Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Serie C: il Livorno allunga di nuovo, il Padova pu? imitarlo, Trapani all’inseguimento del Lecce

ROMA - Prende di nuovo il largo il Livorno, mentre il Trapani avanza con decisione la propria candidatura, aspettando il posticipo che vede impegnato il Padova. Sono arrivate indicazioni importanti dal 17esimo turno del campionato di Serie C, che si conclude lunedì sera con il confronto televisivo fra la capolista biancoscudata e la Fermana, ultimo atto di un'intensa quattro giorni aperta dall'atteso deby siciliano Trapani-Catania, con vista promozione dnl girone C, considerando pure il fatto che la capolista Lecce osserva il turno di riposo.
LIVORNO SI RIALZA E CONSOLIDA PRIMATO, PISA SI SALVA A PONTEDERA - Voleva ripartire di slancio il Livorno, primo della classe nel girone A, dopo aver perso la propria imbattibilità nel derby di Pisa e c'è riuscito. Gli uomini di Sottil superano per 2-1 l'Arzachena, che da matricola si sta ben comportando tra i professionisti, e consolidano la loro leadership: sono Vantaggiato e Doumbia nella fase centrale del primo tempo a spianare la strada ai labronici, poi nella ripresa accorcia Curcio ma non basta alla compagine sarda per evitare il ko al "Picchi". Un successo che consente al Livorno di riportare a sette i punti di vantaggio sul Pisa, che si salva in piena zona Cesarini a Pontedera, con Filippini a rispondere al vantaggio di Risaliti. Causa neve, è stata rinviata invece Cuneo-Robur Siena, con esordio rimandato dunque per Caridi sulla panchina dei piemontesi (hanno vinto una sola delle ultime undici partite) che in settimana avevano esonerato il tecnico Massimo Gardano.
RISALGONO GIANA ERMINIO E PISTOIESE, AREZZO PIEGA PRATO - Con la Viterbese, quarta forza del torneo, ad osservare il turno di pausa, proseguono appaiate in quinta posizione Olbia e Lucchese, il cui confronto diretto termina 1-1 (vantaggio dei rossoneri toscani con De Vena e replica dei locali con Ogunseye). Alle loro spalle si forma un terzetto di formazioni: la Giana Erminio fa suo con un inequivocabile 3-0 il derby con il Monza (colpiscono Perna, Marotta e Iovine) dimostrandosi in salute con il quarto successo nelle ultime cinque gare e porta inviolata da quattro gare, mentre la Pistoiese con tenacia si impone in rimonta sulla Carrarese riuscendo nell'aggancio a quota 23: Coralli illude la squadra di Silvio Baldini, ma Luperini e poi al 92' Hamlili griffano il 2-1 degli arancioni. E in tema di sfide tutte toscane l'Arezzo supera di misura il Prato grazie a Moscardelli e può sperare di riagganciare il treno playoff, mentre i lanieri restano nelle secche della bassa classifica.
PARI LA STRACITTADINA A PIACENZA, ALESSANDRIA RESPIRA UN PO' - In una domenica all'insegna dei derby finisce senza vinti né vincitori quello cittadino tra Pro Piacenza e Piacenza, con i padroni di casa avanti con Alessandro e poi ripresi da un rigore realizzato da Pederzoli. Soffre ma riesce a conquistare i 3 punti - i primi della gestione Marcolini - l'Alessandria, che al 'Moccagatta' piega 3-2 il fanalino di coda Gavorrano in quello che era un delicato scontro diretto: maremmani avanti con Moscati, Marconi pareggia per i grigi, avanti poi nella ripresa con Cazzola, ma riagguantati da Conti, prima che di nuovo Marconi dal dischetto non scacci i fantasmi con la rete del successo per i piemontesi.

Girone A, 17/a giornata: Alessandria-Gavorrano 3-2, Arezzo-Prato 1-0, Cuneo-Robur Siena rinviata, Giana Erminio-Monza 3-0, Livorno-Arzachena 2-1, Olbia-Lucchese 1-1, Pistoiese-Carrarese 2-1, Pontedera-Pisa 1-1, Pro Piacenza-Piacenza 1-1. Riposava: Viterbese.

