Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Cagliari, Giulini smorza i toni: "Lasciamo lavorare gli arbitri e chi deve migliorare il Var"

Cagliari, Giulini smorza i toni: "Lasciamo lavorare gli arbitri e chi deve migliorare il Var"
Tommaso Giulini (lapresse)
CAGLIARI - Toni distensivi dopo la dura sfuriata al termine di Cagliari-Juventus. Il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, smorza le polemiche dopo quanto avvenuto nella sfida di sabato sera con i campioni d'Italia dove ai sardi è stato negato un calcio di rigore senza ricorrere al Var. "Un po' la rabbia è passata, a caldo si fanno tante esternazioni. Oggi speriamo sia un bell'anno per tutti di gioia e serenità. E' importante far lavorare bene gli arbitri e i calciatori, e chi deve portare il Var a funzionare meglio, e dunque chiudere qui la polemica che credo faccia male al sistema e al calcio", afferma il numero uno del club rossoblù ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport' su Radio Rai.
GIULINI: "VOGLIO CAGLIARI SIA CONSIDERATA SQUADRA IMPORTANTE" - In ogni caso Giulini non rinnega la sua presa di posizione per le decisioni arbitrali che avevano danneggiato la squadra di Lopez. "Io sono presidente di una grande squadra, che rappresenta un'isola intera, ed era giusto portare avanti, da parte mia, delle istanze corrette - ha aggiunto il massimo dirigente del Cagliari sulla sfida con i bianconeri - perché sono state prese due decisioni sbagliate nella gara di sabato. E io voglio che il Cagliari sia considerata una squadra importante come tutte le altre. Sudditanza psicologica degli arbitri? Nel nostro caso ci sono state decisioni a nostro sfavore contro le grandi squadre. E' successo quest'anno a noi ma non è successo negli anni precedenti, ci piacerebbe un parametro più equo quando affrontiamo grandi squadre, è il primo anno che mi succede e non voglio gridare al vittimismo e non voglio che lo facciano i miei calciatori".
"GIUSTO SCUSARSI CON MATUIDI PER BUU RAZZISTI" - Nel corso del suo intervento, il presidente del sodalizio sardo torna anche sui buu razzisti nei confronti di Matuidi durante il match di sabato sera. "Ho vissuto e lavorato in Francia e ho fatto un tweet personalmente nella lingua del ragazzo - spiega Giulini riguardo al messaggio di scuse nei confronti del centrocampista francese della Juve - noi abbiamo uno stadio molto carino, all'inglese, e sono certo che c'è qualche cretino che ha gridato qualche insulto a Matuidi, ma allo stadio nessuno si è accorto di nulla. A me dispiace perché se quattro scemi gridano degli insulti, e credo sia successo vista la reazione del giocatore, è giusto che il Cagliari a nome dei suoi tifosi si scusi con il ragazzo perché è assurdo che nel 2018 qualcuno insulti per il colore della pelle".
[media=https://twitter.com/CagliariCalcio/status/950033282367975424?ref_src=twsrc^tfw]

"STADIO DEFINITIVO A CAGLIARI IN 3-4 ANNI" - La gestione Lopez sta comunque cominciando a dare qualche frutto. "Sono molto soddisfatto dei due anni e mezzo con Rastelli, ma abbiamo notato tanti piccoli miglioramenti con Lopez, nella metodologia di lavoro, nel comportamento dei giocatori, e questo dovrebbe portare a un Cagliari che riesce a salire di livello", l'auspicio di Giulini, che continua a lavorare per il nuovo stadio. "Abbiamo selezionato tre progettisti, ne incontriamo due oggi e uno domani per capire le loro idee, entro metà febbraio ci presenteranno i progetti definitivi e sceglieremo quello che ci piace di più. Entro sei mesi il progetto verrà presentato al Comune che emetterà il bando. Ritengo che il Cagliari avrà uno stadio definitivo nel giro di 3-4 stagioni".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Январь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031