Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Volley, Coppa Italia: la prima volta di Perugia, Civitanova al tappeto

BARI – La Sir Safety Conad Perugia conquista la Coppa Italia di pallavolo, la prima della sua storia. Nella finalissima del PalaFlorio di Bari, gli umbri hanno battuto per 3-1 la Cucine Lube Civitanova (16-25, 25-22, 25-20, 27-25 i parziali). Dopo aver letteralmente asfaltato Trento in semifinale, con grinta e qualità la squadra allenata da Lorenzo Bernardi ha messo sotto anche i campioni d’Italia, centrando così la prima coccarda tricolore, che dalla prossima stagione troverà spazio sulle maglie perugine, a quattro anni di distanza dalla finale persa contro Piacenza. Un altro acuto per il team perugino che in questa stagione ha già vinto la Supercoppa italiana, è prima in campionato e nel suo girone di Champions.
CIVITANOVA PARTE BENE MA POI SUBISCE IL RITORNO DI PERUGIA – Sono i marchigiani a partire alla grande, spinti dal servizio che trova una seconda linea di Perugia molto disattenta e da uno Juantorena in stato di grazia. I muri di Cester e Candellaro disorientano il team di Bernardi, che fatica a trovare continuità in ogni fondamentale e cede ben presto all’allungo della Lube. Perugia però cresce: De Cecco stampa un paio di muri pesanti, poi ci pensa Zaytsev a salire in cattedra con due palloni spettacolari messi a terra. La Sir prende fiducia e l’attacco civitanovese, prima praticamente perfetto, inizia a trovare qualche intoppo: inevitabile conseguenza il pareggio nel conto dei set.
Gli umbri ritrovano fiducia, Anzani e Podrascanin azionano primi tempi in serie, ma soprattutto la battuta torna incisiva e Civitanova fatica a valicare i muri avversari. E così sono gli uomini di Bernardi a passare a condurre le danze. Capitan Stankovic suona la carica per rianimare i marchigiani, Perugia lotta col cuore palla su palla grazie anche a delle difese da applausi di Colaci. Juantorena regala spettacolo in contrattacco, ma Atanasijevic non è da meno e l’equilibrio regna sovrano dopo l’ace di De Cecco. Il muro di Anzani manda la Sir a match-point, Atanasijevic ‘spara’ in battuta ma sul contrattacco decisivo spedisce la palla in rete. È un finale di quarto set ricco di emozioni: Sokolov fa ace, ma Anzani annulla il set-point marchigiano. Poi è Russell ad andare a segno dal servizio e la Sir Safety stavolta chiude, tra le proteste di Civitanova. La Coppa Italia prende la strada di Perugia.
CUCINE LUBE-SIR SAFETY CONAD 1-3

(25-16, 22-25, 20-25, 25-27)
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 1, Juantorena 18, Candellaro 9, Sokolov 22, Sander 6, Cester 5, Marchisio (L), Grebennikov (L), Stankovic 1, Kovar 2. N.E. Zhukouski, Casadei, Milan. Allenatore: Medei.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 4, Zaytsev 8, Podrascanin 11, Atanasijevic 20, Russell 13, Anzani 13, Cesarini (L), Della Lunga 1, Colaci (L), Shaw 0, Berger 0. N.E. Andric, Siirila, Ricci. Allenatore: Bernardi.

ARBITRI: Rapisarda, Pasquali.

NOTE: durata set: 26′, 28′, 28′, 31′; tot: 113′.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930