Classifica: Livorno 39 punti; Pisa 32; Robur Siena* 30; Viterbese 27; Lucchese e Olbia 24; Carrarese, Giana Erminio e Pistoiese 23; Piacenza 22; Arzachena e Monza 21; Arezzo (-2) 20; Pontedera 17; Alessandria e Pro Piacenza 15; Cuneo* 13; Prato 11; Gavorrano 10. * = 1 partita in meno.
PADOVA LUNEDI' SERA CON FERMANA, LE INSEGUITRICI RALLENTANO - Ancor prima di scendere in campo il Padova ha motivi sufficienti per essere soddisfatto da come si è aperto il mese di dicembre. Nessuna delle principali inseguitrici della capolista del girone B ha infatti centrato bottino pieno sabato, per cui la squadra di Piepaolo Bisoli può affrontare con una certa tranquillità il posticipo di lunedì sera contro la Fermana, con la consapevolezza che in caso di quinto successo consecutivo diventerebbero otto le lunghezze di vantaggio dei biancoscudati sulla seconda, un margine non da poco a metà del cammino stagionale. Sulla seconda poltrona siede sempre il Renate, che però dopo la battuta d'arresto a Ravenna non va oltre lo 0-0 casalingo con il Santarcangelo. Termina in parità uno dei confronti più attesi, quello fra la Sambenedettese di Eziolino Capuano e il Pordenone, protagonista della bella impresa in Coppa Italia a Cagliari (negli ottavi i "ramarri" sfideranno l'Inter a San Siro): Magnaghi porta avanti i friulani di Colucci, risponde Rapisarda per i rossoblù marchigiani.
FERALPISALO' VOLA AL 3° POSTO, KO ESTERNI PER ALBINOLEFFE E TRIESTINA - Le due formazioni proseguono dunque a braccetto il loro cammino ma vengono scavalcate al terzo posto dal Feralpisalò, che supera l'ostacolo Sudtirol e può pensare in grande: l'uno-due nel primo quarto d'ora firmato Ranellucci e Guerra spiana la strada agli uomini di Michele Serena, non basta alla compagine altoatesina la rete di Costantino nel finale. Dopo lo stop interno per mano del Padova, incappa nella seconda sconfitta di fila l'Albinoleffe, che rimedia quattro ceffoni sul terreno della Reggiana: mattatore di giornata al "Mapei Stadium" è Altinier, autore di una tripletta, inframmezzata dal gol di Cesarini dopo che il portiere degli emiliani Narduzzo in avvio di ripresa aveva parato un rigore a Kouko negando il possibile 1-2, con gol della bandiera per i seriani realizzato poi da Nichetti. La Reggiana si porta così in settima posizione approfittando anche del turno di riposo del Mestre e del ko della Triestina a Fano:è Germinale a stendere gli alabardati di Sannino e a consentire al fanalino di coda marchigiano l'aggancio al Santarcangelo.
COLPO RAVENNA A VICENZA, GUBBIO STENDE BASSANO: ESONERATO MAGI - Nelle zone basse della classifica il colpo di giornata lo piazza il Ravenna, andando a imporsi per 2-0 sul terreno del Vicenza grazie a una doppietta di Broso: i romagnoli di Antonioli agganciano così proprio i biancorossi veneti, ai quali non sta servendo granché il cambio di allenatore con Nicola Zanini promosso alla guida della prima squadra al posto dell'esonerato Alberto Colombo. La stessa carta, quella dello scossone, tenta la dirigenza del Bassano, che dopo la sconfitta a Gubbio (decide Ciccone, a segno dopo 3 minuti) ha comunicato l'esonero del tecnico Giuseppe Magi e dell'allenatore in seconda Luca Pierotti.

Girone B, 17/a giornata: Fano-Triestina 1-0, Feralpisalò-Sudtirol 2-1, Gubbio-Bassano 1-0, Reggiana-Albinoleffe 4-1, Renate-Santarcangelo 0-0, Sambenedettese-Pordenone 1-1, Vicenza-Ravenna 0-2, Padova-Fermana (lunedì ore 20.45). Riposavano: Mestre e Teramo.

