Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Sci, Coppa del Mondo: Kriechmayr e Huetter, ? festa doppia per l'Austria

Sci, Coppa del Mondo: Kriechmayr e Huetter, ? festa doppia per l'Austria
(afp)
BEAVER CREEK (USA) - Cala la doppietta vincente l'Austria sulle nevi d'Oltre Oceano. Si apre infatti sotto il segno di Vincent Kriechmayr la tre giorni di gare sulla "Birds of Prey" di Beaver Creek, in Colorado. Il 26enne austriaco, con una prova praticamente perfetta soprattutto nella prima parte del tracciato, domina il secondo supergigante della stagione, centrando anche il suo primo successo in carriera in Coppa del Mondo dopo i due podi di Kvitfjell - l'ultimo nel marzo 2016 - e quello di Jeongseon. Praticamente in contemporanea, in campo femminile, la sua connazionale Cornelia Huetter, a quasi un anno di distanza dal grave infortunio al ginocchio occorsole nel supergigante di Val d'Isere, si aggiudica la prima delle due discese di Coppa del Mondo di Lake Louise, in Canada.
COMPLETANO IL PODIO JANSRUD E REICHELT - Un successo strameritato per Kriechmayr, che approfitta al meglio delle condizioni iniziali della pista 'smentendo' la scelta di Kjetil Jansrud di partire col pettorale numero 15, convinto che a quel punto della gara avrebbe potuto trarre il meglio dalla neve americana. E invece il norvegese, che si era aggiudicato il primo super-G dell'anno a Lake Louise, pur limitando i danni nella parte alta della pista non riesce a recuperare e deve accontentarsi della seconda piazza, staccato di 23 centesimi. Jansrud, che consolida comunque il primo posto nella classifica generale con 225 punti, precede ancora una volta Hannes Reichelt, partito col pettorale numero 7 e più lento di 33 centesimi rispetto al connazionale, con i francesi Theaux e Pinturault appena fuori dal podio e l'eterno Svindal al sesto posto, mentre Max Franz non riesce a confermarsi dopo il secondo posto di Lake Louise e chiude lontano dai migliori.
IL MIGLIORE DEGLI AZZURRI E' PARIS, AL 10° POSTO - Giornata tutt'altro che esaltante per la pattuglia azzurra, da cui su un tracciato veloce ma non particolarmente difficile, disegnato fra l'altro dal tecnico azzurro Alberto Ghidoni, era lecito aspettarsi qualcosina di più dopo quanto visto sulle nevi canadesi, dove Christof Innerhofer, Dominik Paris e Peter Fill si erano piazzati fra i primi 8. Dei tre si 'salva' il 28enne carabiniere di Merano, che nei supergiganti di Beaver Creek non ha mai brillato (unico exploit il quinto posto di tre anni fa) ma in questo caso riesce ad ottenere un buon decimo posto, a pari merito con Dressen, a 0″83 dal vincitore. Solo 13esimo a quasi un secondo da Kriechmayr, invece, un Innerhofer che ha commesso troppi errori, tra l'altro scendendo subito dopo l'austriaco. Il finanziere di Gais ha sicuramente fatto un passo indietro rispetto a Lake Louise, ma peggio ha fatto Peter Fill, 16esimo e probabilmente già proiettato verso la discesa di sabato. Nota di merito per Luca De Aliprandini, a punti (25°) nonostante il pettorale numero 69, poco fuori dai top 30 Matteo Marsaglia e Guglielmo Bosca.
ORDINE D'ARRIVO SUPERG BEAVER CREEK: 1. Vincent Kriechmayr (Aut) 1'09″71, 2. Kjetil Jansrud (Nor) +0″23, 3. Hannes Reichelt (Aut) +0″33, 4. Adrien Theaux (Fra) +0″44, 5. Alexis Pinturault (Fra) +0″53, 6. Aksel Lund Svindal (Nor) +0″60, 6. Matthias Mayer (Aut) +0″60, 8. Aleksander Aamodt Kilde (Nor) +0″67, 9. Andreas Sander (Ger) +0″79, 10. Thomas Dressen (Ger) +0″83, 10. Dominik Paris (Ita) +0″83; 13. Christof Innerhofer (Ita) +0″99; 16. Peter Fill (Ita) +1″34; 25. Luca De Aliprandini (Ita) +1″89; 36. Matteo Marsaglia (Ita) +2″29; 37. Guglielmo Bosca (Ita) +2″41; 50. Emanuele Buzzi (Ita) +2″87.
DONNE: HUETTER TORNA E VINCE A LAKE LOUISE - L'austriaca Cornelia Huetter torna in pista e conquista la discesa femminile che ha aperto la tre giorni di Coppa del mondo sulla "Men's Olympic" di Lake Louise. La 25enne di Kumberg ha addomesticato pista e una leggera nevicata con il tempo di 1'48″53 che le ha permesso di agguantare il successo numero 2 della carriera davanti a Tina Weirather, giocatasi la vittoria nel tratto conclusivo, dove un paio di imperfezioni le hanno fatto perdere velocità, fino ad accumulare 9 centesimi di ritardo. Sorprendente terzo posto per Mikaela Shiffrin: la leader della classifica generale non aveva ancora raccolto un podio (sui 48 complessivi) in discesa, c'è riuscita in questa occasione con una prova coraggiosa e allo stesso tempo pregevole dal punto di vista tecnico, a soli 30 centesimi da un inatteso trionfo.
ELENA FANCHINI QUARTA, SESTA GOGGIA - In casa Italia c'è soddisfazione e un pizzico di rammarico per il quarto posto di Elena Fanchini. La bresciana, che sul tracciato canadese si rivelò al mondo vincendo nel 2005, ha lottato fino alla fine per un posto sul podio, terminando la sua prova a 64 centesimi dalla Huetter. Un po' più indietro - in una gara con nuvole basse, leggera nevicata e visibilità precaria - una impaziente Sofia Goggia, sesta. In zona punti finiscono anche Johanna Schnarf, Verena Stuffer e Nadia Delago fra la diciottesima e ventesima posizione. Rientro soft invece per Nadia Fanchini, assente dai campi di gara da quasi un anno, che ha pagato lo scotto dell'emozione nonostante la lunga militanza sul circuito.
VONN CADE E VOLA NELLE RETI: TUTTO OK - La libera è stata segnata dalla brutta caduta di Lindsey Vonn: mentre era al comando la campionessa statunitense ha spigolato in una compressione non lontano dal traguardo volando nelle reti, si è però rialzata da sola scendendo poi al traguardo con gli sci. Vonn a Lake Louise ha vinto ben 14 discese e 4 superG. La gara è stata sospesa alcuni minuti per risistemare le reti di protezione, interruzione che ha danneggiato le atlete successive perché la neve caduta nel frattempo ha rallentato la pista, tra queste anche l'azzurra Johanan Schnarf. Sabato è in programma la discesa 2.
ORDINE D'ARRIVO DISCESA LAKE LOUISE: 1. Cornelia Huetter (Aut) 1'48″53, 2. Tina Weirather (Lie) +0″09, 3. Mikaela Shiffrin (Usa) +0″30, 4. Elena Fanchini (Ita) +0″64, 5. Jacqueline Wiles (Usa) +0″75, 6. Sofia Goggia (Ita) +0″76, 7. Viktoria Rebensburg (Ger) +0″89, 8. Michelle Gisin (Sui) +0″97, 9. Lara Gut (Sui) +1″07, 10. Breezy Johnson (Usa) +1″23.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031