Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Vela, Sydney-Hobart un po' italiana: Mascalzone Latino undicesimo al traguardo (su 102)

Ottima cavalcata, quella di Mascalzone Latino, nelle acque agitate tra l'Australia e la Tasmania. L'unica barca italiana alla partenza della Sydney-Hobart - un big contest oceanico totalmente controllato da imbarcazioni australiane, neozelandesi e statunitensi, ritenuto quasi una festa nazionale dell'emisfero australe - è arrivata undicesima in classifica generale, preceduta da maxi yacht più potenti e pratici dei luoghi, e secondo nella sua classe in tempo compensato. Alla partenza, il 26 dicembre, erano in acqua 102 barche.
Vela, Sydney-Hobart un po' italiana: Mascalzone Latino undicesimo al traguardo (su 102)

Comanche
Condividi
Mascalzone ha tagliato il traguardo nella baia di Hobart, l'isola verde a sud dell'Australia, dopo aver navigato sempre tra i primi e aver duellato per decine di miglia con un'avversaria al filo. E' arrivato undicesimo in tempo reale, poi il risultato è anche migliorato nei successivi conteggi dei tempi compensati: quinto nella classifica IRC overall, secondo nella divisione "0", sempre IRC, e terzo in ORC overall.
Sydney-Hobart, la collisione sfiorata tra I maxiyacht
Vela, Sydney-Hobart un po' italiana: Mascalzone Latino undicesimo al traguardo (su 102)

Condividi
"Sono orgoglioso della prestazione dei ragazzi – commenta l’armatore Vincenzo Onorato, per una volta non a bordo - ho seguito passo passo le varie fasi della regata e mi sono arrivate delle foto meravigliose che mi hanno fatto ulteriormente rimpiangere di non aver potuto prendere parte a quella che è probabilmente la regata d’altura più famosa del mondo. Sono fiero di quanto il mio equipaggio sia riuscito a fare. Torneremo!". L'equipaggio era composto dallo skipper Matteo Savelli, Lorenzo Bressani, Flavio Favini e Alberto Fantini e tre professionisti stranieri, Stead, Ian Moore e Jaggy Clougher.
Sydney-Hobart, la collisione sfiorata tra I maxiyacht
Vela, Sydney-Hobart un po' italiana: Mascalzone Latino undicesimo al traguardo (su 102)

Condividi
Il team di Onorato - che partecipò a due edizioni di Coppa America nel 2003 e nel 2007 - corre su un Cookson 50 con i colori dello Yacht Club De Monaco e aveva già ottenuto risultati di rilievo: vittoria Orc e Irc alla Rolex Middle sea race (2015 e 2016), nel 2017 il titolo iridato Orc worlds di Trieste e il successo al debutto nella Volvo Race Hong Kong to Vietnam. Ora l'ottimo piazzamento australiano per un'imbarcazione ultra-tecnologica, ma ritenuta piccola rispetto a bolidi lunghi anche il doppio, che macinano miglia e velocità proporzionali.
Vela, Sydney-Hobart un po' italiana: Mascalzone Latino undicesimo al traguardo (su 102)

Wild Oats XI
Condividi
La vittoria generale? In questa 73/a edizione della regata, che si svolge ogni anno a San Silvestro e che ciclicamente è funestata da tempeste anche mortali, è stata assegnata al batticuore. Il primo a tagliare il traguardo era stato il supermaxi Wild Oats XI lungo oltre 30 metri, che ha coperto la distanza di circa 628 miglia (circa 1.163 chilometri terrestri) in un giorno, otto ore, 48 minuti e 50 secondi, battendo di oltre cinque ore il record stabilito l'anno scorso da Perpetual Loyal. Una media da brividi, oltre che da primato assoluto.
Ma alla fine del contest, i giudici hanno assegnato la vittoria alla seconda arrivata, l'altro supermaxi Comanche, che era giunto sul traguardo in Tasmania con un ritardo di soli 26 minuti dopo aver dominato per gran parte la regata. Alla partenza da Sydney i due avevano cominciato a duellare duro, e si è sfiorata una drammatica collisione, seguita da proteste, improperi e ammonizioni. E la decisione ufficiale ha dato ragione al ricorrente.
Resta comunque il tempo record: in questa velocissima edizione, in cui nell'infido stretto di Bass le imbarcazioni più grandi hanno raggiunto velocità di 25, 30 nodi, addirittura cinque barche sono riuscite ad abbassare il precedente primato: il nuovo limite della Sydney-Hobart ora è 1 giorno 9 ore, 14 minuti 50 secondi. (s.cas.)
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930