Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Diritti tv, aperte buste: niente miliardo, si va a trattativa privata

Diritti tv, aperte buste: niente miliardo, si va a trattativa privata

La corsa per aggiudicarsi i diritti dello streaming del calcio di Serie A per la stagione 2018-2020: sono 5 le buste presentate ma le offerte si fermano ben al di sotto della base d'asta: si va verso la trattativa privata per aggiudicarsi la trasmssione sulle tre piattaforme (satellittare, digitale terrestre e Internet).
CHI PARTECIPA - Sky avrebbe presentato offerte sia per la piattaforma satellitare (pacchetto A) relativa ad otto squadre tra le quali Milan, Inter, Juventus e Roma, sia per la multipiattaforma (pacchetti D1 e D2) relativa alle altre dodici squadre della massima serie, sia per il pacchetto C legato alla piattaforma internet (base d'asta 160 milioni di euro). Hanno presentato offerte per internet anche Tim e Perform. Per il pacchetto B (base d'asta 260 milioni), uguale al pacchetto A ma legato al digitale terrestre, ci sarebbero invece le offerte di Mediaset e un'altra da parte di Italia Way.
LE OFFERTE - La Lega Serie A conta di incassare un miliardo e 50 milioni di euro a stagione, ma le offerte ammonterebbero a meno di 800 milioni di euro per il triennio 2018/21. Lo fa sapere l'Ansa. L'assemblea dei club è dunque orientata a procedere a trattative private con i broadcaster, per prendere una decisione venerdì. Secondo quanto filtra, le uniche proposte sopra i minimi sono quelle di Sky, che ha offerto 261 milioni di euro per il pacchetto A, quotato 260 milioni come il pacchetto B (stessi contenuti, per il digitale terrestre), per cui Mediaset avrebbe messo sul piatto 200 milioni. Per il pacchetto C (per la piattaforma Internet, con le stesse partite di A e B che però includono anche i diritti a trasmettere in bar, hotel e altri accessori), quotato 160 milioni di euro, ci sarebbe un'offerta di Sky da 170 milioni di euro, una di Perform da 100 milioni e un'altra di Tim inferiore. Sarebbe molto al di sotto della base d'asta di 300 milioni di euro l'offerta per i pacchetti D1 e D2 (con le partite delle altre 12 squadre) di Sky, che invece avrebbe superato il prezzo minimo nella sua offerta per i diritti accessori.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031