Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Basket, Champions League: Venezia vince, Capo d'Orlando ko

Basket, Champions League: Venezia vince, Capo d'Orlando ko
Orelik a canestro (lapresse)
ROMA – Venezia torna a sorridere, Capo d’Orlando tiene solamente un tempo in Grecia. Martedì agrodolce per il basket italiano in Fiba Champions League, con i campioni d’Italia della Reyer che hanno bisogno di un tempo supplementare per avere la meglio contro il Rosa Radom (102-98) e i siciliani che si devono arrendere in casa del Paok Salonicco (79-61).
PAOK SALONICCO-ORLANDINA 79-61

I siciliani rimangono in partita per metà gara a Salonicco, fornendo una prestazione convincente nei primi minuti e cedendo lentamente alla distanza. Per i ragazzi di coach Di Carlo è un ko pesante in chiave avventura europea, visto che con questa sconfitta sono sempre minori le speranze di arrivare nelle prime sei posizioni del girone di Champions. Atsur è particolarmente ispirato in avvio, l’Orlandina si ritrova sul +6 (6-12), i padroni di casa si accendono dalla distanza e con Chrysikopoulos e Tsochlas mettono il naso avanti sul 15-14. Alibegovic e Stojanovic firmano il parziale che riporta i siciliani in vantaggio sul 18-24. Nel secondo quarto il Paok alza i ritmi, Chalampopoulos sale in cattedra e servono gli straordinari per chiudere solamente sul -6 all’intervallo lungo (41-35). L’avvio di terzo quarto costa il match a Capo d’Orlando: Katzivelis firma due bombe, si infiamma anche Goss e Salonicco è di colpo sul +16 (51-35). Alibegovic e Stojanovic, ancora loro, riportano l’Orlandina in cifra singola di svantaggio (53-44) ma a 10′ dalla fine il Paok ha ripreso il largo (62-46). Poco da fare negli ultimi dieci giri d’orologio, necessari solamente per dare alla sfida il risultato finale di 79-61.
REYER VENEZIA-ROSA RADOM 102-93

I campioni d’Italia partono forte al Taliercio, con Watt e Tonut che portano la Reyer sul 13-5. I polacchi infilano il sorpasso con Punter, Harrow e Sokolowski (15-16), Venezia sbanda pesantemente e si ritrova sotto di undici punti sul 21-32. La furia di De Raffaele durante il timeout sveglia Orelik e compagni, la Reyer rientra fino al -3 ma Harrow respinge l’assalto lagunare, con Radom nuovamente a +11 (35-46) fino all’intervallo (41-52). Il ritorno in campo di Venezia è convincente, anche se De Raffaele deve rinunciare presto a Peric per il quarto fallo personale. Haynes prende per mano i suoi, con nove punti in fila Venezia è nuovamente sopra (72-71). A metà ultimo quarto si entra in un punto a punto che dura fino al quarantesimo: Reyer che cerca di difendere il vantaggio – prima 79-76, poi 83-80 – ma Harrow ribalta tutto, portando i polacchi sull’83-86 nel finale. E’ Orelik, con un 2+1, a portare tutti all’overtime. Nel supplementare, Watt e De Nicolao firmano i canestri decisivi per il 102-93 finale.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930