Classifica: Padova 32 punti; Renate 27; Feralpisalò 26; Pordenone e Sambenedettese 25; Albinoleffe 24; Reggiana 22; Mestre e Triestina 21; Südtirol 20; Bassano 19; Fermana e Gubbio 18; Ravenna e Vicenza 16; Teramo 15; Fano e Santarcangelo (-1) 10. Modena escluso dal campionato
TRAPANI BATTE CATANIA E LO AGGANCIA AL 2° POSTO, A -3 DAL LECCE - Nel girone C, con il Lecce primo della classe (tredici risultati utili consecutivi) ai box per osservare il proprio turno di riposo, c'erano tanti occhi puntati sul "Provinciale", teatro di un Trapani-Catania che valeva molto. Ebbene il testa a testa di venerdì sera, tra due squadre che hanno tutte le carte in regola per essere protagoniste fino alla fine, ha visto i granata di Calori confermare la propria solidità, centrando la terza affermazione di fila (in gol Silvestri e Reginaldo), e bloccare bruscamente la corsa degli etnei (allontanato a fine primo tempo per proteste Cristiano Lucarelli) reduci da cinque vittorie consecutive. In questo modo il Trapani aggancia il Catania in seconda piazza, a quota 34, a tre punti di distanza dai salentini di Fabio Liverani.
SIRACUSA PASSA A BISCEGLIE, SALGONO FRANCAVILLA E CATANZARO - Il Siracusa passa anche a Bisceglie (match winner Mucciante) confermandosi quarta forza del girone con 4 punti di margine su una coppia. Il Rende si vede infatti imporre il nulla di fatto dal Cosenza nel testa a testa tutto calabrese e viene raggiunto dalla Virtus Francavilla, capace di prevalere in rimonta sul Monopoli nel confronto diretto fra le due seste in classifica: Sounas illude i pugliesi, Prestia e Saraniti li riportano bruscamente alla realtà. Sulla settima poltrona si accomoda invece il Catanzaro, che dopo l'affermazione nel recupero infrasettimanale con la Sicula Leonzio fa ancora bottino pieno piegando il Racing Fondi con Maita. In scia ai giallorossi di Dionigi c'è il Matera, che la spunta per 2-1 sulla Fidelis Andria nel match fra due club col dente avvelenato per la sanzione ricevuta in settimana: Casoli e Maimone lanciano gli uomini di Auteri, non basta Celli ai pugliesi, penultimi in graduatoria. Parità con quattro reti nel derby campano fra Juve Stabia (Strefezza e Lisi marcatori) e Casertana, con doppietta di Alfageme ad aprire e chiudere il tabellino.
REGGINA KO SUL CAMPO DELL'AKRAGAS, BLITZ PAGANESE - Dopo sette sconfitte consecutive rialza la testa il fanalino di coda Akragas, pure penalizzato di tre punti per violazioni Covisoc, e lo fa superando all'"Esseneto" la Reggina con un gol di Salvemini. Non esce invece dal tunnel la Sicula Leonzio, sconfitta a domicilio per 3-0 dalla Paganese, che fa festa con Cesaretti, Maiorano e Scarpa.

Girone C, 17/a giornata: Trapani-Catania 2-0, Akragas-Reggina 1-0, Bisceglie-Siracusa 0-1, Catanzaro-Racing Fondi 1-0, Juve Stabia-Casertana 2-2, Matera-Fidelis Andria 2-1, Rende-Cosenza 0-0, Sicula Leonzio-Paganese 0-3, Virtus Francavilla-Monopoli 2-1. Riposava: Lecce.

Classifica: Lecce 37 punti; Catania e Trapani 34; Siracusa 29; Rende e Virtus Francavilla 25; Catanzaro 24; Matera(-2) 23; Monopoli 22; Juve Stabia 21; Bisceglie 20; Reggina 18; Cosenza 17; Casertana, Racing Fondi e Sicula Leonzio 15; Paganese 14; Fidelis Andria (-1) 12; Akragas (-3) 9.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031