Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Vittoria, primato e il record di Hamsik: il Napoli e il sorriso ritrovato

NAPOLI - Tre motivi per festeggiare: la vittoria ritrovata con il Torino, il ritorno al primo posto solitario della classifica dopo le due giornate di interregno dell'Inter e soprattutto lo storico record di Marek Hamisk, che ha raggiunto Diego Maradona al vertice della graduatoria all time dei cannonieri del Napoli, con 115 gol. Il sabato perfetto degli azzurri si è concluso con l'abbraccio di tutti i compagni al felicissimo capitano, sul volo charter che ha riportato in città Sarri e i giocatori, nella notte. Selfie di gruppo e anche tanti post sui social, per celebrare l'impresa compiuta dal centrocampista slovacco, l'uomo simbolo dell'era De Laurentiis da 11 stagioni e il leader silenzioso di una squadra che si è rimessa a sognare, dopo la flessione di inizio dicembre. Il netto successo sul campo dei granata ha infatti spazzato via la amarezza per i ko contro Juve e Feyenoord (costato l'eliminazione dalla Champions) e il pareggio con la Fiorentina, che erano parsi dei segnali di crisi.
[media=https://twitter.com/sscnapoli/status/942143310533152768?ref_src=twsrc^tfw]

Invece il Napoli è ritornato di colpo quello dei mesi scorsi, dopo aver metabolizzato anche lo choc per la grave perdita per infortunio di Ghoulam, che era stato uno dei principali artefici dell'eccellente avvio della stagione. Gli azzurri stanno imparando a superare i momenti di difficoltà e a Torino hanno tirato un sospiro di sollievo pure per il ritorno in campo nei minuti finali di Lorenzo Insigne, fermo nelle precedenti due gare per un problema muscolare. L'attaccante sta molto meglio e sarà una preziosa arma in più da sfruttare negli ultimi tre impegni dell'anno: la sfida di martedì sera al San Paolo in Coppa Italia contro l'Udinese e le partite di campionato contro Sampdoria e Crotone, in cui la squadra di Sarri andrà alla caccia del titolo di campione d'inverno. Il traguardo sembra adesso assai più vicino, grazie al controsorpasso compiuto ai danni dell'Inter. Ma il tecnico ha subito ordinato ai suoi giocatori di restare con i piedi per terra. "Non eravamo in crisi prima e non siamo diventati ora i migliori di tutti. Chi parlava di una flessione fisica ha preso un abbaglio, però...".
Torino-Napoli, segna Hamsik: gol 115, come Maradona
Nei 90' contro il Torino, in effetti, il Napoli ha ritrovato di colpo la brillantezza perduta. È stata d'aiuto pure la mancanza di un impegno infrasettimanale, che ha aiutato gli azzurri a recuperare le forze e preparare con maggiore attenzione la trasferta in Piemonte. Ma la breve tregua concessa dal calendario è già finita. Dietro l'angolo incombono infatti due sfide consecutive al San Paolo: martedì sera in Coppa Italia contro la lanciata Udinese di Oddo, domenica contro la Sampdoria di Giampaolo. Sarri dovrà dunque dosare bene il turn over, dando spazio ai giocatori che finora hanno avuto meno chance per mettersi in mostra, da Maksikovic a Rog, da Ounas a Giaccherini. Per loro si tratterà pure di una prova generale in vista della riapertura del mercato, in cui De Laurentiis si è impegnato comunque a fare la sua parte. Arriveranno Inglese e un esterno in difesa. Intanto il presidente ha chiamato a raccolta i tifosi con una promozione per riempire lo stadio, in occasione del doppio appuntamento ravvicinato a Fuorigrotta. Sarà pure l'occasione per festeggiare il record di Marek Hamsik, il più felice di tutti per avere emulato Maradona. "Non ho sentito la pressione, sapevo che sarei stato in grado di raggiungere questo bottino di gol ed è bello che l'abbia finalmente fatto. Il 115 è un numero importante, sono molto felice, ma l'unica cosa che ho in comune con Diego è il record. Lui era unico ed eccezionale, una leggenda del calcio napoletano e mondiale. Era più importante vincere del mio record e siamo tornati primi in classifica. Siamo dove vogliamo essere. Dobbiamo continuare il nostro cammino, la stagione è molto lunga".Napoli, il
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031