna di nuovo metri, sfiorando il vantaggio. Al 62' Immobile schiaccia di testa da centro area un traversone perfetto di Lukaku e ci vuole un miracolo di Donnarumma per salvare il Milan. Gli ospiti insistono: prima Luis Alberto viene anticipato sull'assist dalla destra di Milinkovic-Savic, poi una velenosa conclusione a giro di Immobile è deviata in angolo.
CALHANOGLU SI DIVORA IL VANTAGGIO - Gattuso corre ai ripari e decide di passare al 4-4-2 con l'inserimento di Cutrone per Bonaventura. Il cambio di modulo dà i suoi frutti e i rossoneri chiudono in crescendo. E' proprio il neo entrato a sfiorare la rete, quando al 75' ruba il tempo alla difesa laziale e colpisce di testa. Strakosha gli dice di no, poi tira un sospiro di sollievo per l'errore di Calhanoglou che non inquadra incredibilmente la porta sulla ribattuta. Nel finale la benzina inizia a scarseggiare. Il Diavolo prova a chiudere in avanti, ma i biancocelesti si difendono con applicazione. L'equilibrio non si spezza: sarà la sfida di fine febbraio all'Olimpico a chiarire se lo 0-0 dell'andata è stato più positivo per il Milan o per la Lazio.
MILAN-LAZIO 0-0

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Borini; Kessié, Biglia, Locatelli (12'st Calhanoglu); Suso, Kalinic (38'st André Silva), Bonaventura (26'st Cutrone). In panchina: A. Donnarumma, Guarnone, Antonelli, Bellanova, Calabria, Musacchio, Zapata, Mauri, Montolivo. Allenatore: Gattuso.

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Caceres, Luiz Felipe, Radu; Basta, Parolo (31'st Nani), Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lukaku; Felipe Anderson (18'st Luis Alberto); Immobile (38'st Lulic). In panchina: Guerrieri, Vargic, Bastos, Lulic, Marusic, Patric, Wallace, Jordao, Murgia, Caicedo. Allenatore: Inzaghi.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.

NOTE: serata fredda e piovosa, terreno in buone condizioni, spettatori 40.000. Ammoniti: Borini, Radu. Angoli: 8-4 per la Lazio. Recupero: 0′; 4′.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031